Apri il menu principale
Arcidiocesi di Aparecida
Archidioecesis Apparitiopolitana
Chiesa latina
Basilica of the National Shrine of Our Lady of Aparecida, 2007.jpg
Regione ecclesiastica Sul 1
Mappa della diocesi
Diocesi suffraganee
Caraguatatuba, Lorena, São José dos Campos, Taubaté
Arcivescovo metropolita Orlando Brandes
Arcivescovi emeriti cardinale Raymundo Damasceno Assis
Sacerdoti 105 di cui 26 secolari e 79 regolari
1.524 battezzati per sacerdote
Religiosi 117 uomini, 191 donne
Diaconi 2 permanenti
Abitanti 191.763
Battezzati 160.091 (83,5% del totale)
Superficie 1.300 km² in Brasile
Parrocchie 18
Erezione 19 aprile 1958
Rito romano
Cattedrale Nostra Signora Aparecida
Indirizzo Rua Barão do Rio Branco 412, 12570-000 Aparecida, SP, Brazil
Sito web arqaparecida.org.br
Dati dall'Annuario pontificio 2016 (ch · gc)
Chiesa cattolica in Brasile

L'arcidiocesi di Aparecida (in latino: Archidioecesis Apparitiopolitana) è una sede metropolitana della Chiesa cattolica in Brasile appartenente alla regione ecclesiastica Sul 1. Nel 2015 contava 160.091 battezzati su 191.763 abitanti. È retta dall'arcivescovo Orlando Brandes.

TerritorioModifica

 
L'ex cattedrale di Sant'Antonio a Guaratinguetá.
 
L'antica basilica di Nostra Signora Aparecida.

L'arcidiocesi comprende 5 comuni dello Stato brasiliano di San Paolo: Aparecida, Guaratinguetá, Lagoinha, Potim e Roseira.

Sede arcivescovile è la città di Aparecida, dove si trova la basilica di Nostra Signora di Aparecida, il più importante santuario mariano del Brasile. Dal 22 ottobre 2016 il santuario è la nuova cattedrale dell'arcidiocesi, in sostituzione della chiesa di Sant'Antonio, che sorge a Guaratinguetá.[1] Il precedente santuario di Nossa Senhora Aparecida è stato elevato al rango di basilica minore da papa Giovanni Paolo II nel 1981.[2]

Il territorio si estende su una superficie 1.300 km² ed è suddiviso in 18 parrocchie.

Provincia ecclesiasticaModifica

La provincia ecclesiastica di Aparecida, istituita nel 1958, comprende 4 suffraganee:

StoriaModifica

L'arcidiocesi è stata eretta il 19 aprile 1958 con la bolla Sacrorum Antistitum di papa Pio XII, ricavandone il territorio dall'arcidiocesi di San Paolo e dalla diocesi di Taubaté.

Il santuario di Aparecida è stato visitato da tre papi: Giovanni Paolo II nel 1980, Benedetto XVI nel 2007 e Francesco nel 2013.

Cronotassi dei vescoviModifica

StatisticheModifica

L'arcidiocesi nel 2015 su una popolazione di 191.763 persone contava 160.091 battezzati, corrispondenti all'83,5% del totale.

anno popolazione sacerdoti diaconi religiosi parrocchie
battezzati totale % numero secolari regolari battezzati per sacerdote uomini donne
1959 66.000 72.000 91,7 57 6 51 1.157 76 91 5
1966 71.200 75.900 93,8 53 5 48 1.343 75 122 6
1970 100.674 106.544 94,5 57 4 53 1.766 80 170 6
1976 108.759 116.525 93,3 75 4 71 1.450 175 148 7
1980 116.000 126.000 92,1 79 5 74 1.468 123 120 9
1990 170.870 186.940 91,4 68 13 55 2.512 143 144 8
1999 193.700 212.000 91,4 84 23 61 2.305 2 110 135 15
2000 190.000 220.000 86,4 97 19 78 1.958 2 123 163 15
2001 190.000 220.000 86,4 91 24 67 2.087 2 103 176 15
2002 198.000 220.000 90,0 94 21 73 2.106 2 118 183 15
2003 151.470 168.300 90,0 89 20 69 1.701 2 111 173 15
2004 83.013 180.000 46,1 90 21 69 922 2 119 177 16
2006 85.200 184.600 46,2 94 22 72 906 2 124 159 17
2011 167.800 198.000 84,7 102 26 76 1.645 2 175 188 18
2012 169.300 200.000 84,7 99 26 73 1.710 2 125 186 18
2015 160.091 191.763 83,5 105 26 79 1.524 2 117 191 18

NoteModifica

  1. ^ Congregazione per i vescovi, Decreto Eminentissimus, AAS 108 (2016), pp. 1300-1301].
  2. ^ (LA) Breve Satis superque, AAS 73 (1981), pp. 538-539.

BibliografiaModifica

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica