Annaffiatoio

utensile agricolo per l'irrigazione di fiori e piante da vaso o piccoli giardini

L'annaffiatoio, comunemente chiamato innaffiatoio[1] o bagnafiori[2] come ben illustrato dall'Accademia della Crusca, è un utensile agricolo e da giardinaggio atto a contenere acqua per bagnare specificatamente fiori o piante da vaso o piccoli giardini. Si può usare sia per la semplice irrigazione che per la concimazione, aggiungendo all'acqua concimi liquidi o solubili.

Annaffiatoio in metallo.
Vari annaffiatoio in metallo.
Un annaffiatoio in plastica.

CaratteristicheModifica

Generalmente l'annaffiatoio è composto da:

  • serbatoio, che oltre a contenere il liquido svolge anche funzioni portanti
  • condotto di uscita del liquido, in posizione avanzata alta per permettere al liquido di fuoriuscire solo se si inclina l'annaffiatoio
  • impugnatura
  • diffusore a pioggia, per non rovinare le piante con un getto troppo potente, si installa sul beccuccio.

Gli annaffiatoi sono spesso realizzati in materiali termoplastici o anche in metallo, i primi dei colori più disparati e fantasiosi, i secondi solitamente zincati o verniciati. Inoltre esistono annaffiatoi in altri materiali come la ceramica.

In commercio si trovano modelli con capacità variabili da 0,5 litri a 10 litri, raramente anche da 17 litri.

NoteModifica

  1. ^ Consulenza Accademia della Crusca: Si devono innaffiare o annaffiare le piante?, su accademiadellacrusca.it.
  2. ^ Annaffiatoi per giardini, balconi e terrazzi - Chiamali anche Innaffiatoi se vuoi, in L'eden di Fiori e Piante, 29 aprile 2016. URL consultato il 4 dicembre 2016.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Annaffiatoi, tutto quello che c'è da sapere su www.EdenDeiFiori.it

Controllo di autoritàThesaurus BNCF 56634