Anna Maria Guarnieri

attrice teatrale, attrice cinematografica e doppiatrice italiana

Anna Maria Guarnieri (Milano, 20 agosto 1934[1]) è un'attrice e doppiatrice italiana.

Anna Maria Guarnieri nel 1958 circa

È divenuta popolare grazie ai ruoli interpretati in alcuni sceneggiati televisivi dalla fine degli anni cinquanta ai primi anni settanta.

BiografiaModifica

È figlia del grande direttore d'orchestra Antonio Guarnieri. Studia per due anni all'Accademia dei filodrammatici di Milano, quindi per due anni alla scuola del Piccolo Teatro, dalla quale viene espulsa per indisciplina[2]. Debutta nel 1954, ancora diciannovenne, in Quando la luna è blu di Frederick Hugh Herbert, accanto a Enrico Maria Salerno e Luigi Cimara[3] («È nata un'attrice» il giudizio di Silvio D'Amico[4]). Nello stesso anno entra nella Compagnia dei Giovani, il cui nucleo è costituito da Romolo Valli, Giorgio De Lullo, Rossella Falk, Elsa Albani; interpretando con successo ruoli drammatici, come Anna Frank, e più leggeri come Gigi, dall'omonimo romanzo di Colette. L'esperienza con la Compagnia dei Giovani termina nel 1963 con la tournée nell'Europa Orientale[5].

 
Anna Maria Guernieri e Giorgio De Lullo nel 1958

Dopo l'Estate teatrale veronese del 1963, passa alle regie di Franco Zeffirelli negli anni 1963-1968, tra le quali La lupa con Anna Magnani al Maggio Musicale Fiorentino[6]. Nel 1972 entra come prima attrice nella compagnia Teatro Opera 2 fondata dal regista Missiroli[7]. Con Missiroli, al Teatro Stabile di Torino, recita in opere di Carlo Goldoni, Luigi Pirandello, August Strindberg, Anton Čechov (Sonia in Zio Vanja, ruolo a cui afferma di tenere moltissimo), Shakespeare, John Webster, Frank Wedekind. Poi con Luca Ronconi.

Per la televisione, recita negli sceneggiati La cittadella, E le stelle stanno a guardare e David Copperfield, diretti da Anton Giulio Majano, nonché ne L'idiota e in Umiliati e offesi, diretti rispettivamente da Giacomo Vaccari e Vittorio Cottafavi. L'ultimo ruolo in televisione è stato nell'adattamento de La contessina Mizzi di Arthur Schnitzler trasmesso nel 1986[8].

Nel cinema lavora con Mauro Bolognini, Pasquale Festa Campanile, Enzo Muzii.

Negli anni novanta interpreta soprattutto i grandi ruoli tragici del teatro di Euripide (Clitennestra, in Ifigenia in Tauride) e Pirandello (La ragione degli altri).

Nel 2001 le viene conferito il premio Ugo Betti alla carriera.

Nel 2010 sposa a Udine l'attore Luciano Virgilio[9].

TeatroModifica

FilmografiaModifica

CinemaModifica

TelevisioneModifica

 
Anna Maria Guarnieri ne Il crogiuolo (1971)

RadioModifica

DoppiaggioModifica

Film (parziale)Modifica

RiconoscimentiModifica

OnorificenzeModifica

  Grande Ufficiale Ordine al Merito della Repubblica Italiana
— Roma, 1996. Di iniziativa del Presidente della Repubblica[13].

NoteModifica

  1. ^ Elenco Artisti Settore Audiovisivo Rappresentati da Nuovo IMAIE (al 31/01/2014) (PDF), su areasoci.nuovoimaie.it, IMAIE. URL consultato il 23 gennaio 2018 (archiviato dall'url originale il 17 settembre 2015).
  2. ^ Federica Marengo, Anna Maria Guarnieri: "L'attrice ribelle", su quotidianoitalia.it, 20 giugno 2016.
  3. ^ Hugh F. Herbert, Quando la luna è blu, in Il Dramma, n. 209, 15 luglio 1954, pp. 5-34.
  4. ^ Antonio Gnoli, Anna Maria Guarnieri: "Il pubblico mente: ti applaude e poi fuori dal teatro ti critica", su la Repubblica, 20 ottobre 2014.
  5. ^ Franco Saltarelli, Cronaca ultima, "Il Dramma", n. 320, maggio 1963, pp. 88-89
  6. ^ Raul Radice, A Firenze «La lupa» di Verga con Anna Magnani protagonista, su Corriere della Sera, 17 maggio 1965, p. 13.
  7. ^ Carlo Galimberti, Mario Missiroli mette sotto accusa il pubblico milanese: «Il teatro è meglio farlo a Roma», su Corriere della Sera, 11 settembre 1973, p. 13.
  8. ^ Radiocorriere TV, n. 20, 1986, p. 72
  9. ^ Luciano Virgilio e Annamaria Guarnieri si sono sposati a Udine, su Messaggero Veneto, 30 maggio 2010.
  10. ^ Corriere della Sera, 21 maggio 1986, p. 22
  11. ^ Alla Guarnieri che recita Macchia un premio Idi, Corriere della Sera, 6 dicembre 1993, p. 31
  12. ^ Premio Ugo Betti per la Drammaturgia su ugobetti.it
  13. ^ Guarnieri Sig.ra Anna Maria su quirinale.it

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN89835740 · ISNI (EN0000 0000 7852 004X · SBN IT\ICCU\LO1V\088010 · BNF (FRcb16051166g (data) · WorldCat Identities (ENviaf-89835740