Angelo Romualdi

fantino italiano
Angelo Romualdi
Nazionalità Italia Italia
Equitazione Equestrian pictogram.svg
Specialità Corse a pelo
Carriera
Palio di Siena
Soprannome Girocche / Gilocche
Esordio 2 luglio 1865
Torre
Ultimo Palio 17 agosto 1876
Bruco
Vittorie 5 (su 21 corse)
Ultima vittoria 17 agosto 1876
Bruco
 

Angelo Romualdi detto Girocche[1] (Empoli, 7 marzo 1840 – ...) è stato un fantino italiano.

Corse il Palio di Siena per 21 volte, vincendo in 5 occasioni: la prima il 17 agosto 1873 per la Chiocciola, l'ultima il 17 agosto 1876 per il Bruco. Così lo descrisse Wolfgang Helbig, dopo aver assistito al Palio vinto il 16 agosto 1874[2]:

«È un uomo di circa trent'anni, di statura bassa, ma proporzionata. La sua fisionomia generalmente regolare mostra una fronte larga e bassa, occhi scuri e penetranti, baffi e pizzo neri, ed il suo colorito rosso-brunastro pare accenni che egli, come generalmente i vincitori dai più antichi tempi fino ai presenti, non sia nemico dei doni di Bacco.»

Girocche visse il suo periodo di maggior successo tra il 1873 ed il 1876, anno del suo personale "cappotto": vinse infatti 5 volte su 8 Palii corsi, sempre per una Contrada differente. Vinse anche un Palio "alla romana"[3] considerato però non ufficiale, corso il 17 agosto 1874 nel piazzale interno dell'ex fortezza di S. Barbera.

L'ultima presenza in Piazza di Girocche è datata 2 luglio 1877, e coincide con il Palio prima sospeso e poi annullato e non assegnato. Accadde infatti che tutti i fantini al canape caddero, avendolo trovato teso al momento della partenza. Tutti si rialzarono, fatta eccezione per Girocche, il quale rimase immobile sul tufo senza dare segni di vita. La verità era però un'altra: Girocche era in preda ad una enorme sbornia che gli impediva di montare a cavallo. Fu pertanto squalificato per due anni, e la relazione dell'epoca ne spiega i motivi[4]:

«[...] il fantino della contrada della Lupa caduto da cavallo alla mossa, gettò lo spavento e la costernazione in molti spettatori che lo credevano morto o gravemente ferito, mentre che effettivamente non aveva riportato che alcuna lesione ed era in stato di ubriachezza eccessiva che lo impediva di reggersi in piedi e gli aveva tolto i sensi.»

Scontata la squalifica, avrebbe dovuto correre il 17 agosto 1879 per il Drago: cadde però dopo la terza mossa non valida, e venne portato in ospedale.

Presenze al Palio di SienaModifica

Le vittorie sono evidenziate ed indicate in neretto.

Palio Contrada Cavallo
2 luglio 1865 Torre Morello di M. Mersi
16 agosto 1865 Tartuca Bao di E. Cecconi
2 luglio 1867 Tartuca Baio di L. Grandi
15 agosto 1867 Bruco Morello di S. Rogani
2 luglio 1868 Torre Morello di G. Merlotti
16 agosto 1868 Onda Grigio di L. Grandi
4 luglio 1869 Istrice Morello di M. Guerrini
3 luglio 1870 Onda Baio di F. Ciabattini (scosso)
15 agosto 1870 Istrice Baio di L. Venturini
2 luglio 1871 Giraffa Morello di G. Bianciardi
15 agosto 1871 Istrice Grigio di L. Grandi
2 luglio 1872 Aquila Morello di G. Montaini
2 luglio 1873 Civetta Morello di G. Montaini
17 agosto 1873 Chiocciola Grigio di G. Pisani
2 luglio 1874 Onda Baio di A. Amaddii (scosso)
16 agosto 1874 Drago Grigio di L. Pisani
4 luglio 1875 Nicchio Morello di A. Franci (scosso)
16 agosto 1875 Selva Baio di G. B. Giardi
17 agosto 1875 Nicchio Grigio di L. Pisani
2 luglio 1876 Civetta Baio di E. Fineschi
17 agosto 1876 Bruco Baio di A. Amaddii

NoteModifica

  1. ^ Detto anche Gilocche.
  2. ^ L'aspetto fisico di Angelo Romualdi detto Girocche, ilpalio.org. URL consultato il 12 aprile 2011.
  3. ^ Il "Palio alla romana" consisteva nel far correre 9 (oppure 12) contrade divise in tre batterie da 3 (oppure da 4) ciascuna, a eliminazione diretta. Le vincenti delle batterie disputavano la "finale" e la contrada vincente si aggiudicava il Palio.
  4. ^ Luca Luchini, Palio XX secolo: una città fra realtà e leggenda, Tip. Senese Ed., 1985.

Collegamenti esterniModifica

  Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Biografie