Antonino Recca

chimico e accademico italiano
Antonino Recca

Rettore dell'Università degli Studi di Catania
Durata mandato 3 ottobre 2006 –
28 febbraio 2013
Predecessore Ferdinando Latteri
Successore Giacomo Pignataro

Dati generali
Titolo di studio Laurea in chimica
Università Università degli studi di Catania
Professione Docente universitario

Antonino Recca (Catania, 17 dicembre 1949) è un chimico e accademico italiano.

BiografiaModifica

Dopo essersi laureato in chimica nel 1973 a pieni voti presso l'Università degli studi di Catania, è stato assistente di chimica organica industriale e fisica tecnica e per un breve periodo ha svolto ricerca anche a Colonia.

Dal 1986 è Professore ordinario. Successivamente ha ricevuto anche la cattedra di Scienza e Tecnologia dei materiali e coordinatore di due dottorati presso la facoltà di Ingegneria.

Nel 1999 viene eletto Preside della facoltà di Ingegneria mantenendo l'incarico fino al 2005.

Nel 2006 è eletto Magnifico Rettore dell'Università degli Studi di Catania. Nel 2009 viene rieletto ed è rimasto in carica fino al 2013.

È autore di oltre 100 pubblicazioni a più nomi su riviste nazionali e internazionali e di numerose comunicazioni a convegni nazionali e internazionali.

Il 7 luglio 2010 viene nominato presidente del coordinamento regionale dell'UDC,[1] carica da cui si dimette il 13 gennaio 2011 per incompatibilità con la carica di Rettore.[2]

Caso mailgateModifica

L’ex rettore Antonino Recca è stato condannato ad un anno di reclusione per utilizzazione dei dati segreti a fini non patrimoniali. Il Tribunale infine ha stabilito il pagamento del risarcimento a 20 mila euro.[3] Il procedimento, ribattezzato Mailgate, nasce dal caso sollevato nel 2012 da alcuni studenti che avevano ricevuto delle mail di propaganda elettorale dall’indirizzo di posta elettronica dell’Università. Più di ventiduemila mail di propaganda elettorale sono state inviate a docenti e studenti residenti in provincia di Catania e iscritti alla mailing list dell’Università, un indirizzario riservato a comunicazioni di carattere didattico.

OnorificenzeModifica

  Commendatore dell'Ordine al merito della Repubblica italiana
— 2 giugno 2010[4]

NoteModifica

Collegamenti esterniModifica