Angelo Dawkins

wrestler statunitense

Gary Gordon (Cincinnati, 24 luglio 1990) è un wrestler statunitense sotto contratto con la WWE, dove si esibisce nel roster di SmackDown.

Angelo Dawkins
Angelo Dawkins nel 2018
NomeGary Gordon
NazionalitàBandiera degli Stati Uniti Stati Uniti
Luogo nascitaCincinnati, Ohio
24 luglio 1990 (34 anni)
Ring nameAngelo Dawkins[1]
Altezza dichiarata196 cm
Peso dichiarato118 kg
AllenatoreBill DeMott
Billy Gunn
Dusty Rhodes
Robbie Brookside
Debutto20 dicembre 2012
FederazioneWWE
Progetto Wrestling

In WWE ha detenuto una volta il Raw Tag Team Championship (durato 224 giorni), una volta lo SmackDown Tag Team Championship (con un regno durato 88 giorni) e una volta l'NXT Tag Team Championship (durato 75 giorni) in tutti e tre i casi con Montez Ford.

Carriera

modifica

WWE (2012–presente)

modifica

NXT (2012–2019)

modifica
 
Gli Street Profits nel 2019

Gordon si unì alla WWE alla fine del 2012, debuttando in un live event di NXT il 20 dicembre dello stesso anno con il ringname Angelo Dawkins perdendo contro Sawyer Fulton. Dawkins fece poi il suo debutto televisivo nella puntata di NXT del 19 giugno 2013 dove venne sconfitto da Sami Zayn. Successivamente si alleò con lo stesso Sawyer Fulton e i due vennero sconfitti in diverse occasioni da Enzo Amore e Colin Cassady, i Vaudevillains, Blake e Murphy e gli Hype Bros. Il 12 luglio 2017 andarono in onda delle vignette riguardanti il debutto degli Street Profits ad NXT. Tale debutto avvenne nella puntata di NXT del 9 agosto, quando gli Street Profits sconfissero i Metro Brothers. Dopo aver sconfitto numerosi tag team di jobbers, nella puntata di NXT del 17 gennaio 2018 gli Street Profits affrontarono gli Authors of Pain per determinare i contendenti n°1 all'NXT Tag Team Championship dell'Undisputed Era (Bobby Fish e Kyle O'Reilly) ma vennero sconfitti. Nella puntata di NXT del 14 marzo gli Street Profits sconfissero gli Heavy Machinery nei quarti di finale del Dusty Rhodes Tag Team Classic. Nella puntata di NXT del 28 marzo gli Street Profits vennero tuttavia sconfitti dagli Authors of Pain nelle semifinali del torneo. Il 28 ottobre, a Evolve 114, gli Street Profits hanno vinto l'Evolve Tag Team Championship sconfiggendo i Doom Patrol (Chris Dickinson e Jaka). Il 1º giugno 2019, a NXT TakeOver: XXV, gli Street Profits sconfissero Danny Burch e Oney Lorcan, i Forgotten Sons (Steve Cutler e Wesley Blake) e l'Undisputed Era (Bobby Fish e Kyle O'Reilly) in un Ladder match per la riassegnazione del vacante NXT Tag Team Championship, conquistandolo per la prima volta. Nella puntata di NXT del 10 luglio gli Street Profits mantennero i titoli contro Danny Burch e Oney Lorcan. Il 10 agosto, a NXT TakeOver: Toronto II, gli Street Profits difesero le cinture contro l'Undisputed Era. Nella puntata di NXT del 14 agosto gli Street Profits, tuttavia, persero i titoli nella rivincita contro Fish e O'Reilly. Nella puntata di NXT del 3 ottobre gli Street Profits affrontarono nuovamente Fish e O'Reilly per l'NXT Tag Team Championship ma vennero sconfitti.

Regni titolati e varie faide (2019–presente)

modifica

Dopo varie apparizioni nel backstage di Raw, nella puntata di SmackDown dell'11 ottobre 2019 gli Street Profits vennero promossi al roster di Raw. Nella puntata di Raw del 21 ottobre gli Street Profits debuttarono sconfiggendo Luke Gallows e Karl Anderson grazie anche all'intervento di Kevin Owens. Il 24 novembre, nel Kick-off di Survivor Series, gli Street Profits parteciparono ad una 10-man Battle Royal ma vennero eliminati per ultimi da Dolph Ziggler e Robert Roode. Nella puntata di Raw del 9 dicembre gli Street Profits affrontarono i Viking Raiders per il Raw Tag Team Championship ma vennero sconfitti. Nella puntata di Raw del 6 gennaio 2020 gli Street Profits presero parte ad un Triple Threat Tag Team match per il Raw Tag Team Championship che comprendeva anche i campioni, i Viking Raiders, e Luke Gallows e Karl Anderson ma il match venne vinto dai Raiders. Il 27 febbraio, a Super ShowDown, gli Street Profits affrontarono I neo campioni Murphy e Seth Rollins per il Raw Tag Team Championship ma vennero sconfitti. Nella puntata di Raw del 2 marzo gli Street Profits sconfissero poi Murphy e Rollins, nella rivincita di Super ShowDown, conquistando il Raw Tag Team Championship per la prima volta. L'8 marzo, a Elimination Chamber, gli Street Profits difesero con successo i titoli contro Murphy e Rollins. Il 5 aprile, nella seconda serata di WrestleMania 36, gli Street Profits mantennero i titoli contro Angel Garza e Austin Theory. Nella puntata di Raw del 6 aprile gli Street Profits difesero nuovamente i titoli contro Garza e Theory per squalifica a causa di Zelina Vega. Nella puntata di Raw del 22 giugno gli Street Profits difesero con successo i titoli di coppia contro i Viking Raiders. Il 23 agosto, a SummerSlam, gli Street Profits conservarono le cinture contro Andrade e Angel Garza. Il 27 settembre, a Clash of Champions, gli Street Profits mantennero nuovamente le cinture contro Andrade e Garza.

Nella puntata di Raw del 12 ottobre 2020 gli Street Profits passarono al roster di SmackDown per effetto del Draft; di conseguenza, scambiarono il loro Raw Tag Team Championship con lo SmackDown Tag Team Championship del New Day (Kofi Kingston e Xavier Woods) (passati a Raw per effetto del Draft). Nella puntata di SmackDown del 16 ottobre gli Street Profits difesero i titoli contro Dolph Ziggler e Robert Roode per squalifica. Il 22 novembre, a Survivor Series, gli Street Profits sconfissero i Raw Tag Team Champions Kofi Kingston e Xavier Woods del New Day. Nella puntata di SmackDown del 18 dicembre gli Street Profits difesero le cinture per la seconda volta contro Ziggler e Roode. Nella puntata di SmackDown dell'8 gennaio 2021 gli Street Profits persero i titoli contro Ziggler e Roode dopo 88 giorni di regno. Nella puntata di SmackDown del 9 aprile gli Street Profits presero parte ad un Fatal 4-Way Tag Team match valevole per lo SmackDown Tag Team Championship detenuto da Dolph Ziggler e Robert Roode e comprendente anche l'Alpha Academy e Rey Mysterio e Dominik Mysterio ma il match venne vinto dai campioni. Nella puntata di SmackDown del 10 settembre gli Street Profits affrontarono gli Usos per lo SmackDown Tag Team Championship ma vinsero per squalifica (a causa dell'intervento di Roman Reigns) e senza il cambio di titolo. Il 26 settembre, ad Extreme Rules, gli Street Profits affrontarono nuovamente gli Usos per i titoli di coppia di SmackDown ma vennero sconfitti. Il 4 ottobre, per effetto del Draft, gli Street Profits tornarono al roster di Raw. Nella puntata di SmackDown del 15 ottobre gli Street Profits vennero sconfitti nuovamente dagli Usos in uno Street Fight, fallendo nel conquistare i titoli di coppia. Nella puntata di Raw del 25 ottobre gli Street Profits parteciparono ad un Triple Threat Tag Team match contro Chad Gable e Otis e Dolph Ziggler e Robert Roode per un'opportunità titolata immediata per il Raw Tag Team Championship degli RK-Bro ma il match venne vinto da Ziggler e Roode. Il 21 novembre, a Survivor Series, gli Street Profits presero parte ad una Battle Royal dedicata a The Rock ma vennero eliminati. Nella puntata di Raw del 6 dicembre gli Street Profits sconfissero AJ Styles e Omos nel primo turno del torneo per determinare i nuovi contendenti al Raw Tag Team Championship, e nella finale del 27 dicembre trionfarono su Dominik e Rey Mysterio. Il 1º gennaio, a Day 1, gli Street Profits affrontarono di conseguenza gli RK-Bro per i titoli di coppia di Raw ma vennero sconfitti. Il 29 gennaio, alla Royal Rumble, Dawkins partecipò al match omonimo entrando col numero 10 ma venne eliminato da Omos. Il 3 aprile, nella seconda serata di WrestleMania 38, gli Street Profits presero parte ad un Triple Threat Tag Team match per il Raw Tag Team Championship che comprendeva a che i campioni, gli RK-Bro, e l'Alpha Academy ma il match venne vinto dai primi.[2] Il 2 luglio, a Money in the Bank, i Profits affrontarono gli Usos per l'Undisputed WWE Tag Team Championship ma vennero sconfitti.[3] Il 30 luglio, a SummerSlam, i Profits non riuscirono a conquistare i titoli unificati di coppia venendo nuovamente sconfitti dagli Usos in un match arbitrato da Jeff Jarrett.[4] Il 3 settembre, nel Kick-off di Clash at the Castle, gli Street Profits e Madcap Moss sconfissero l'Alpha Academy e Theory.[5] Il 28 gennaio, alla Royal Rumble, partecipò all'incontro omonimo entrando col numero 11 ma venne eliminato da Brock Lesnar.[6] Nella puntata di SmackDown del 31 marzo Dawkins partecipò all'annuale André the Giant Memorial Battle Royal ma venne eliminato.[7] Il 1º aprile, a WrestleMania 39, i Profits vinsero un fatal 4-way tag team match sconfiggendo l'Alpha Academy, Braun Strowman e Ricochet e i Viking Raiders.[8]

Il 28 aprile, per effetto del Draft, gli Street Profits passarono al roster di SmackDown.[9] Dopo diverse settimane di segmenti insieme a Bobby Lashley, nella puntata di SmackDown del 4 agosto effettuarono un turn heel per la prima volta attaccando i Brawling Brutes (Butch e Ridge Holland) e Luke Gallows e Karl Anderson durante il loro incontro, suggellando poi l'alleanza con Lashley.[10] Il 7 ottobre, a Fastlane, i Profits e Lashley vennero sconfitti da Rey Mysterio, Santos Escobar e Carlito.[11] Nella puntata di SmackDown del 17 novembre i Profits prevalsero sui Brawling Brutes (Butch e Ridge Holland) e i Pretty Deadly, diventando i nuovi sfidanti all'Undisputed WWE Tag Team Championship del Judgment Day (Finn Bálor e Damian Priest), ma la settimana dopo i Profits vennero sconfitti da questi ultimi.[12][13] Nella puntata di SmackDown del 22 marzo gli Street Profits sconfissero gli AOP ottenendo un posto per il match di qualificazione per il ladder match per l'Undisputed WWE Tag Team Championship a WrestleMania XL.[14]

Personaggio

modifica

Mosse finali

modifica

Soprannomi

modifica
  • "The Curse of Greatness"

Musiche d'ingresso

modifica
  • Bring the Swag dei CFO$ feat. J-Frost (WWE; 2017–2023; usata come membro degli Street Profits)
  • We Want Smoke dei def rebel feat. Stevie Stone (WWE; 2023–presente; usata come membro degli Street Profits)[15]

Titoli e riconoscimenti

modifica
  • Pro Wrestling Illustrated
    • 157º tra i 500 migliori wrestler singoli secondo PWI 500 (2020)
    • tra i 50 migliori tag team nella PWI 500 (2020) con Montez Ford
  1. ^ (EN) Angelo Dawkins, su wwe.com, WWE. URL consultato il 30 novembre 2021.
  2. ^ (EN) John Clapp, Raw Tag Team Champions RK-Bro def. Alpha Academy and the Street Profits (Triple Threat Match), su WWE.com, 3 aprile 2022. URL consultato il 3 aprile 2022.
  3. ^ Greg Miller, The Usos def. The Street Profits to retain the Undisputed WWE Tag Team Championship, su WWE.com. URL consultato il 2 luglio 2022.
  4. ^ Nathan Bryant, The Usos def. The Street Profits to retain the Undisputed WWE Tag Team Titles, su WWE.com. URL consultato il 30 luglio 2022.
  5. ^ Greg Miller, Madcap Moss & The Street Profits def. Theory & Alpha Academy, su WWE.com. URL consultato il 3 settembre 2022.
  6. ^ (EN) Cody Rhodes won the 2023 Men's Royal Rumble Match to earn a World Title opportunity at WrestleMania, su wwe.com. URL consultato il 28 gennaio 2023.
  7. ^ (EN) Bobby Lashley wins the 2023 Andre the Giant Memorial Battle Royal, su Cagesideseats.com. URL consultato il 31 marzo 2023.
  8. ^ (EN) The Street Profits win the Men's WrestleMania Showcase, su wwe.com, 1º aprile 2023. URL consultato il 3 aprile 2023.
  9. ^ (EN) WWE.com Staff, Full 2023 WWE Draft Results, su wwe.com. URL consultato l'8 maggio 2023.
  10. ^ (EN) SmackDown results, August 4, 2023, su wwe.com, 4 agosto 2023. URL consultato il 19 novembre 2023.
  11. ^ (EN) Complete WWE Fastlane results, highlights, photos and exclusive videos, su wwe.com, 7 ottobre 2023. URL consultato l'8 ottobre 2023.
  12. ^ (EN) SmackDown results, November 17, 2023, su wwe.com, 17 novembre 2023. URL consultato il 25 novembre 2023.
  13. ^ (EN) SmackDown results, November 24, 2023, su wwe.com, 24 novembre 2023. URL consultato il 25 novembre 2023.
  14. ^ (EN) WWE.com Staff, SmackDown results, March 22, 2024, su wwe.com. URL consultato il 23 marzo 2024.
  15. ^ (EN) WWE: We Want Smoke (The Street Profits) [feat. Stevie Stone] - Single, su music.apple.com, 8 dicembre 2023. URL consultato l'8 dicembre 2023.

Altri progetti

modifica

Collegamenti esterni

modifica