Apri il menu principale

Antonio Franco (beato)

vescovo cattolico italiano
Beato Antonio Franco
Beato Antonio Franco.jpg
 

Presbitero

 
NascitaNapoli, 26 settembre 1585
MorteSanta Lucia del Mela, 2 settembre 1626
Venerato daChiesa cattolica
Beatificazione2 settembre 2013

Antonio Franco (Napoli, 26 settembre 1585Santa Lucia del Mela, 2 settembre 1626) è stato un presbitero italiano, venerato come beato dalla Chiesa cattolica.

Antoniofranco1.JPG

BiografiaModifica

Figlio del nobile Orlando e di Anna Francesca Pisana, ottenne la laurea dottrinale in diritto canonico e civile prima del diciassettesimo anno d'età. Non avendo ancora l'età per essere ordinato sacerdote, venne trasferito dal padre a Roma, per completare gli studi ecclesiastici.

Non era trascorso nemmeno un anno dalla permanenza a Roma, quando il padre gli comunicò che doveva trasferirsi in Spagna, alla Corte Reale di Filippo III a Madrid, nell'intento di procurargli una sistemazione conforme alle nobili tradizioni di famiglia. Dopo quattro anni divenne cappellano reale e dopo un decennio di permanenza a corte fu proposto dallo stesso Re a governare la prelatura di Santa Lucia del Mela, divenendo altresì regio consigliere e cappellano maggiore del Regno di Sicilia. Prese possesso della prelatura nullius il 18 maggio 1617.

CultoModifica

 
L'urna del Beato Antonio Franco durante la beatificazione nella Cattedrale di Messina, lunedì 2 settembre 2013

La Chiesa cattolica gli attribuisce diversi miracoli: una sorgente d'acqua durante un periodo di siccità nel paese di San Filippo del Mela (la leggenda è all'origine del culto filippese de “il pozzo”); episodi di “traslazione “o “bilocazione”, guarigioni, ecc. Papa Benedetto XVI il 14 gennaio 2011 ha dichiarato eroiche le sue virtù, attribuendogli il titolo di Venerabile; il 20 dicembre 2012 ha invece riconosciuto un suo miracolo.

È stato beatificato il 2 settembre 2013 dal rappresentante del Papa il cardinale Angelo Amato, prefetto della Congregazione per le cause dei santi, nella basilica concattedrale di Santa Maria Assunta a Santa Lucia del Mela.[1]

L'urna di cristallo in cui era custodito il corpo fu posta nella cappella di Santa Lucia della concattedrale, dal 31 agosto 1937 al 15 maggio 2013.

L'ultima ricognizione del corpo è avvenuta a partire dal 16 maggio 2013 quando l'antropologo Dario Piombino-Mascali, ispettore onorario al patrimonio bioantropologico mummificato della regione Sicilia, ha ricomposto le spoglie di Antonio Franco. Dopo la beatificazione del 2 settembre 2013 la nuova urna è stata collocata sotto l'altare del Crocifisso, nella navata sinistra della concattedrale di Santa Maria Assunta.

NoteModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàGND (DE1097424243