Archives internationales de la danse

Copertina della Rivista Archives internationales de la danse

Gli Archives internationales de la danse (AID) furono una associazione ed una rivista francese fondata nel 1932 da Rolf de Maré, in omaggio ai Ballets suédois ed al suo coreografo Jean Börlin.

StoriaModifica

MuseoModifica

Situata a Parigi, rue Vital nel XVI arrondissement, l'associazione era costituita da un museo, da una biblioteca, da una fototeca, da una sala per conferenze e da due sale per esposizioni temporanee.

RivistaModifica

La rivista aveva per obiettivo « centralizzare i documenti sulle coreografie nei diversi paesi e nelle diverse epoche ». Riservava la maggior parte dello spazio disponibile all'attualità degli spettacoli e dei concorsi ma affrontava anche tematiche specifiche come la danza negli Stati Uniti o in Germania, note sui compositori delle musiche per i balletti come Stravinski o Ravel, storia della danza e della coreografia oltre che una bibliografia generale sulla danza.

Il primo numero previsto per il novembre 1932, vide la luce nel gennaio 1933 e la pubblicazione terminò nel 1935.

Nel primo numero venne bandito un concorso di coreografia al quale parteciparono Pierre Conté, Janine Solane, Boris Kniaseff, Oskar Schlemmer con il suo Balletto triadico, e la scuola di Kurt Jooss che mise in scena La Table verte.

Se la rivista terminò la pubblicazione nel 1935, le attività dell'associazione andarono avanti fino al 1951 quando Rolf de Maré decise di cedere le importanti collezioni alla Bibliothèque-musée de l'Opéra. Il fondo relativo ai relatif aux Ballets suédois venne legato al Museo della danza di Stoccolma.

  Portale Danza: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di danza