Apri il menu principale

Inquadramento sistematico e descrizioneModifica

Secondo i più recenti schemi tassonomici costituiscono un ordine indipendente, con il nome di Archaeognatha, mentre nella tassonomia classica rappresentano un sottordine dei Thysanura. A differenza degli altri Tisanuri, denominati "pesciolini d'argento", sono ottimi saltatori: infatti quando sono disturbati flettono l'addome poggiandolo al substrato e spiccano salti superiori anche ai 10 centimetri.

Caratteri di riconoscimentoModifica

La maggior parte dei Machilida è rappresentata da piccoli insetti di colore grigio, con il corpo generalmente lungo 20 mm o poco più. Hanno abitudini notturne e si nutrono utilizzando un'ampia varietà di materiale vegetale, tra cui: alghe, licheni, vegetazione in decomposizione, ecc.

Possono essere riconosciuti per le seguenti caratteristiche:

  • sono atteri
  • hanno un corpo allungato che si assottiglia nella parte posteriore dell'addome
  • il corpo è ricoperto da minutissime squame
  • le antenne sono lunghe, filiformi, formate da moltissimi piccoli articoli
  • l'estremità posteriore dell'addome porta tre sottili cerci di cui quello mediano è più grosso dei due laterali
  • le mandibole sono articolate per mezzo di un solo condilo
  • gli occhi composti sono ravvicinati nella parte mediana del capo e sul vertice del capo sono presenti tre ocelli

Ciclo VitaleModifica

I Machilida depongono fino a 15 soffici uova di colore arancio in fessure o buchi incisi con i loro lunghi ovopositori.
Lo sviluppo ninfale avviene lentamente, impiegano due o tre anni per raggiungere la maturità, e durante questo periodo possono avere fino a nove mute. Le ninfe somigliano a dei piccoli adulti e potranno continuare ad avere delle mute per tutta la loro vita.

HabitatModifica

Ogni ambiente naturale è buono per ospitare questo gruppo di insetti che, però, rivolgono le loro preferenze ad ambienti umidi e possono essere ritrovati sotto le cortecce degli alberi, nel suolo, sotto lettiere di foglie o nelle fessure delle rocce. Alcune specie popolano la base di scogliere costiere mentre altre preferiscono ambienti di foresta pluviale.

SistematicaModifica

Comparsi nel Carbonifero superiore sono ancora presenti con almeno 350 specie, distribuite in due famiglie:

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàGND (DE4659757-8
  Portale Artropodi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di artropodi