Apri il menu principale

Valerio Apsine (in latino Valerius Apsines; Gadara, ...floruit 235 d.C. – ...) è stato un retore greco antico.

Originario di Gadara in Fenicia, Apsine studiò a Smirne ed insegnò retorica ad Atene, divenendo molto celebre. Per questi suoi meriti sotto l'imperatore Massimino venne innalzato al consolato. Fu rivale di Frontone di Emesa, e un amico di Filostrato, l'autore delle Vite dei sofisti, che ne loda la memoria e la precisione.

Al giorno d'oggi esistono solo due sue opere la τέχνη ῥητορικὴ περὶ προοιμίων[1] (Arte della retorica), manuale di retorica che si rifà alle opere di Longino e Ermogene di Tarso, ed il libello Περὶ τῶν ἐσχηματισμένων προβλημὰτων.

La prima edizione moderna delle sue opere fu stampata a Venezia nel 1508.

NoteModifica

  1. ^ Originariamente chiamata Περὶ τῶν μέρων τοῦ πολιτικοῦ λόγου τέχνη (s.v. Smith).

BibliografiaModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN79142922 · ISNI (EN0000 0001 1771 9351 · LCCN (ENn96111610 · BNF (FRcb13205537v (data)