Anthology 3

album dei The Beatles del 1996
Anthology 3
ArtistaThe Beatles
Tipo albumRaccolta
Pubblicazione28 ottobre 1996
Durata145:36
Dischi2
Tracce50
GenerePop
Rock
EtichettaApple Records
ProduttoreGeorge Martin
The Beatles - cronologia
Album precedente
(1996)

Anthology 3 è una raccolta del gruppo musicale britannico The Beatles, terzo ed ultimo doppio CD della serie Anthology.

L'album è stato pubblicato in Gran Bretagna il 28 ottobre 1996 e negli Stati Uniti il giorno seguente.

DescrizioneModifica

La terza coppia di CD percorre il periodo della produzione discografica del gruppo dal maggio del 1968 fino all'ultima registrazione che risale al 3 gennaio 1970. Le incisioni ebbero luogo principalmente negli studi della EMI in Abbey Road; e in misura minore negli Apple Studios, installati nella sede della Apple Corps in Savile Row, dove si registrarono i brani per l'album Let It Be. Sono presenti inoltre sette tracce delle venticinque incise nella casa di George Harrison a Esher, composizioni realizzate nel ritiro indiano di Rishikesh che furono fissate su nastro nel maggio 1968 e che compongono la Esher session. Benché la produzione musicale dei Beatles si svolgesse ormai da tempo esclusivamente in studio, un brano di Anthology 3 riprende una registrazione dal vivo: si tratta di Get Back, eseguita dal gruppo a fine gennaio 1969 nel Rooftop Concert, che prende il nome dal luogo dove i Beatles dettero la loro ultima esibizione live: il tetto dell'edificio di Savile Row.

Come già accaduto per i due precedenti volumi della serie (con Free as a Bird in Anthology 1 e Real Love in Anthology 2), anche questa terza raccolta si sarebbe dovuta aprire con un demo, Now and Then, realizzato inizialmente dal solo John Lennon e rivisitato e risuonato per l'occasione dai tre rimanenti membri del gruppo.[senza fonte] Tale decisione fu però accantonata e si scelse come prima traccia un brano strumentale, A Beginning, inizialmente pensato per il White Album[1].

Anche Anthology 3 all'uscita raggiunse il primo posto. Fu la prima volta che un artista arrivava direttamente per tre volte consecutive in cima alla classifica di Billboard[2].

TracceModifica

Disco 1Modifica

  1. A Beginning – 0:48 (Martin)Reg: 22 luglio 1968; introduzione di Don't Pass Me By, non utilizzata e inedita
  2. Happiness is a Warm Gun – 2:12 – Reg: maggio 1968; uno dei demo acustici per il White Album, registrato a Esher, a casa di George Harrison
  3. Helter Skelter – 4:35 – Reg: 18 luglio 1968, take 2; ridotta rispetto all'originale di 12:35; la versione pubblicata nel White Album è la take 21
  4. Mean Mr. Mustard – 1:57 – Reg: maggio 1968; uno dei demo acustici per il White Album, registrato a Esher, a casa di George Harrison
  5. Polythene Pam – 1:25 – Reg: maggio 1968; uno dei demo acustici per il White Album, registrato a Esher, a casa di George Harrison
  6. Glass Onion – 1:49 – Reg: maggio 1968; uno dei demo acustici per il White Album, registrato a Esher, a casa di George Harrison
  7. Junk – 2:22 (McCartney)Reg: maggio 1968; uno dei demo acustici per il White Album, registrato a Esher, a casa di George Harrison
  8. Piggies – 1:59 (Harrison)Reg: maggio 1968; uno dei demo acustici per il White Album, registrato a Esher, a casa di George Harrison
  9. Honey Pie – 1:18 – Reg: maggio 1968; uno dei demo acustici per il White Album, registrato a Esher, a casa di George Harrison
  10. Don't Pass Me By – 2:41 (Starkey)Reg: 5/6 giugno 1968, take 3 e 5; base strumentale dalla take 3, voce dalla take 5; la versione pubblicata nel White Album è la take 7
  11. Ob-La-Di, Ob-La-Da – 2:54 – Reg: 3/4/5 luglio 1968, take 5; la versione pubblicata nel White Album è la take 23
  12. Good Night – 2:35 – Reg: 28 giugno (prova) e 22 luglio 1968 (take 34); la prova finiva in modo indefinito, così è stata montata con la take pubblicata nel White Album
  13. Cry Baby Cry – 2:44 – Reg: 16 luglio 1968, take 1; la versione pubblicata nel White Album è la take 12
  14. Blackbird – 2:15 – Reg: 11 giugno 1968, take 4; la versione pubblicata nel White Album è la take 32
  15. Sexy Sadie – 4:04 – Reg: 19 luglio 1968, take 6; la versione pubblicata nel White Album è la take 117
  16. While My Guitar Gently Weeps – 3:24 (Harrison)Reg: 25 luglio 1968, demo acustico
  17. Hey Jude – 4:19 – Reg: 29 luglio 1968, take 2; la versione pubblicata è la take 26
  18. Not Guilty – 3:20 (Harrison)Reg: 8/9/12 agosto 1968, take 102; canzone registrata per il White Album poi scartata
  19. Mother Nature's Son – 3:15 – Reg: 9 agosto 1968, take 2; la versione pubblicata nel White Album è la take 26
  20. Glass Onion – 2:07 – Reg: 11/12/13/16/26 settembre 1968, take 33, mix inedito, con alcuni effetti sonori. Venne poi realizzato un nuovo mix con gli archi, e questo rimase inedito
  21. Rocky Raccoon – 4:10 – Reg: 15 agosto 1968, take 8; la versione pubblicata nel White Album è la take 10
  22. What's the New Mary Jane – 6:06 – Reg: 14 agosto 1968, take 4; probabilmente la più famosa outtake beatlesiana, più volte pubblicata su bootleg
  23. Step Inside Love/Los Paranoias – 2:29 – Reg: 16 settembre 1968, jam di studio condotta da Paul McCartney
  24. I'm So Tired – 2:11 – Reg: 8 ottobre 1968, take 3, 6, e 9; un montaggio di queste tre take; quella pubblicata sul White Album è la take 14
  25. I Will – 1:53 – Reg: 16 settembre 1968, take 1; la take pubblicata sul White Album è la 68
  26. Why Don't We Do It in the Road? – 2:13 – Reg: 9 ottobre 1968, take 4; la versione pubblicata sul White Album è la take 6
  27. Julia – 1:56 – Reg: 13 ottobre 1968, take 2; la versione pubblicata sul White Album è la take 3

Disco 2Modifica

  1. I've Got a Feeling – 2:47 – Reg: 23 gennaio 1969
  2. She Came In Through the Bathroom Window – 3:35 – Reg: 22 gennaio 1969
  3. Dig a Pony – 4:17 – Reg: 22 gennaio 1969
  4. Two of Us – 3:23 – Reg: 24 gennaio 1969
  5. For You Blue – 2:17 (Harrison)Reg: 25 gennaio 1969
  6. Teddy Boy – 3:15 (McCartney)Reg: 24 e 28 gennaio 1969
  7. Medley – 3:07 – Reg: 26 gennaio 1969
  8. The Long and Winding Road – 3:38 – Reg: 26 gennaio 1969
  9. Oh! Darling – 4:06 – Reg: 27 gennaio 1969
  10. All Things Must Pass – 3:01 (Harrison)Reg: 25 febbraio 1969
  11. Mailman, Bring Me No More Blues – 1:52 (Roberts, Katz, Clayton)Reg: 29 gennaio 1969
  12. Get Back – 3:05 – Reg: 30 gennaio 1969
  13. Old Brown Shoe – 2:59 (Harrison)Reg: 25 febbraio 1969
  14. Octopus's Garden – 2:47 (Starkey)Reg: 26 aprile 1969, take 2; la versione pubblicata su Abbey Road è la take 8
  15. Maxwell's Silver Hammer – 3:46 – Reg: 9 luglio 1969, take 5
  16. Something – 3:16 (Harrison)Reg: 25 febbraio 1969
  17. Come Together – 3:36 – Reg: 21 luglio 1969, take 1; la versione pubblicata su Abbey Road è la take 9
  18. Come and Get It – 2:25 (McCartney)Reg: 24 luglio 1969
  19. Ain't She Sweet – 2:05 (Ager, Yellen)Reg: 24 luglio 1969
  20. Because – 2:17 – Reg: 1 e 4 agosto 1969
  21. Let It Be – 4:02 – Reg: 25 gennaio 1969
  22. I Me Mine – 1:45 (Harrison)Reg: 3 gennaio 1970, take 16
  23. The End – 2:49 – Reg: 23 luglio e 5, 7, 8, 15, 18 agosto 1969; accordo finale 22 febbraio 1967

FormazioneModifica

The Beatles
Altri musicisti
Crediti

NoteModifica

  1. ^ Mark Lewisohn, booklet di The Beatles Anthology 3, Apple Records, 1996, pag. 4.
  2. ^ (EN) Walter Everett, The Beatles as Musicians - Revolver through the Anthology, Oxford University Press, Oxford/New York, 1999, pag. 292.

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Rock: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di rock