Apri il menu principale

Archibald "Archie" Leitch (Glasgow, 27 aprile 1865Glasgow, 25 aprile 1939) è stato un architetto britannico, noto per essere stato il progettista di numerosi stadi nel Regno Unito e in Irlanda.

Primi lavoriModifica

Nato a Glasgow, i primi lavori di Leitch furono la progettazione di alcune fabbriche nella sua città natale e nel Lanarkshire, con l'unico esempio ancora superstite situato appena a sud dal centro di Glasgow. Nel 1896 divenne membro dell'Istituto degli Ingegneri e dei costruttori navali di Scozia, e poi dell'Istituto degli Ingegneri Meccanici. Il suo primo incarico riguardante un impianto sportivo gli fu sottoposto nel 1899, quando gli fu commissionato di progettare Ibrox Park, il nuovo stadio di casa dei suoi eroi d'infanzia, i Glasgow Rangers.

StadiModifica

Gli stadi che Leitch progettava sono stati inizialmente considerati più funzionali che esteticamente eleganti e sono stati chiaramente influenzati dal suo primo lavoro su edifici industriali. In genere, i suoi stand avevano due livelli, con balaustre in acciaio e coperti da tetti inclinati costruiti in modo che le loro estremità fossero di fronte al campo di gioco.

Il suo primo progetto in Inghilterra è stata la progettazione e la costruzione della John Street Stand del Bramall Lane di Sheffield.

Anche dopo il disastro dell'Ibrox del 1902, quando 25 persone rimasero uccise e oltre 300 ferite a causa del crollo di una tribuna in legno, Leitch rimase sempre tra i progettisti più richiesti. Nel corso dei successivi quattro decenni è diventato il più importante architetto di calcio della Gran Bretagna. In totale è stato incaricato di progettare, tutto o solo in parte, più di 20 stadi in Gran Bretagna e in Irlanda tra il 1899 e il 1939, tra cui:

Molte delle sue opere sono state demolite con la riqualificazione degli stadi inglesi negli anni '90 (sulla scia del Rapporto Taylor e il passaggio a stadi con tutti posti a sedere), in particolare Trinity Road Stand a Villa Park di Birmingham, considerato un suo capolavoro, che fu demolita nel 2000.

BibliografiaModifica

  • Simon Inglis, Engineering Archie: Archibald Leitch - Football Ground Designer, English Heritage, 2005, ISBN 1-85074-918-3.
Controllo di autoritàVIAF (EN21661003 · ISNI (EN0000 0001 2123 463X · LCCN (ENnb2005007804 · ULAN (EN500275439