Apri il menu principale

Antonio Naguib

cardinale e patriarca cattolico egiziano
(Reindirizzamento da Antonios Naguib)
Antonios Naguib
cardinale di Santa Romana Chiesa
Template-Cardinal.svg
Caritas
 
TitoloCardinale vescovo[1]
Incarichi attuali
Incarichi ricoperti
 
Nato18 marzo 1935 (84 anni) a Minya
Ordinato presbitero30 ottobre 1960 dall'arcieparca Paul Nousseir
Nominato eparca26 luglio 1977 dal Sinodo della Chiesa Cattolica Copta
Consacrato eparca9 settembre 1977 dal cardinale Stefano I Sidarouss, C.M.
Elevato patriarca30 marzo 2006 dal Sinodo della Chiesa Cattolica Copta
(confermato il 7 aprile 2006 da papa Benedetto XVI)
Creato cardinale20 novembre 2010 da papa Benedetto XVI
 

Antonios Naguib (Minya, 18 marzo 1935) è un cardinale e patriarca cattolico egiziano.

BiografiaModifica

Ordinato sacerdote il 30 ottobre 1960, presta servizio entro il patriarcato di Alessandria dei Copti fino alla nomina ad eparca di Minya, sua città natale, il 26 luglio 1977 da parte di papa Paolo VI. Riceve la consacrazione episcopale il successivo 9 settembre dalle mani dell'allora patriarca di Alessandria, cardinale Stephanos I Sidarouss. Rinuncia al governo pastorale dell'eparchia di Minya il 9 settembre 2002.

Il 30 marzo 2006 è eletto patriarca di Alessandria dei Copti, come successore del cardinale Stéphanos II Ghattas, dal Sinodo della Chiesa copta. Riceve la comunione ecclesiastica di papa Benedetto XVI il successivo 6 aprile. Nello stesso giorno assume anche i ruoli di presidente del Sinodo della Chiesa copta e di presidente della Conferenza episcopale egiziana.

Benedetto XVI lo nomina relatore generale durante l'Assemblea speciale del Sinodo dei vescovi del Medio Oriente, tenutasi dal 10 al 24 ottobre 2010 in Vaticano.

Benedetto XVI lo eleva al rango di cardinale nel concistoro del 20 novembre 2010, annoverandolo di diritto nell'ordine dei cardinali vescovi.

Il 31 dicembre 2011 viene colto da emorragia cerebrale. Il 6 febbraio successivo viene eletto come vicario patriarcale supplente il vescovo Kyrillos William Samaan.

Il 15 gennaio 2013 il Sinodo dei vescovi della Chiesa copta, dopo aver consultato Benedetto XVI, accetta la sua rinuncia all'incarico di patriarca di Alessandria dei Copti. Nonostante la malattia, riesce a partecipare al conclave del marzo successivo, che eleggerà papa Francesco.

Il 18 marzo 2015, al compimento dell'ottantesimo anno di età, esce dal novero dei cardinali elettori.

Genealogia episcopaleModifica

NoteModifica

  1. ^ Papa Paolo VI, con il motu proprio Ad purpuratorum Patrum Collegium, pubblicato l'11 febbraio 1965, stabilì che i Patriarchi di rito orientale assunti nel Sacro Collegio dei Cardinali non appartengono al clero di Roma e, pertanto, non può essere assegnato loro alcun titolo o diaconia. I Patriarchi cardinali appartengono all'ordine dei cardinali vescovi e, nella gerarchia, si situano immediatamente dopo di loro. Mantengono la loro sede patriarcale e non viene assegnata loro alcuna sede suburbicaria.

Altri progettiModifica

- (versione epub)

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN6445151248003344270008 · GND (DE1147163782 · WorldCat Identities (EN6445151248003344270008