Apri il menu principale
monetazione di Populonia: Aplu
Populonia AR 10 asses Aplu 74000016.jpg
AR, 10 assi, 4,21 g

Aplu o Apulu è il dio etrusco del tuono e del fulmine. Patrono della divinazione e del sole, in Etruria aveva anche caratteristiche infere (vedi Mantus e Soranus).

Ha molte analogie con il dio greco Apollo (Apollon), in arte è rappresentato con una corona e dei rami di alloro. Il nome di Aplu o Apulu non arrivò direttamente dalla Grecia ma attraverso la mediazione di un centro latino, probabilmente Preneste.[1][2][3]

In Etruria, come a Roma, Apollo era soprattutto una divinità di Delfi.[1] La sua rappresentazione etrusca più celebre è l'Apollo di Veio attribuito a Vulca.

NoteModifica

  1. ^ a b (IT) Mauro Cristofani (a cura di), Apulu/Aplu, in Etruschi: una nuova immagine, Firenze, Giunti Editore, 2000, pp. 161-162, ISBN 9788809017924.
  2. ^ (IT) Mauro Cristofani (a cura di), Aplu, in Dizionario illustrato della civiltà Etrusca, Firenze, Giunti Editore, 1985, pp. 12-13, ISBN 978-88-09-21728-7.
  3. ^ (EN) Nancy Thomson de Grummond, Erika Simon (a cura di), The Religion of the Etruscans, Austin (USA), University of Texas Press, 2009, ISBN 9780292782334.

BibliografiaModifica

Voci correlateModifica