Apri il menu principale

In linguistica, l'aplologia (dal greco haploûs, 'semplice') è un fenomeno di modificazione di una parola o di formazione di nuove, attraverso la scomparsa di una sillaba per un processo di dissimilazione che avviene tra due sillabe identiche, contigue nella sequenza sintagmatica, semplificate con la scomparsa di una delle due[1].

«Tragico comico → tragicomico»
«mineralo- logia → mineralogia»
«morfofonologia → morfonologia»

In alcuni casi, il fenomeno aplologico si manifesta in forme più complesse, cioè anche in relazione a sillabe non contigue, ma solo prossime. Ad esempio, in domani mattinadomattina, scompare non solo una delle sillabe "doppie", ma anche quella che tra esse si interpone[1].

Indice

NoteModifica

  1. ^ a b Dizionario di linguistica, cit., pp. 73-74.

BibliografiaModifica

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Linguistica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di linguistica