Anna Löwenstein

Esperantista britannica

Anna Löwenstein (8 marzo 1951) è un'esperantista britannica.

Anna Löwenstein

BiografiaModifica

Nata nei pressi di Londra, ha scoperto l'esperanto da adolescente, dopo avere trovato in un libro di testo il recapito della British Esperanto Association.[1]

Ha lavorato per l'Associazione mondiale di esperanto 1977-1981. Con il nome di Anna Brennan ha fondato la rivista femminista Sekso kaj Egaleco 1979-1988,[2]

Ha curato la sezione "linguaggio semplice" di Kontakto (rivista ufficiale del TEJO - World Eo Youth Org) tra il 1983 e il 1986.[2]

Ha scritto alcuni saggi e due romanzi. Il suo romanzo storico The Stone City (La Ŝtona Urbo), è stato pubblicato per la prima volta in inglese ed esperanto nel 1999 e da allora è stato tradotto in francese (2010) e ungherese (2014). Il suo secondo romanzo Morto de artisto (2008) è stato pubblicato in esperanto.

È nota come giornalista, insegnante e attivista nel movimento dell'Esperanto, ed è membro dell'Accademia dell'Esperanto dal 2001.

È sposata con Renato Corsetti, ex presidente della World Esperanto Association. La coppia (due i figli) ha vissuto in Italia dal 1981, ma dal 2015 vive nel Regno Unito.

È stata nominata "esperantista dell'anno 2019".[3]

OpereModifica

NoteModifica

  1. ^ (EN) Jose Luis Penarredonda, The invented language that found a second life online, su www.bbc.com. URL consultato il 28 febbraio 2020.
  2. ^ a b (EN) Geoffrey Sutton, Concise Encyclopedia of the Original Literature of Esperanto, 1887-2007, Mondial, 2008, ISBN 978-1-59569-090-6. URL consultato il 28 febbraio 2020.
  3. ^ (EO) Anna Löwenstein: la Esperantisto de la Jaro 2019 - La Ondo de Esperanto, in La Ondo de Esperanto, 14 dicembre 2019. URL consultato il 28 febbraio 2020 (archiviato dall'url originale il 18 dicembre 2019).
Controllo di autoritàVIAF (EN98022818 · ISNI (EN0000 0001 1000 4353 · LCCN (ENnb99057158 · GND (DE1042921776 · WorldCat Identities (ENlccn-nb99057158