Apri il menu principale

Arantxa Sánchez Vicario

allenatrice di tennis ed ex tennista spagnola
Arantxa Sánchez Vicario
Arantxa Sanchez Vicario.JPG
Arantxa Sánchez Vicario nel 2003
Nazionalità Spagna Spagna
Altezza 169 cm
Peso 56 kg
Tennis Tennis pictogram.svg
Ritirata 2002
Carriera
Singolare1
Vittorie/sconfitte 759-295 (72,01%)
Titoli vinti 29
Miglior ranking 1° (6 febbraio 1995)
Risultati nei tornei del Grande Slam
Australia Australian Open F (1994 1995)
Francia Roland Garros V (1989 1994 1998)
Regno Unito Wimbledon F (1995 1996)
Stati Uniti US Open V (1994)
Altri tornei
WTA logo 2010.svg Tour Finals F (1993)
Olympic flag.svg Giochi olimpici Bronzo (1992), Argento (1996)
Doppio1
Vittorie/sconfitte 676-224 (75,11%)
Titoli vinti 69
Miglior ranking 1° (19 ottobre 1992)
Risultati nei tornei del Grande Slam
Australia Australian Open V (1992 1995 1996)
Francia Roland Garros F (1992 1995)
Regno Unito Wimbledon V (1995)
Stati Uniti US Open V (1993 1994)
Altri tornei
WTA logo 2010.svg Tour Finals V (1992, 1995)
Olympic flag.svg Giochi olimpici Argento (1992)
Doppio misto1
Vittorie/sconfitte
Titoli vinti
Risultati nei tornei del Grande Slam
Australia Australian Open V (1993)
Francia Roland Garros V (1990 1992)
Regno Unito Wimbledon SF (1993)
Stati Uniti US Open V (2000)
1 Dati relativi al circuito maggiore professionistico.
Statistiche aggiornate al definitivo

Aránzazu Isabel Maria Sánchez Vicario, conosciuta come Arantxa Sánchez (Barcellona, 18 dicembre 1971), è un'allenatrice di tennis ed ex tennista spagnola, ex numero uno del mondo in singolare e doppio. Considerata tra le migliori tenniste a cavallo tra la fine degli anni ottanta e l'inizio degli anni novanta, ha vinto 4 titoli in tornei singolari del grande slam (3 di questi nell'Open di Francia) e 6 titoli in doppio. È arrivata in finale in altre 8 occasioni nei tornei singolari del grande slam. È ricordata da molti per le grandi battaglie contro le sue rivali "storiche" Monica Seles, Gabriela Sabatini e soprattutto la tedesca Steffi Graf.

CarrieraModifica

Arantxa Sánchez Vicario comincia a giocare a tennis all'età di 4 anni, si appassiona alla disciplina per seguire i suoi fratelli maggiori Emilio Sánchez e Javier Sánchez (entrambi futuri tennisti professionisti).

Nel 1989 la diciassettenne Arantxa sorprende il mondo del tennis arrivando in finale all'Open di Francia; nella partita decisiva la sua avversaria è la N.1 del mondo Steffi Graf. Nelle tre precedenti occasioni in cui le due si sono incontrate la tennista spagnola non è mai riuscita ad avere la meglio, tuttavia quel giorno Arantxa si imporrà in tre set con il punteggio di 7–6, 3–6, 7–5 sull'avversaria che negli anni diventerà la sua "bestia nera", conquistando il suo primo titolo nel Grande Slam. La Sánchez stabilirà un record essendo l'atleta più giovane ad aver mai vinto la competizione francese (Monica Seles batterà il record l'anno dopo).

Nel periodo tra il 1990 e il 1993 Arantxa sarà relegata a contendere a Sabatini il ruolo di "terzo incomodo" nella lotta tra le due tenniste più forti del momento: Steffi e Monica. Durante questo periodo riuscirà a raggiungere la finale all'Open di Francia nel 1991 e all'US Open del 1992, venendo sconfitta in entrambi i casi da Monica Seles. In quegli anni riuscirà comunque ad aggiudicarsi 6 tornei tra cui 3 di categoria Tier I (la più importante dopo il Grande Slam e il torneo WTA Championships di fine anno).

Il 30 aprile 1993 un evento drammatico mise momentaneamente fine alla carriera della giovanissima Monica Seles, questo evento unito al calo di rendimento della Sabatini apre le porte al periodo migliore della carriera della tennista iberica che vede in Steffi Graf la sua rivale più ostica. A fine anno Arantxa raggiunge per la prima e unica volta in carriera la finale del WTA Championships perdendo in quattro set contro la Graf (1-6, 4-6, 6-3, 1-6 i parziali).

Il 1994 è l'anno migliore della carriera dell'atleta di Barcellona; affronta Steffi Graf nella finale degli Australian Open venendo duramente sconfitta in due set. Riesce a vincere il suo secondo Open di Francia battendo Mary Pierce in finale. A settembre incontra nuovamente la Graf nella finale dell'US Open, stavolta la spagnola riesce ad imporsi in tre set dopo aver malamente perso il primo. Complessivamente nella stagione 1994 vince 8 tornei (di cui 2 Slam e 1 Tier I). In questo periodo Steffi e Arantxa si alternano in cima alla classifica WTA per brevi periodi a testa.

Nel 1995 perde in finale all'Open di Australia contro Mary Pierce, qualche mese dopo affronta nella finale dell'Open di Francia la sua rivale tedesca, uscendone sconfitta in tre set (5-7, 6-4, 0-6) dopo una dura battaglia. Circa un mese dopo la spagnola approda nell'unica finale del Grande Slam che non aveva mai raggiunto: quella di Wimbledon. Anche qui la sua avversaria è la tedesca Steffi Graf che ha la meglio in tre set.[1] In questo anno torna all'attività anche Monica Seles.

Nel 1996 la Sánchez viene eliminata ai quarti di finale dall'Australian Open. In aprile si aggiudica il torneo Tier I di Hilton Head e poche settimane dopo raggiunge ancora una volta la finale dell'Open di Francia perdendo 3-6, 7-6, 8-10 contro Steffi Graf. Un mese dopo arriva in finale anche a Wimbledon, ancora contro Steffi che la sconfiggerà nuovamente con il punteggio di 3-6, 5-7.

Dal 1997 la campionessa tedesca è tormentata dagli infortuni e ha un calo fisico, questo sembra spianare la strada per la spagnola che però ha oramai esaurito il suo periodo d'oro, l'ultimo acuto della sua carriera sarà la vittoria nell'Open di Francia del 1998 contro Monica Seles.

Si è ritirata definitivamente nel 2002.

Arantxa è stata la settima tennista (l'unica spagnola) della storia a diventare N.1 del mondo. Ha conquistato la cima del Ranking mondiale per tre volte rubando sempre il primato a Steffi Graf. In tutte e tre le occasioni ha poi riceduto il primato alla rivale tedesca. Il suo massimo personale di permanenza consecutiva in vetta alla classifica mondiale è stato di sei settimane. Sommando i suoi tre periodi si arriva ad un totale di 12 settimane da N.1.

Dopo il ritiro ha fatto da capitano per la squadra spagnola di Fed Cup[2] ed è stata introdotta nell'International Tennis Hall of Fame nel 2007.[3]

StatisticheModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Statistiche e record di Arantxa Sánchez Vicario.

SingolareModifica

Grande SlamModifica

Vittorie (4)Modifica
Anno Torneo Superficie Avversaria in finale Punteggio
1989   Open di Francia Terra battuta   Steffi Graf 7–6, 3–6, 7–5
1994   Open di Francia (2) Terra battuta   Mary Pierce 6–4, 6–4
1994   US Open Cemento   Steffi Graf 1–6, 7–6, 6–4
1998   Open di Francia (3) Terra battuta   Monica Seles 7–6, 0–6, 6–2

DoppioModifica

Grande SlamModifica

Vittorie (6)Modifica
Anno Torneo Superficie Compagna Avversarie in finale Punteggio
1992   Australian Open Cemento   Helena Suková   Mary Joe Fernández
  Zina Garrison
6-4, 7-6(3)
1993   US Open Cemento   Helena Suková   Amanda Coetzer
  Inés Gorrochategui
6-4, 6-2
1994   US Open (2) Cemento   Jana Novotná   Katerina Maleeva
  Robin White
6-3, 6-3
1995   Australian Open (2) Cemento   Jana Novotná   Gigi Fernández
  Nataša Zvereva
6-3, 6-7(3), 6-4
1995   Wimbledon Erba   Jana Novotná   Gigi Fernández
  Nataša Zvereva
5-7, 7-5, 6-4
1996   Australian Open (3) Cemento   Chanda Rubin   Mary Joe Fernández
  Lindsay Davenport
7-5, 2-6, 6-4

Doppio mistoModifica

Grande SlamModifica

Vittorie (4)Modifica
Anno Torneo Superficie Compagno Avversarie in finale Punteggio
1990   Open di Francia Terra battuta   Jorge Lozano   Nicole Bradtke
  Danie Visser
7-6(5), 7-6(8)
1992   Open di Francia (2) Terra battuta   Mark Woodforde   Lori McNeil
  Bryan Shelton
6-2, 6-3
1993   Australian Open Cemento   Todd Woodbridge   Zina Garrison
  Rick Leach
7-5, 6-4
2000   US Open Cemento   Jared Palmer   Anna Kurnikova
  Maks Mirny
6-3, 6-3

StileModifica

Arantxa è ricordata da molti per il suo stile di gioco estremamente tenace, combattivo e restio a cedere punti. Durante gli scambi giocava prevalentemente da fondo campo e correva per raggiungere ogni tipo di palla. Non dava mai per perso o per vinto uno scambio finché non aveva la certezza di averlo perso o conquistato. Anche in situazioni di netto svantaggio non esitava a tuffarsi sulla palla rischiando un infortunio per vincere uno scambio che poteva tranquillamente lasciare all'avversaria.

Questo stile di gioco comportava grande spettacolo e trascinamento delle tifoserie, tuttavia la costringeva a grandi sforzi di energia che spesso pagava nei finali delle partite.

OnorificenzeModifica

CuriositàModifica

Ad Arantxa Sánchez Vicario è intitolato un campo del torneo Mutua Madrid Open di Madrid.

NoteModifica

  1. ^ ubitennis.com, Wimbledon: 10 memorabili finali femminili, su ubitennis.com, 24 giugno 2013. URL consultato l'8 luglio 2013.
  2. ^ ubitennis.com, Arantxa Sanchez capitano della Spagna in Fed Cup, su ubitennis.com, 29 dicembre 2011. URL consultato l'8 luglio 2013.
  3. ^ tennisfame.com, Profilo nell'International Tennis Hall of Fame, su tennisfame.com. URL consultato l'8 luglio 2013 (archiviato dall'url originale il 18 luglio 2013).

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN37026599 · ISNI (EN0000 0000 7362 1204 · LCCN (ENn95110702 · GND (DE114824843 · BNF (FRcb125257345 (data) · WorldCat Identities (ENn95-110702