Apri il menu principale

Antonio Pascale

giornalista e scrittore italiano
Antonio Pascale

Antonio Pascale (Napoli, 1966) è un giornalista, scrittore e blogger italiano.

Indice

BiografiaModifica

Nato a Napoli, cresce a Caserta e nel 1989 si trasferisce a Roma, dove lavora come ispettore del Ministero delle Politiche Agricole. Scrive per il teatro e la radio. Collabora con Il Mattino, Lo Straniero, Limes, Corriere della Sera e con i siti salmone.org e newclear.it. Il suo blog è ospitato dal quotidiano online Il Post. I suoi libri sono citati in Daniela Carmosino, Uccidiamo la luna a Marechiaro. Il Sud nella nuova narrativa italiana, Roma, Donzelli, 2009.

OpereModifica

Nel 1999 ha esordito con un reportage narrativo, La città distratta, pubblicato da L'ancora del mediterraneo, che vince il Premio Sandro Onofri e il Premio Procida-Isola di Arturo-Elsa Morante[1]. Seguono:

  • Del 2003 La manutenzione degli affetti, raccolta di racconti edita anche questa da Einaudi, con la quale vince numerosi premi letterari. Nel 2007 la raccolta è stata ripubblicata con l'aggiunta di tre nuovi racconti.
  • Del 2005 Passa la bellezza, suo primo romanzo, vincitore del Premio Croce.
  • Sempre nel 2005 ha curato per Minimum Fax Best Off, antologia di testi apparsi su alcune riviste letterarie italiane.
  • Del 2006 due libri: S'è fatta ora, pubblicata da Minimum Fax, che vince il premio Brancati e del Premio Bergamo, e Non è per cattiveria: confessioni di un viaggiatore pigro (Laterza)
  • Del 2007 Solo in Italia, reportage, in collaborazione con 4 fotografi, che esce per l'agenzia fotografica Contrasto.
  • Del 2008 Il responsabile dello stile, saggio di Pascale nell'antologia collettiva, Il corpo e il sangue d'Italia, pubblicata da Minimum Fax
  • Ancora del 2008, Scienza e sentimento, un saggio in cui si affrontano questioni legate a tematiche biotecnologiche, agroalimentari e scientifiche, pubblicato per Einaudi, che vince il Premio Bari e il Premio Le due culture
  • Del 2009, Qui dobbiamo fare qualcosa, sì ma cosa, saggio personale per i tipi di Laterza e Ritorno alla città distratta, del quale Einaudi ha pubblicato una nuova versione, arricchita da alcuni capitoli aggiuntivi.
  • Del 2010 Questo è il paese che non amo. Trent'anni nell'Italia senza stile, edizioni Minimum Fax (ISBN 978-88-7521-217-9).
  • Del 2011 Democrazia: cosa può fare uno scrittore?, tratto da Biennale Democrazia con Luca Rastello, Codice Edizioni, (ISBN 978-88-7578-169-9), libro segnalato nel 2011 da Alessandro Baricco come uno dei 50 libri più importanti degli ultimi 10 anni.[2]
  • Del 2012 Pane e pace, edito da Chiarelettere.[3]
  • Di cosa stiamo parlando? (Autori Vari, a cura di Filippo La Porta, Enrico Damiani Editore, 2017)

NoteModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN8571853 · ISNI (EN0000 0001 0868 2091 · SBN IT\ICCU\LO1V\180316 · LCCN (ENn00098603 · BNF (FRcb14568907n (data) · WorldCat Identities (ENn00-098603