Apri il menu principale
Arcidiocesi di Botucatu
Archidioecesis Botucatuensis
Chiesa latina
Catedral Santana Botucatu 150308 REFON A.JPG
Regione ecclesiastica Sul 1
Mappa della diocesi
Diocesi suffraganee
Araçatuba, Assis, Bauru, Lins, Marília, Ourinhos, Presidente Prudente
Arcivescovo metropolita Maurício Grotto de Camargo
Sacerdoti 60 di cui 42 secolari e 18 regolari
7.883 battezzati per sacerdote
Religiosi 24 uomini, 72 donne
Diaconi 15 permanenti
Abitanti 557.000
Battezzati 473.000 (84,9% del totale)
Superficie 10.348 km² in Brasile
Parrocchie 45 (4 vicariati)
Erezione 7 giugno 1908
Rito romano
Cattedrale Sant'Anna
Indirizzo Rua Dr. Costa Leite 668, 18600-010 Botucatu, SP, Brazil
Sito web arquidiocesebotucatu.org.br
Dati dall'Annuario pontificio 2016 (ch · gc)
Chiesa cattolica in Brasile

L'arcidiocesi di Botucatu (in latino: Archidioecesis Botucatuensis) è una sede metropolitana della Chiesa cattolica in Brasile appartenente alla regione ecclesiastica Sul 1. Nel 2015 contava 473.000 battezzati su 557.000 abitanti. È retta dall'arcivescovo Maurício Grotto de Camargo.

Indice

TerritorioModifica

L'arcidiocesi comprende 20 comuni nella parte centrale dello Stato brasiliano di San Paolo: Avaré, Águas de Santa Bárbara, Arandu, Areiópolis, Anhembi, Botucatu, Bofete, Borebi, Conchas, Cerqueira César, Iaras, Igaraçu do Tietê, Itatinga, Laranjal Paulista, Lençóis Paulista, Macatuba, Pardinho, Pereiras, Pratânia e São Manuel.[1]

Sede arcivescovile è la città di Botucatu, dove si trova la basilica cattedrale di Sant'Anna.

Il territorio si estende su una superficie di 10.348 km² ed è suddiviso in 45 parrocchie, raggruppate in 4 regioni pastorali: Botucatu, Avaré, Laranjal Paulista, Lençóis Paulista.

Provincia ecclesiasticaModifica

La provincia ecclesiastica di Botucatu, istituita nel 1958, comprende le seguenti suffraganee:

StoriaModifica

La diocesi di Botucatu fu eretta il 7 giugno 1908 con la bolla Dioecesium nimiam amplitudinem di papa Pio X, ricavandone il territorio dalla diocesi di San Paolo, che contestualmente fu elevata al rango di arcidiocesi metropolitana. Originariamente la diocesi di Botucatu era suffraganea della stessa arcidiocesi di San Paolo.

Il 4 luglio 1924, il 21 giugno 1926 e il 30 novembre 1928 cedette porzioni del suo territorio a vantaggio dell'erezione rispettivamente delle diocesi di Sorocaba (oggi arcidiocesi) e di Santos, di Cafelândia (oggi diocesi di Lins) e di Assis.

L'episcopato di Carlos Duarte Costa fu particolarmente travagliato. Il vescovo difendeva posizioni in aperto contrasto con il magistero della Chiesa, ad esempio ammetteva il divorzio sotto alcune condizioni. Nel 1932 giunse ad organizzare un "battaglione del vescovo", una formazione aggressiva nata per sostenere le tesi politiche del vescovo. In quest'azione sociale sperperò i beni della diocesi. La Santa Sede indagò sull'operato del vescovo, che si dimise nel 1937 ottenendo la sede titolare di Maura. Allora il vescovo si trasferì a Rio de Janeiro, dove predicò contro la dottrina dell'infallibilità papale e a favore del divorzio e del matrimonio degli ecclesiastici. Denunciò anche la supposta alleanza fra il Vaticano e i regimi totalitari europei. Fu scomunicato nel 1945 da papa Pio XII e fondò allora una Chiesa scismatica: la Chiesa cattolica apostolica brasiliana. In seguito fondò anche il Partito socialista cristiano.

Il 19 aprile 1958 fu elevata al rango di arcidiocesi metropolitana con la bolla Sacrorum antistitum di papa Pio XII.

Il 15 febbraio 1964, il 2 marzo 1968 e il 30 dicembre 1998 ha ceduto altre porzioni di territorio a vantaggio dell'erezione rispettivamente delle diocesi di Bauru, di Itapeva e di Ourinhos.

Cronotassi dei vescoviModifica

  • Lúcio Antunes de Souza † (20 ottobre 1908 - 19 ottobre 1923 deceduto)
  • Carlos Duarte Costa † (4 luglio 1924 - 22 settembre 1937 dimesso)
  • Antonio Colturato, O.F.M. † (12 aprile 1938 - 5 maggio 1946 deceduto)
  • Henrique Hector Golland Trindade, O.F.M. † (15 maggio 1948 - 27 marzo 1968 dimesso)
  • Vicente Ângelo José Marchetti Zioni † (27 marzo 1968 - 30 maggio 1989 ritirato)
  • Antonio Maria Mucciolo † (30 maggio 1989 - 7 giugno 2000 ritirato)
  • Aloysio José Leal Penna, S.J. † (7 giugno 2000 - 19 novembre 2008 ritirato)
  • Maurício Grotto de Camargo, dal 19 novembre 2008

StatisticheModifica

L'arcidiocesi al termine dell'anno 2015 su una popolazione di 557.000 persone contava 473.000 battezzati, corrispondenti all'84,9% del totale.

anno popolazione sacerdoti diaconi religiosi parrocchie
battezzati totale % numero secolari regolari battezzati per sacerdote uomini donne
1950 392.500 450.000 87,2 79 33 46 4.968 44 263 31
1959 550.000 600.000 91,7 106 39 67 5.188 113 374 35
1966 400.000 440.000 90,9 81 40 41 4.938 80 354 32
1970 420.000 450.000 93,3 58 28 30 7.241 52 348 30
1976 370.000 410.000 90,2 52 23 29 7.115 38 210 40
1980 410.000 455.000 90,1 59 26 33 6.949 48 220 45
1990 570.000 700.000 81,4 66 39 27 8.636 1 39 52
1999 626.000 750.000 83,5 75 41 34 8.346 6 59 130 63
2000 551.500 650.000 84,8 62 34 28 8.895 6 53 128 41
2001 423.000 498.581 84,8 51 41 10 8.294 5 18 115 41
2002 369.000 435.307 84,8 53 43 10 6.962 5 14 85 42
2003 369.000 435.307 84,8 52 35 17 7.096 5 26 130 42
2004 369.000 435.308 84,8 51 36 15 7.235 7 17 130 43
2006 419.000 494.000 84,8 54 39 15 7.759 13 22 130 48
2012 461.000 544.000 84,7 57 40 17 8.087 12 29 73 45
2015 473.000 557.000 84,9 60 42 18 7.883 15 24 72 45

NoteModifica

  1. ^ Elenco dal sito web dell'arcidiocesi.

BibliografiaModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica