Apri il menu principale

Antonio Bartolomeo Bruni

compositore, violinista e direttore d'orchestra italiano

Studio ed esordioModifica

Studiò a Torino con Gaetano Pugnani e forse a Novara con Spezzani (secondo Fétis). Recatosi a Parigi, esordì nel 1780 al Concert Spirituel dove fece rappresentare nel 1786 Corradino, Celestina, Le mariage de J.J. Rousseau, Le major Palmer e altre fino al 1802. Membro dell'orchestra della Commedie italienne e collaboratore con altri al Journal de violon, nel 1789 fu chiamato da Giovanni Battista Viotti a succedere a Niccolò Mestrino come direttore d'orchestra del Theatre de Monsieur, ma tenne l'incarico solo per pochi giorni per dedicarsi interamente alla composizione. Sotto il regime del Terrore ebbe l'incarico di catalogare gli strumenti posseduti dagli emigrati, mentre sotto l'Impero fu nominato primo violino dell'imperatrice Giuseppina.[1]

NoteModifica

  1. ^ "Dizionario di musica", di A.Della Corte e G.M.Gatti, Paravia, 1956, p. 96

BibliografiaModifica

Daniele Trucco, Bartolomeo Bruni, Storia di un musicista rivoluzionario, in «Cuneo Provincia Granda», Anno LI, n. 1, 2003, pp. 57-59.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN12407362 · ISNI (EN0000 0000 8091 6908 · SBN IT\ICCU\ATMV\001932 · LCCN (ENn82106285 · GND (DE116776943 · BNF (FRcb12474036j (data) · CERL cnp01436974 · WorldCat Identities (ENn82-106285
  Portale Musica classica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di musica classica