Apri il menu principale

Geografia fisicaModifica

La città si trova sulla destra della vecchia via Consolare, che da Benevento va nella valle Caudina. Il confine con i comuni di Roccabascerana, Ceppaloni e San Leucio del Sannio è segnato ad est dal torrente Serretelle. Il suo territorio risulta compreso fra i 136 ed i 656 m s.l.m., con un'escursione altimetrica di 520 m.

StoriaModifica

Nacque forse in epoca romana lungo la via Appia. Secondo lo storico Alfonso Meomartini[4] la forma originale del nome fu "La pelosa", "Lapillosa", "Pellosa", "Pelusia", "Lapelusa", "Apellosa" ed infine "Apollosa".

L'abitato sorse sulla cima di una piccola collina che dominava la via Appia (in località "Terravecchia"). Presso la Appia al confine con il comune di Ceppaloni si trovava la "Taverna del Passo" detta così in quanto vi era la dogana feudale[5] e un mulino che era attivo innanzi la prima guerra mondiale. In adiacenza si trova la piccola chiesa dedicata a San Domenico che attualmente versa in precarie condizioni (vedi foto).

L'iscrizione di Turpilio del VI secolo la cita come urbs ("città")[6].

Sotto i Normanni fu in possesso dei baroni di Fenucchio, della chiesa di Santa Sofia di Benevento e dei Frangipane. Successivamente entrò nel possesso dei Della Leonessa. Nel 1460 Ferdinando I distrusse l'abitato in quanto i Della Leonessa avevano parteggiato per Giovanni d'Angiò. In seguito l'abitato fu delocalizzato nella sede attuale. In seguito il feudo fu in possesso dei Caracciolo, dei Ricca, dei Piscicelli, dei Guindazzo Caracciolo e infine degli Spinelli principi di S. Giorgio e di Apollosa. Estinti gli Spinelli il titolo passò ai Lancellotti[7].

OnorificenzeModifica

  Titolo di Città
«Decreto del Presidente della Repubblica»
— 10 marzo 2002

Monumenti e luoghi d'interesseModifica

 
Chiesa di S. Domenico in località Taverna

Presso il ponte sulla via Appia furono ritrovate due colonne miliari riguardanti il rifacimento dello stesso ponte, di cui una riferibile al 198 circa, sotto l'imperatore Settimio Severo[8].

Si conservano i ruderi dell'antico castello e un palazzo baronale.

Le chiese di interesse sono:

  • Santa Maria Assunta
  • San Giuseppe
  • San Giovanni Battista
  • S. Domenico in località Taverna (via Appia).

SocietàModifica

Evoluzione demograficaModifica

Abitanti censiti[9]

 


Etnie e minoranze straniereModifica

Al 31 dicembre 2016 risultano 53 cittadini stranieri residenti nel comune, pari al 2,02 % della popolazione.[10] I gruppi più rilevanti sono:

  1. Ucraina: 18 (0,68 %)
  2. Romania: 16 (0,61 %)

EconomiaModifica

Nel territorio comunale si producono: ulivo, vite, frumento, legumi, foraggi, frutta, legname. Dista dal capoluogo di provincia circa 10 km. Il comune ha una superficie agricola utilizzata in ettari (ha) di 477,45[11].

Infrastrutture e trasportiModifica

La parte meridionale del territorio di Apollosa, affacciata all'estremità beneventana della valle Caudina, nell'abitato di Tufara Valle (nucleo suddiviso amministrativamente tra vari comuni), ospita infrastrutture di livello primario come la SS 7 Appia e la Stazione di Tufara Valle - Arpaise - Ceppaloni sulla linea della valle Caudina. Il comune è inoltre collegato da strade provinciali ai vicini centri di Montesarchio, Castelpoto e, in contrada Epitaffio, Benevento,

AmministrazioneModifica

Periodo Primo cittadino Partito Carica Note
febbraio 2007 maggio 2007 Silvana D'Agostino Commissario straordinario
maggio 2007 maggio 2012 Federico Meoli Sindaco
maggio 2012 2017 Marino Corda Sindaco
2017 in carica Marino Corda Lista civica Sindaco

NoteModifica

  1. ^ a b Dato Istat - Popolazione residente al 30 aprile 2017.
  2. ^ Tabella dei gradi/giorno dei Comuni italiani raggruppati per Regione e Provincia (PDF), in Legge 26 agosto 1993, n. 412, allegato A, Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l'energia e lo sviluppo economico sostenibile, 1º marzo 2011, p. 151. URL consultato il 25 aprile 2012.
  3. ^ AA. VV., Dizionario di toponomastica. Storia e significato dei nomi geografici italiani, Milano, GARZANTI, 1996, p. 32.
  4. ^ "I Comuni della provincia di Benevento, storia, cronaca ed illustrazione", Benevento, 1970, pag.61
  5. ^ Posto ove si esigeva il diritto di passaggio.
  6. ^ Antonio Iamalio, La regina del Sannio, P.Federico & G.Ardia, Napoli 1918, pag.194
  7. ^ Ricca Erasmo, Istoria de' feudi del regno delle Due Sicilie di qua dal faro ..., v. IV, Napoli, 1869, p. 25 e 131
  8. ^ Ferdinando Grassi, Il comune di Apollosa dalle origini sulla via Appia sino alla presente sua sede: ab antiquo et in saecula, S. Giorgio del Sannio (ed. dopo 1983). Cfr.: Corpus Inscriptionum Latinarum: 09, 02122 = CIL 09, 05995 = CIL 10, 06923 e CIL 09, 02121 = CIL 01, 03194
  9. ^ Statistiche I.Stat ISTAT  URL consultato in data 28-12-2012.
  10. ^ Bilancio Demografico e popolazione residente straniera al 31 dicembre 2016 per sesso e cittadinanza, ISTAT. URL consultato il 26 luglio 2017.
  11. ^ (Aggiornamento al 2000) Camera di Commercio di Benevento, dati e cifre, maggio 2007

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica