Antioco (figlio di Cratida)

funzionario e sacerdote egizio del III secolo a.C.

Antioco (in greco antico: Αντίοχος, Antíochos; Aptera, ... – ...) è stato un funzionario, militare e sacerdote egizio vissuto nel III secolo a.C.

BiografiaModifica

Figlio di un certo Cratida e proveniente dalla città di Aptera a Creta, Antioco nel 267 a.C., all'inizio della guerra cremonidea, era uno dei comandanti della forza egizia inviata in Attica.[1] Fu in seguito nominato sacerdote eponimo di Alessandro nel 248/247 a.C.[1]

Probabilmente fu lui l'Antioco che, intorno al 246-245 a.C. e guadagnato un posto di prestigio a tal punto da essere chiamato "amico" (philos) del re Tolomeo III Evergete, fu nominato governatore militare (στρατηγός, strategós) di Cilicia, regione appena riconquistata all'impero seleucide.[2]

NoteModifica

BibliografiaModifica

Fonti primarie
Fonti storiografiche moderne
  • Kostas Buraselis, Mary Stefanou, Dorothy J. Thompson, The Ptolemies, the Sea and the Nile: Studies in Waterborne Power, Cambridge University Press, 2013, ISBN 9781107033351.
  • Christian Habicht, The Hellenistic Monarchies: Selected Papers, University of Michigan Press, 2006, ISBN 9780472111091.