Anitec-Assinform

Anitec-Assinform
Associazione italiana per l'Information and Communication Technology
Sede ASSINFORM Roma.jpg
Sede a Roma, Via Barberini, 11
TipoOrganizzazione di industriali
Affiliazione internazionaleConfindustria
Fondazione2017
ScopoTutela degli interessi degli imprenditori,
Sistemi informativi
Sede centraleItalia Roma
Area di azioneItalia Italia
PresidenteItalia Marco Gay[1]
Lingua ufficialeitaliano
Sito web

Anitec-Assinform è l'associazione italiana delle tecnologie dell'informazione legata a Confindustria. È un'associazione nazionale che racchiude al suo interno le principali aziende di information and communication technology che operano sul mercato italiano. Da settembre 2017, a seguito della fusione con Anitec, nasce una più forte rappresentanza del settore nell’ambito di Confindustria, secondo la riforma in atto del sistema confindustriale.

Tra i suoi membri annovera oltre 400 aziende IT[2] e associazioni.

È membro dell'Istituto europeo per le norme di telecomunicazione (ETSI).[3]

StoriaModifica

Fondata nel 1947 e aderente a Confindustria, Assinform nasce come Associazione dei produttori di macchine per ufficio[4] e comincia a interessarsi all'universo IT negli anni '70 e '80.[5] Nel 1998 Assinform aderisce a Federcomin che, nell'ambito di Confindustria, rappresenta il settore TIC presso il mondo politico-istituzionale europeo e italiano. Nel novembre 2005, rinasce come la nuova Associazione dell'IT italiana frutto della fusione tra le associazioni del settore, presenti storicamente in Confindustria: AITech (ex Anasin) e Assinform.[6] Nel settembre 2017, rinasce come la nuova Associazione del TIC frutto della fusione con un'altra associazione del settore presente storicamente in Confindustria: Anitec.

OrganizzazioneModifica

L'associazione è guidata da un presidente, eletto ogni quattro anni. È affiancato da un board, Consiglio Generale e Consiglio di Presidenza, composto da 10 membri (vice presidenti e presidenti di area[7]), cui sono affidate deleghe operative. La direzione generale coordina tutta la struttura, dal centro studi, alle relazioni esterne, alle risorse umane. L'attuale Presidente è Marco Gay.

L'associazione ha sede a Roma e a Milano.

I gruppi di lavoroModifica

I gruppi di lavoro organizzano conferenze, gestiscono incontri di lavoro e pubblicano documenti tecnici.

  • Comitato Studi ed Indirizzi Strategici
  • Comitato Internazionalizzazione
  • Comitato Sostegno alla R&S&I
  • Commissione Ambiente
  • Infrastrutture
  • Comitato Radiocomunicazioni
  • Comitato IoT & Cloud
  • Task Force Copyright Levies
  • Meccatronica 4.0
  • Habitat Digitale
  • Dematerializzazione e fatturazione elettronica
  • Sanità digitale
  • Commercio elettronico

Rapporto Anitec-Assinform "Il Digitale in Italia"Modifica

Il Rapporto Assinform sull'informatica e le telecomunicazioni[8] oggi denominato "Il Digitale in Italia" è la pubblicazione, consolidata e storica (nel 2013 ha raggiunto la 43ª edizione), realizzato da Anitec-Assinform per monitorare le evoluzioni del mercato TIC[9] nel contesto economico nazionale e internazionale, fornendo indicazioni sugli sviluppi futuri del settore e sui suoi impatti sull'economia nazionale - analizzata per mercati "verticali" - a supporto di azioni e di politiche conseguenti, da proporre al mercato e alle istituzioni. Rapporto cui fanno da corollario numerosi studi, per settori applicativi e verticali.

NoteModifica

  1. ^ Ad Digital Magics Italia
  2. ^ Rapporto Assinform, Profili aziende associate, p. 90.
  3. ^ (EN) List of All ETSI Full Members - ETSI Associate Members - Observers - Counsellors
  4. ^ Assinform, Associazione costruttori macchine, attrezzature per ufficio e per il trattamento delle informazioni (C), Milano ASSINFORM, 1989, p. 1.
  5. ^ Rapporto Assinform, Introduzione, p. 5.
  6. ^ Copia archiviata, su assinform.it. URL consultato il 31 gennaio 2014 (archiviato dall'url originale il 2 febbraio 2014).
  7. ^ Copia archiviata, su assinform.it. URL consultato il 31 gennaio 2014 (archiviato dall'url originale il 2 febbraio 2014).
  8. ^ Valentina Cioli, Modelli di business e creazione di valore nella new economy, p. 20.
  9. ^ Ubaldo Comite, Aspetti tecnologici ed efficacia gestionale dell'e-procurement in sanità., p. 46.

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica