Appennino tosco-emiliano

sezione degli appennini tra Emilia Romagna e Toscana

L'espressione Appennino tosco-emiliano ha due accezioni.

Appennino tosco-emiliano
Monte Cimone versante nord.jpg
Versante nord del Monte Cimone (Appennino modenese)
ContinenteEuropa
StatiItalia Italia
Catena principaleAppennino settentrionale (negli Appennini)
Cima più elevataMonte Cimone (2.165 m s.l.m.)
UNESCO white logo.svg Bene protetto dall'UNESCO
Appennino tosco-emiliano
Gnome-globe.svg Riserva della biosfera
Riconosciuto dal2015
Scheda UNESCO(EN) Scheda

In senso ampio, si tratta di una suddivisione della catena degli Appennini, in particolare un tratto dell'Appennino settentrionale, che interessa il confine e le aree adiacenti di Toscana e Emilia-Romagna[1]: il passo della Cisa lo separa a nord-ovest dall'Appennino ligure, mentre, a seconda delle fonti, il limite meridionale è identificato nel valico di Bocca Trabaria o in quello di Bocca Serriola o nell'intera zona compresa tra i due; oltre tale limite si estende l'Appennino umbro-marchigiano[2].

In senso stretto, indica solo il tratto compreso tra l'Emilia e la Toscana, con il tratto rimanente che costituisce, secondo questa visione, l'Appennino tosco-romagnolo, compreso tra Romagna e Toscana, divisi dal Passo della Futa. Il versante toscano si ricollega al subappennino toscano, a sua volta collegato all'antiappennino toscano.

DescrizioneModifica

Il 9 giugno del 2015 la porzione di territorio estesa su una superficie di 223 229 ettari all'interno delle province di Reggio nell'Emilia (Baiso, Canossa, Carpineti, Casina, Castelnovo ne' Monti, Toano, Ventasso, Vetto, Vezzano sul Crostolo e Villa Minozzo), Parma (Berceto, Calestano, Corniglio, Monchio delle Corti, Langhirano, Lesignano de' Bagni, Neviano degli Arduini, Palanzano e Tizzano Val Parma), Modena (Frassinoro), Massa-Carrara (Bagnone, Casola in Lunigiana, Comano, Filattiera, Fivizzano, Fosdinovo, Licciana Nardi e Villafranca in Lunigiana) e Lucca (Castelnuovo Garfagnana, Piazza al Serchio, Pieve Fosciana, San Romano in Garfagnana, Sillano Giuncugnano e Villa Collemandina) fu dichiarata Riserva della biosfera dell'UNESCO.[3]

Suddivisioni del versante toscanoModifica

 
Versante toscano: la Montagna Pistoiese, presso il Passo del Cancellino (1634 m s.l.m.)
 
Monti dell'Abetone

Le valli che discendono verso sud sono ampie e fertili:

Suddivisioni del versante emilianoModifica

 
Appennino parmense: Lago Santo
 
Appennino reggiano: Cerreto Laghi in autunno
 
Appennino bolognese: Corno alle Scale
 
Febbio

OrografiaModifica

Le montagne principali dell'Appennino tosco-emiliano sono:

  Le singole voci sono elencate nella Categoria:Montagne dell'Appennino tosco-emiliano.

ValliModifica

ValichiModifica

I valichi principali che interessano l'Appennino tosco-emiliano sono:

IdrografiaModifica

Aree protetteModifica

NoteModifica

  1. ^ L'Appennino tosco-emiliano secondo molte fonti comprende tutto il tratto degli Appennini compreso tra l'Appennino Ligure e quello Umbro-Marchigiano. Vedi: Touring Club Italiano, Guide rosse d'Italia, volume Emilia-Romagna (pagina 20); [1]
  2. ^ Si riportano le fonti per i tre punti di vista. Tra le fonti che considerano il valico di Bocca Trabaria il limite tra Appennino Tosco-emiliano (e quindi l'Appennino settentrionale) ed Appennino Umbro-marchigiano (e quindi l'Appennino centrale) si citano: Tra le fonti che considerano invece come limite il valico di Bocca Serriola si citano: Ci sono infine fonti che considerano come limite tutta la zona compresa tra i due valichi suddetti; tra queste si citano:
    • Enciclopedia Treccani, voce Appennino;
    • Informatore botanico italiano - volume 20 - (pagina 454).
  3. ^ Riserva Mab Appennino Tosco-Emiliano, su mabappennino.it. URL consultato il 10 aprile 2017.

Altri progettiModifica

Controllo di autoritàGND (DE4750524-2