António Calvário

cantante portoghese
António Calvário
António Calvário.jpg
Il cantante nel 1964
NazionalitàPortogallo Portogallo
GenerePop
Periodo di attività musicaleanni 1950 – ?
Album pubblicati4

António Calvário da Paz (Maputo, 17 ottobre 1938) è un cantante portoghese.

Dopo aver vinto il primo Festival da Canção, ha rappresentato il Portogallo all'Eurovision Song Contest 1964 con il brano Oração, classificandosi ultimo con 0 punti.[1]

BiografiaModifica

Nato a Lourenço Marques (oggi Maputo), allora capitale del Mozambico portoghese, all'età di 8 anni si trasferì con la famiglia in Portogallo, nella città di Portimão, dove inizia a prendere lezioni di canto da sua nonna, la soprano Corina Freire.

Nel 1960 ha preso parte al Festival da Canção Portuguesa, un festival musicale non competitivo organizzato dall'emittente portoghese Emissora Nacional de Radiodifusão, con il suo singolo di debutto, Regresso. Successivamente collabora con la cantante Maria de Lourdes Resende, pubblicando l'EP O papá e a mamã.[2]

Nel 1964 ha preso parte al primo Festival da Canção con il brano Oração, vincendo il concorso e ottenendo il diritto di rappresentare il Portogallo all'Eurovision Song Contest 1964. Nonostante la vittoria in patria, il brano si classificò al 13º e ultimo posto, con i brani di Germania Ovest, Jugoslavia e Svizzera.[1]

DiscografiaModifica

AlbumModifica

  • 1973 - Regresso
  • 1977 - António Calvário
  • 2000 - Volta
  • Amor sem ti

EPModifica

  • 1960 - O papá e a mamã (con Maria de Lourdes Resende)
  • 1961 - Oração de amor
  • 1961 - 3º Festival da Canção Portuguesa (con Maria de Fátima Bravo)
  • 1961 - Melodias de sempre Nº 3 (con Maria Fernanda Soares e Maria Cândida)
  • 1962 - A terra (con Maria Zé e Maria de Lourdes Resende)
  • 1962 - Perdão para dois
  • 1967 - Canções de Natal
  • 1967 - O vento mudou

SingoliModifica

  • 1964 - Oração

NoteModifica

  1. ^ a b (EN) Eurovision Song Contest 1964, su eurovision.tv. URL consultato il 19 marzo 2020.
  2. ^ Biografia, macua.org

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN8464009 · ISNI (EN0000 0001 1467 3239 · Europeana agent/base/55812 · LCCN (ENnb2004303111 · GND (DE129389226 · WorldCat Identities (ENlccn-nb2004303111