L'Appennino calabro è una suddivisione dell'Appennino meridionale in Calabria, che si estende dal passo dello Scalone allo Stretto di Messina, costituito a nord dal Massiccio del Pollino (al confine con la Basilicata), dalla Catena Costiera e dall'altopiano della Sila, al centro dalle Serre calabresi, e a sud dall'Aspromonte. Le vette più alte sono la Serra Dolcedorme 2.267 m, il Monte Pollino 2.248 m, la Serra del Prete 2.181 m, il Cozzo del Pellegrino (Monti di Orsomarso) 1.987 m, il Montalto (Aspromonte) 1.956 m, il Monte Botte Donato (Sila) 1.928 m, Il Monte Mula (Catena Montuosa del Pollino) 1 935 m.s.l.m. ed il Monte Montea (Catena Montuosa del Pollino) 1.825 metri. Il punto più basso dell'Appennino calabro è la sella di Marcellinara (250 m s.l.m.) all'interno dell'istmo di Catanzaro. L'Appennino calabro trova la sua ideale continuazione nelle catene montuose a ridosso della Sicilia tirrenica con l'Appennino siculo, entrambi separati dallo Stretto di Messina.

Appennino calabro
Le Serre calabresi
ContinenteEuropa
StatiBandiera dell'Italia Italia
Catena principaleAppennino meridionale (negli Appennini)
Cima più elevataSerra Dolcedorme (2 267 m s.l.m.)
Massicci principaliMassiccio del Pollino
Monti di Orsomarso
Catena Costiera
Altopiano della Sila
Catena delle Serre
Massiccio dell'Aspromonte

Descrizione

modifica
 
Serra Dolcedorme, la cima più elevata della Calabria e dell'Appennino Meridionale
 
Monte Pollino
 
Sila Grande
 
Sila Piccola

Massicci principali

modifica

I massicci principali che compongono l'Appennino calabro sono:

Orografia

modifica

Galleria d'immagini

modifica

Collegamenti esterni

modifica
  Portale Montagna: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di montagna