Apri il menu principale
Antonio Elia Acerbis
Antonio Elia Acerbis.jpg
Acerbis alla Lazio nella stagione 1986-1987
Nazionalità Italia Italia
Altezza 180 cm
Peso 81 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Centrocampista
Ritirato 1992
Carriera
Giovanili
19??-19?? Varese
Squadre di club1
1977-1980 Varese 51 (0)
1980 Udinese 2 (1)
1980-1981 Monza 30 (0)
1981-1984 Bari 108 (5)
1984-1986 Pescara 71 (0)
1986-1989 Lazio 99 (2)
1989-1992 Verona 54 (0)
1992 Giulianova 15 (0)
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Antonio Elia Acerbis (Milano, 31 gennaio 1960) è un ex calciatore italiano, di ruolo centrocampista.

Viene ricordato per la sua reticenza nel rilasciare interviste ai giornalisti[1].

CarrieraModifica

Cresciuto nel vivaio del Varese, venne aggregato alla prima squadra all'età di 17 anni. Esordì in prima squadra (e in Serie B) nella stagione 1977-1978, disputando una sola gara[2], ma trovando più spazio nell'annata successiva, dove marcò 23 presenze[2]: la squadra però arrivò ultima in campionato, retrocedendo in Serie C1. La squadra conquistò subito la promozione nella seconda serie vincendo il Girone A della Serie C1, a cui il centrocampista contribuì con 27 presenze[2]. Durante l'estate 1980 venne acquistato dall'Udinese, squadra con la quale debuttò in Serie A il 21 settembre 1980, in Udinese-Pistoiese 1-1[1], quando siglò il gol del pareggio all'87'[3]. Giocò solo un'ulteriore gara con i bianconeri: venne infatti ceduto al termine del mercato al Monza, in Serie B, con cui disputò trenta gare in campionato[2] anche se la formazione arrivò ultima e retrocesse.

 
Acerbis (accosciato, primo da destra) nel Verona della stagione 1989-1990

Ceduto al Bari, disputò tre stagioni con la squadra pugliese, di cui 2 in Serie B e l'ultima in C1: complessivamente marcò cinque reti in 108 gare[2]. Fu inoltre decisivo in Coppa Italia, segnando il 10 giugno 1984 il gol che al 66' qualificò i baresi alle semifinali della competizione, eliminando la Fiorentina[4]. Ritornò in Serie B con la maglia del Pescara nella stagione 1984-1985, squadra con la quale rimase per due stagioni, giocando 36 partite nella prima stagione[2] e 35 gare nella seconda[2].

Nell'estate 1986 Acerbis venne acquistato dalla Lazio, all'epoca militante in B e coinvolta nella vicenda del Calcio scommesse. Il suo acquisto venne indicato dall'allora mister biancoceleste Eugenio Fascetti, e anche grazie al suo contributo la Lazio riuscì a conquistare la salvezza dopo gli spareggi di Napoli nella stagione 1986-1987, nella quale il mediano fece registrare 37 presenze e 2 reti[2]. Nella stagione successiva i biancocelesti riconquistarono la massima serie arrivando terzi a fine campionato: Acerbis giocò 31 gare[2]. Con la Lazio giocò quindi nel 1988-1989, marcando 29 presenze[2] e contribuendo alla salvezza della compagine romana.

Nel 1989 venne ingaggiato dal Verona, sempre in Serie A, giocando 24 gare[2] nella stagione che vide la retrocessione degli scaligeri a un lustro dalla conquista dello scudetto. La stagione seguente vide il centrocampista giocare 30 gare[2] e i veronesi arrivare secondi in campionato, riconquistando subito la promozione. In Serie A Acerbis non giocò però alcuna gara, venendo relegato al ruolo di riserva: durante il mercato invernale passò al Giulianova, nel quale rimase fino a fine stagione, prima di abbandonare il calcio professionistico per proseguire nei dilettanti.

In carriera ha totalizzato complessivamente 55 presenze e 1a rete in Serie A, e 297 presenze e 4 reti in Serie B.

Dopo il ritiroModifica

Una volta terminata la carriera professionistica, si trasferì alle Seychelles, dove aprì un autonoleggio[1].

StatisticheModifica

Presenze e reti nei clubModifica

Stagione Squadra Campionato
Comp Pres Reti
1976-1977   Varese B 0 0
1977-1978 B 1 0
1978-1979 B 23 0
1979-1980 C1 27 0
Totale Varese 51 0
lug.-set. 1980   Udinese A 2 1
ott. 1980-1981   Monza B 30 0
1981-1982   Bari B 38 1
1982-1983 B 36 1
1983-1984 C1 34 3
Totale Bari 108 5
1984-1985   Pescara B 36 0
1985-1986 B 35 0
Totale Pescara 71 0
1986-1987   Lazio B 37 2
1987-1988 B 31 0
1988-1989 A 29 0
Totale Lazio 99 2
1989-1990   Verona A 24 0
1990-1991 B 30 0
1991-gen. 1992 A 0 0
Totale Verona 54 0
gen.-giu. 1992   Giulianova C2 15 0
Totale 430 8

PalmarèsModifica

Competizioni nazionaliModifica

Varese: 1979-1980 (girone A)
Bari: 1983-1984 (girone B)

NoteModifica

  1. ^ a b c Marco Sappino, Dizionario biografico enciclopedico di un secolo del calcio italiano - Volume 2, Milano, Baldini&Castoldi, 2000, ISBN 88-8089-862-0.
  2. ^ a b c d e f g h i j k l Antonio Elia Acerbis, Legaseriea.it. URL consultato il 25 maggio 2011.
  3. ^ (EN) Italy Championship 1980/81, RSSSF. URL consultato l'8 novembre 2010.
  4. ^ (EN) Coppa Italia 1983/84, RSSSF. URL consultato l'8 novembre 2010.

Collegamenti esterniModifica