Antonio Nolli

patriota e politico italiano

Antonio Nolli, Barone di Tollo (Chieti, 1754Tollo, 1830), è stato un patriota e politico del Regno delle due Sicilie.

Giurista, allievo del marchese Romualdo De Sterlich, cresce in ambienti vicini al pensiero illuminista, aderisce alla Repubblica Partenopea e accetta da questa l'incarico di sindaco di Chieti. Assieme a Melchiorre Delfico è tra i difensori della Repubblica dalla reazione borbonica. All'arrivo dei francesi, ricopre vari incarichi fino ad essere nominato ministro delle Finanze durante il regno di Gioacchino Murat. Durante l'ultimo periodo del regno murattiano è tra gli esponenti della nobiltà che si distingue per la moderazione e le capacità dimostrate durante la repressione delle rivolte filoborboniche scoppiate in Abruzzo, come ricorda il generale Florestano Pepe nelle sue memorie. Al ritorno dei Borbone resta legato agli ambienti patriottici.

RiconoscimentiModifica

Il comune di Chieti gli ha intitolato una via. Il corso principale del comune di Tollo, fino agli anni cinquanta, era intitolato al suo nome. Dopo la ricostruzione postbellica, la strada fu chiamata via Roma.

BibliografiaModifica

  • Pietro Colletta, Storia del Reame di Napoli dal 1734 al 1825, Firenze, Le Monnier, 1856.
  • Maria Rosaria Rescigno, L'Abruzzo citeriore: un caso di storia regionale : amministrazione, élite e società (1806-1815), Milano, F. Angeli, 2002.
  • Istituto per la storia del Risorgimento italiano, Rassegna storica del risorgimento, Volume 74, 1987.
  • Renata De Lorenzo, Un regno in bilico: uomini, eventi e luoghi nel Mezzogiorno preunitario, Roma, Carocci, 2001.

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN47149489075693810009 · LCCN (ENn2017026802