Antimo I di Costantinopoli

arcivescovo bizantino
Antimo I
Patriarca di Costantinopoli
Elezione535
Fine patriarcato536
PredecessoreEpifanio
SuccessoreMena

Antimo I o Antimio[1] (... – ...) è stato il patriarca di Costantinopoli dal 535 al 536[1].

Dopo essere stato vescovo di Trebisonda,[1] si recò a Costantinopoli; grazie all'intercessione dell'imperatrice Teodora fu eletto patriarca alla morte di Epifanio di Costantinopoli.

Dopo la sua adesione al monofisismo, papa Agapito I lo fece deporre dall'imperatore Giustiniano e fu scomunicato.[1]

In seguito condusse una vita ascetica presso il palazzo imperiale.

Delle sue opere restano tre lettere scritte in siriaco e frammenti in greco del Sermo ad Iustinianum.

NoteModifica

  1. ^ a b c d PadriBenedettini, p.422.

BibliografiaModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN29921295 · GND (DE102422060 · CERL cnp00286888 · WorldCat Identities (ENviaf-29921295