Angelo Pereni

allenatore di calcio e ex calciatore italiano
Angelo Pereni
Angelo Pereni.jpg
Angelo Pereni con la maglia del Catania
Nazionalità Italia Italia
Altezza 176 cm
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Allenatore (ex attaccante)
Ritirato 1978 - giocatore
Carriera
Giovanili
195?-1960 Legnano
Squadre di club1
1960-1963 Legnano 64 (3)
1963-1966 Novara 94 (7)
1966-1972 Catania 192 (8)
1972 Lanerossi Vicenza 0 (0)
1972-1973 Palermo 21 (0)
1973-1975 Pro Vercelli 59 (1)
1975-1976 Legnano 22 (1)
1976-1978 600px Bianco e Azzurro2.svg Virtus Villadossola ? (?)
Carriera da allenatore
1976-1978 600px Bianco e Azzurro2.svg Virtus Villadossola
1978-1979 Giulianova
1979-1980 Teramo
1980-1981 SPAL
1981-1982 Mantova
1982-1987 Como Vice
1987-1988 Novara
1988-1989 Como Vice
1989 Como
1990-1994 Torino Vice
1994-1995 Cagliari [1]
1995-1996 Atalanta Vice
1997-1998 Lecce Vice
1998 Lecce
2011-2014 Albania Albania Vice
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 15 novembre 2013

Angelo Pereni (Gorla Minore, 12 dicembre 1943Gorla Minore, 11 settembre 2020) è stato un allenatore di calcio e calciatore italiano, di ruolo attaccante.

CarrieraModifica

GiocatoreModifica

Nella sua carriera da calciatore ha giocato in Serie A a cavallo tra gli anni '60 e '70 vestendo le maglie di Legnano, Novara (1965-1966), Catania (dal 1966 al 1972) e Palermo (1972-1973), collezionando 49 presenze complessive in Serie A e 210 presenze e 13 reti in Serie B.

AllenatoreModifica

Diventa allenatore professionista di prima categoria nel 1974. Inizia la sua carriera da allenatore in Serie C. Nella stagione 1978-1979 allena il Giulianova. Poi Teramo, le giovanili della SPAL con Battista Rota allenatore e il Mantova. Poi assume il ruolo di allenatore in seconda di tecnici quali Tarcisio Burgnich, Ottavio Bianchi, Rino Marchesi e Roberto Clagluna. Nella primavera del 1989 sostituisce Marchesi in un Como in difficoltà ma il suo arrivo peggiora le cose portando alla retrocessione.

Dal 1990 al 1994 allena con Emiliano Mondonico il Torino prima di passare al Cagliari come vice di Óscar Tabárez. Poi torna a lavorare con Mondonico all'Atalanta.

Nella stagione 1997-1998 siede come vice di Cesare Prandelli sulla panchina del Lecce. In seguito alle dimissioni del tecnico di Orzinuovi assume la guida della squadra per tre giornate fino all'arrivo di Nedo Sonetti.

Allenatore in seconda dal 2011 al 2014 della Nazionale albanese guidata da Gianni De Biasi, è morto l'11 settembre 2020.[2]

PalmarèsModifica

GiocatoreModifica

Competizioni nazionaliModifica

Novara: 1964-1965

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN32931685 · ISNI (EN0000 0000 1877 657X · GND (DE124499287 · WorldCat Identities (ENviaf-32931685