Apri il menu principale

Annibale Albani

cardinale italiano
Annibale Albani
cardinale di Santa Romana Chiesa
Annibale Albani.jpg
Ritratto del cardinale Albani, opera di Pier Leone Ghezzi del 1712
Template-Cardinal (Bishop).svg
 
Incarichi ricoperti
 
Nato15 agosto 1682 ad Urbino
Ordinato diacono18 settembre 1712
Ordinato presbitero28 ottobre 1722
Nominato vescovo24 luglio 1730 da papa Clemente XII
Consacrato vescovo15 agosto 1730 dal cardinale Francesco Barberini
Creato cardinale23 dicembre 1711 da papa Clemente XI
Deceduto21 ottobre 1751 (69 anni) a Roma
 

Annibale Albani (Urbino, 15 agosto 1682Roma, 21 ottobre 1751) è stato un cardinale e vescovo cattolico italiano.

BiografiaModifica

Nacque a Urbino il 15 agosto 1682, figlio di Orazio Albani (1652-1712), che era fratello di papa Clemente XI, e Maria Bernardina Ondedei-Zonghi. Il fratello minore, Alessandro, fu anch'egli cardinale e famoso collezionista d'arte.

Nel 1709, durante la guerra di successione spagnola, fu nominato nunzio pontificio a Vienna con l'obiettivo di difendere i diritti feudali della Santa Sede e di bonificare i territori occupati dall'Impero, scopo alla fine sventato dalla morte dell'Imperatore Giuseppe I in 1711. Nel 1710 si recò a Dresda, dove fu determinante nel garantire la conversione del futuro re Augusto III di Polonia dal luteranesimo al cattolicesimo romano. Fu elevato al rango di cardinale nel concistoro del 23 dicembre 1711.

Il 24 luglio 1730 fu nominato vescovo di Sabina e il 9 settembre 1743 vescovo di Porto e Santa Rufina.

Per lungo tempo, dal 29 marzo 1719 al 23 febbraio 1747, ricoprì la carica di cardinale camerlengo e fino alla nomina a cardinale del fratello, effettuata da Innocenzo XIII, è stato il porporato italiano più giovane.

Come mecenate della letteratura ecclesiastica, lasciò una preziosa biblioteca, una galleria di dipinti e sculture e un gabinetto di monete che alla fine venne aggiunto alla collezione del Vaticano.

Ha curato, in due volumi, le lettere, i brevi e le bolle di Clemente XI (1724), il Menologium Græcorum (1727) e le memorie storiche di Urbino (1722-24).

Morì il 21 ottobre 1751 all'età di 69 anni.

Genealogia episcopaleModifica

Successione apostolicaModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN61780940 · ISNI (EN0000 0000 6133 2771 · SBN IT\ICCU\UBOV\370360 · LCCN (ENnr91030904 · GND (DE116275235 · BNF (FRcb14518934h (data) · BAV ADV10286512 · CERL cnp00113067 · WorldCat Identities (ENnr91-030904