Arcidiocesi di Belém do Pará

arcidiocesi della Chiesa Cattolica Romana in Brasile
Arcidiocesi di Belém do Pará
Archidioecesis Belemensis de Pará
Chiesa latina
Belem-Cathedral1.jpg
Regione ecclesiastica Norte 2
Diocesi suffraganee
Abaetetuba, Bragança do Pará, Cametá, Castanhal, Macapá, Marabá, Marajó, Ponta de Pedras, Santíssima Conceição do Araguaia
Arcivescovo metropolita Alberto Taveira Corrêa
Ausiliari Antônio de Assis Ribeiro, S.D.B.
Sacerdoti 217 di cui 115 secolari e 102 regolari
8.502 battezzati per sacerdote
Religiosi 172 uomini, 363 donne
Diaconi 144 permanenti
Abitanti 2.181.600
Battezzati 1.845.040 (84,6% del totale)
Superficie 2.082 km² in Brasile
Parrocchie 86
Erezione 4 marzo 1720
Rito romano
Cattedrale Nostra Signora delle Grazie
Indirizzo Avda. Governador José Malcher 915, 66055-260 Belém, PA, Brasil
Sito web arquidiocesedebelem.com.br
Dati dall'Annuario pontificio 2019 (ch · gc)
Chiesa cattolica in Brasile

L'arcidiocesi di Belém do Pará (in latino: Archidioecesis Belemensis de Pará) è una sede metropolitana della Chiesa cattolica in Brasile appartenente alla regione ecclesiastica Norte 2. Nel 2018 contava 1.845.040 battezzati su 2.181.600 abitanti. È retta dall'arcivescovo Alberto Taveira Corrêa.

La basilica minore di Nostra Signora di Nazaré a Belém.

TerritorioModifica

L'arcidiocesi comprende 5 comuni nella parte nord-orientale dello stato brasiliano di Pará: Belém, Ananindeua, Benevides, Marituba e Santa Bárbara do Pará.

Sede arcivescovile è la città di Belém, dove si trova la cattedrale di Nostra Signora delle Grazie. A Belém sorge anche la basilica minore di Nostra Signora di Nazaré.

Il territorio ha una superficie di 2.082 km² ed è suddiviso in 86 parrocchie.

Provincia ecclesiasticaModifica

La provincia ecclesiastica di Belém do Pará, istituita nel 1906, comprende 9 suffraganee, negli Stati di Pará e Amapá:

StoriaModifica

La diocesi di Belém do Pará fu eretta il 4 marzo 1720 con la bolla Copiosus in misericordia di papa Clemente XI, ricavandone il territorio dalla diocesi di São Luís do Maranhão (oggi arcidiocesi).

Originariamente suffraganea del patriarcato di Lisbona, il 5 giugno 1828 per effetto della bolla Romanorum Pontificum di papa Leone XII entrò a far parte della provincia ecclesiastica dell'arcidiocesi di San Salvador di Bahia.

Il 27 aprile 1892 e il 21 settembre 1903 cedette porzioni del suo territorio a vantaggio dell'erezione della diocesi delle Amazonas (oggi arcidiocesi di Manaus) e della prelatura territoriale di Santarém (oggi arcidiocesi).

Il 1º maggio 1906 è stata elevata al rango di arcidiocesi metropolitana con la bolla Sempiternam humani generis di papa Pio X.

Successivamente ha ceduto a più riprese porzioni del suo territorio a vantaggio dell'erezione di nuove circoscrizioni ecclesiastiche e precisamente:

Cronotassi dei vescoviModifica

StatisticheModifica

L'arcidiocesi nel 2018 su una popolazione di 2.181.600 persone contava 1.845.040 battezzati, corrispondenti all'84,6% del totale.

anno popolazione sacerdoti diaconi religiosi parrocchie
battezzati totale % numero secolari regolari battezzati per sacerdote uomini donne
1949 990.000 1.000.000 99,0 84 21 63 11.785 279 48
1958 689.200 719.283 95,8 85 35 50 8.108 73 420 41
1965 720.000 780.920 92,2 109 40 69 6.605 98 434 36
1970 780.000 813.418 95,9 119 32 87 6.554 2 120 447 42
1976 1.002.621 1.234.567 81,2 128 39 89 7.832 2 119 412 50
1977 1.110.000 1.238.000 89,7 116 40 76 9.568 9 99 348 52
1990 1.526.000 1.823.000 83,7 140 65 75 10.900 47 115 450 61
1999 2.000.000 2.500.000 80,0 208 51 157 9.615 50 249 438 75
2000 2.000.000 2.500.000 80,0 141 63 78 14.184 55 161 498 77
2001 2.030.000 2.500.000 81,2 168 69 99 12.083 56 154 508 80
2002 2.058.000 2.535.000 81,2 169 68 101 12.177 55 169 510 80
2003 2.091.281 2.734.842 76,5 172 69 103 12.158 53 179 445 83
2004 2.119.558 2.712.542 78,1 172 67 105 12.323 60 183 441 83
2005 1.704.000 2.068.836 82,4 134 48 86 12.716 ? 162 328 52
2006 1.503.302 2.042.530 73,6 132 46 86 11.388 50 160 391 54
2012 1.544.000 2.125.000 72,7 194 105 89 7.958 84 155 363 73
2015 1.931.126 2.342.061 82,5 198 108 90 9.753 87 163 399 84
2018 1.845.040 2.181.600 84,6 217 115 102 8.502 144 172 363 86

NoteModifica

  1. ^ Il 23 aprile 1906 fu nominato arcivescovo titolare di Nicopoli al Nesto.
  2. ^ Nominato arcivescovo titolare, titolo personale, di Tolemaide di Fenicia.
  3. ^ Nominato arcivescovo titolare di Anasarta.
  4. ^ Contestualmente nominato arcivescovo titolare di Cirro.

BibliografiaModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica