Apri il menu principale
Archivio di Stato della Federazione russa
Государственный архив Российской Федерации
lang=it
L'Archivio di Stato della Federazione russa visto dalla via Malaja Pirogovskaja.
StatoRussia Russia
TipoArchivio di stato
Istituito1992
DirettoreLarissa Rogovaja
SedeMosca
Indirizzo119435, Mosca, via Bolšaja Pirogovskaja, 17
Sito web

L'Archivio di Stato della Federazione russa (in russo: Государственный архив Российской Федерации?), abbreviato ГА РФ (GA RF) è l'archivio centrale dello stato della Federazione russa ed ha sede a Mosca.

Indice

StoriaModifica

Fondato il 28 aprile 1992 con un decreto legislativo del Governo della Federazione russa sulla base del quale ha acquisito le raccolte dell'Archivio Centrale dello Stato sovietico per la Rivoluzione d'Ottobre (Центральный государственный архив Октябрьской революции - ЦГАОР СССР, fondato nel 1920[1]) e dell'Archivio Centrale di stato della RSFSR (Центральный государственный архив РСФСР - ЦГА РСФСР, fondato nel 1957[2]).

EdificiModifica

La sede principale è il complesso archivistico tra le vie Bolšaja Pirogovskaja e Malaja Pirogovskaja, dove si trovano anche altri due archivi - l'Archivio russo di Stato degli atti antichi[3] e l'Archivio russo di Stato dell'economia. L'Archivio degli atti antichi è situato nel edificio dell'ex-Archivio del Ministero degli affari esteri dell'Impero russo (è stato costruito nel 1885). Questo edificio è circondato dal fabbricato di età sovietica (anni Trenta e Cinquanta), in cui sono collocati l'Archivio dell'economia e l'Archivio di Stato della Federazione russa. Indirizzo unico del complesso: 119435, Mosca, via Bolšaja Pirogovskaja, 17.

Un altro edificio è stato in passato la sede del Archivio centrale di stato della RSFSR ed è situato a Berežkovskaja lungofiume, 26.

PatrimonioModifica

GA RF è il deposito delle carte e degli archivi documentali del governo, del parlamento, dei sindacati e di altre organizzazioni non governative (eccetto il Partito Comunista dell'Unione Sovietica[4] е il Komsomol) della RSFSR, dell'Unione Sovietica (1917-1991) e della Federazione russa. Esso raccoglie ogni documento prodotto dalle amministrazioni centrali della Russia dal 1992 in poi: governo, Assemblea federale, ministeri, servizi federali, servizi da essi dipendenti, tranne quelle militari, di sicurezza di stato e affari esteri.

L'archivio custodisce anche documenti relativi al periodo imperiale, relativi alla famiglia imperiale russa, comprese alcune carte degli imperatori Alessandro I, Nicola I, Alessandro II, Alessandro III e Nicola II e dei loro parenti, il carteggio dell'ultimo zar e della zarina Aleksandra Fëdorovna, ma anche il diario privato di Grigorij Rasputin, oppure atti del Terzo dipartimento del ufficio personale di Sua maestà imperiale (1820-1881) e del Dipartimento di polizia del Ministero dell'interno del Impero russo (1881-1917).

Infine, l'Archivio federale conserva documenti degli organi supremi legislativo ed esecutivo del periodo del Governo provvisorio russo (1917), nonché dell'Assemblea Costituente della Russia (1917-1918), dei governi anticomunisti ("bianchi") del periodo della Guerra civile (1918-1920), e documentazione dell'emigrazione anticomunista (anni Venti e Trenta).

NoteModifica

  1. ^ Наумов В. П., Центральный государственный архив Октябрьской революции (1920-1992)//История Государственного архива Российской Федерации (документы, статьи, воспоминания), с. 158. (Naumov V. P., L'Archivio Centrale di Stato per la Rivoluzione d'Ottobre (1920-1992), in Storia dell'Archivio di Stato della Federazione Russa (documenti, articoli, memorie). P. 158)
  2. ^ Иофис Г. Н., Центральный государственный архив РСФСР (1957-1992)//История Государственного архива Российской Федерации (документы, статьи, воспоминания), с. 211. (Iofis G. N., L'Archivio Centrale di Stato della RSFSR (1957-1992), in Storia dell'Archivio di Stato della Federazione Russa (documenti, articoli, memorie), P. 211)
  3. ^ Nikolaeva, Marija, Architetti e maestranze nei cantieri moscoviti (1700-1725) : note su alcuni contratti di lavoro conservati all'Archivio di Stato russo degli atti antichi, MEFRIM: Mélanges de l'École française de Rome : Italie et mediterranée : 119, 2, 2007 (Roma : École française de Rome, 2007).
  4. ^ Il conferimento dell'archivio presidenziale dell'Unione sovietica direttamente al Cremlino fu l'ultimo atto di Gorbačev come capo dell'URSS: E. Franceschini, ARCHIVI, SEGRETI E VU' CUMPRA', La Repubblica, 9 luglio 1992. La sua apertura agli storici avviene limitatamente a singole materie - vedi Roj A. Medvedev, Zores A. Medvedev, Stalin sconosciuto. Alla luce degli archivi segreti sovietici, Feltrinelli Editore, 2006 - e su apposite decisioni assunte dai presidenti russi: v. Russia: Eltsin ordina aprire archivio segreto di Stalin, AGI, 1 aprile 1998[collegamento interrotto].

BibliografiaModifica

  • История Государственного архива Российской Федерации (документы, статьи, воспоминания). - Москва: Росспэн, 2010 (Storia del Archivio di Stato della Federazione russa (carte, articoli, reminiscenze). - Mosca: Rosspen, 2010)

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN144577246 · ISNI (EN0000 0001 2175 984X