Arcidiocesi di Ciudad Bolívar

Arcidiocesi di Ciudad Bolívar
Archidioecesis Civitatis Bolivarensis
Chiesa latina
Cathedral of Ciudad Bolivar.jpg
Mappa della diocesi
Diocesi suffraganee
Ciudad Guayana, Maturín
Arcivescovo metropolita Ulises Antonio Gutiérrez Reyes, O. de M.
Sacerdoti 35 di cui 29 secolari e 6 regolari
17.771 battezzati per sacerdote
Religiosi 11 uomini, 42 donne
Diaconi 1 permanente
Abitanti 654.000
Battezzati 622.000 (95,1% del totale)
Superficie 109.769 km² in Venezuela
Parrocchie 27
Erezione 20 maggio 1790
Rito romano
Cattedrale San Tommaso
Indirizzo Apartado 43, Avda. Andrés Eloy Blanco c. Avda. Naiguata, Ciudad Bolívar, Venezuela
Dati dall'Annuario pontificio 2020 (ch · gc)
Chiesa cattolica in Venezuela

L'arcidiocesi di Ciudad Bolívar (in latino: Archidioecesis Civitatis Bolivarensis) è una sede metropolitana della Chiesa cattolica in Venezuela. Nel 2019 contava 622.000 battezzati su 654.000 abitanti. È retta dall'arcivescovo Ulises Antonio Gutiérrez Reyes, O. de M.

Mappa del Venezuela prima della rivoluzione del 1810: in giallo e arancione le province di Guayana e di Cumaná, che costituivano il primitivo territorio della diocesi.

TerritorioModifica

L'arcidiocesi comprende la parte occidentale dello stato venezuelano di Bolívar.

Sede arcivescovile è la città di Ciudad Bolívar, dove si trova la cattedrale di San Tommaso.

Il territorio si estende su 109.769 km² ed è suddiviso in 27 parrocchie.

Provincia ecclesiasticaModifica

La provincia ecclesiastica di Ciudad Bolívar, istituita nel 1958, comprende due suffraganee:

StoriaModifica

La diocesi di Guayana fu eretta il 20 maggio 1790, ricavandone il territorio dalla diocesi di Porto Rico (oggi arcidiocesi di San Juan di Porto Rico). Il primitivo territorio della diocesi comprendeva le province continentali di Guayana e di Cumaná, nonché le province insulari di Trinidad e di Margarita, nella Capitaneria generale del Venezuela.[1] Sede della diocesi era la città di Angostura, l'odierna Ciudad Bolívar, nota anche come Santo Tomé de Guayana.[2]

Originariamente suffraganea dell'arcidiocesi di Santo Domingo, il 24 novembre 1803 in virtù della bolla In universalis Ecclesiae regimine di papa Pio VII entrò a far parte della provincia ecclesiastica dell'arcidiocesi di Caracas.

Il 23 febbraio 1818 cedette una porzione del suo territorio a vantaggio dell'erezione del vicariato apostolico di Trinidad (oggi arcidiocesi di Porto di Spagna).

Il 4 marzo 1922, il 12 ottobre 1922 e il 5 febbraio 1932 ha ceduto altre porzioni di territorio a vantaggio dell'erezione rispettivamente del vicariato apostolico di Caroní, della diocesi di Cumaná (oggi arcidiocesi) e della prefettura apostolica dell'Alto Orinoco (oggi vicariato apostolico di Puerto Ayacucho).

Il 2 gennaio 1953 assunse il nome di diocesi di Ciudad Bolívar.[3]

Il 7 giugno 1954 e il 24 maggio 1958 cedette ulteriori porzioni del suo territorio a vantaggio dell'erezione rispettivamente delle diocesi di Barcelona e di Maturín.

Il 21 giugno 1958 è stata elevata al rango di arcidiocesi metropolitana con la bolla Magna quidem di papa Pio XII.

Il 20 agosto 1979 ha ceduto un'altra porzione di territorio a vantaggio dell'erezione della diocesi di Ciudad Guayana, a cui il 25 marzo 1988 ha aggiunto i comuni di Piar, Roscio e Sifontes per una sostanziale modifica dei confini diocesani.[4]

Cronotassi dei vescoviModifica

Si omettono i periodi di sede vacante non superiori ai 2 anni o non storicamente accertati.

  • Francisco Ibarra Herrera † (19 dicembre 1791 - 14 dicembre 1798 nominato vescovo del Venezuela)
  • José Antonio García Mohedano † (11 agosto 1800 - 17 ottobre 1804 deceduto)
  • José Bentura Cabello † (20 febbraio 1809 - 21 agosto 1817 deceduto)
    • Sede vacante (1817-1828)
  • Mariano Talavera y Garcés † (22 dicembre 1828 - 1841 dimesso)
  • Mariano Fernández Fortique † (12 luglio 1841 - 6 febbraio 1854 deceduto)
  • José Manuel Arroyo Niño † (19 giugno 1856 - 30 novembre 1884 deceduto)
  • Manuel Felipe Rodríguez Delgado † (30 luglio 1885 - 13 dicembre 1887 deceduto)
    • Sede vacante (1887-1891)
  • Antonio María Durán † (25 settembre 1891 - 18 luglio 1917 deceduto)
  • Sixto Sosa Díz † (5 dicembre 1918 - 16 giugno 1923 nominato vescovo di Cumaná)
  • Miguel Antonio Mejía † (22 giugno 1923 - 6 ottobre 1947 deceduto)
    • Sede vacante (1947-1949)
  • Juan José Bernal Ortiz † (21 ottobre 1949 - 25 luglio 1965 nominato arcivescovo, titolo personale, di Los Teques)
  • Crisanto Darío Mata Cova † (30 aprile 1966 - 26 maggio 1986 ritirato)
  • Medardo Luis Luzardo Romero † (26 maggio 1986 - 27 agosto 2011 ritirato)
  • Ulises Antonio Gutiérrez Reyes, O. de M., dal 27 agosto 2011

StatisticheModifica

L'arcidiocesi nel 2019 su una popolazione di 654.000 persone contava 622.000 battezzati, corrispondenti al 95,1% del totale.

anno popolazione sacerdoti diaconi religiosi parrocchie
battezzati totale % numero secolari regolari battezzati per sacerdote uomini donne
1950 378.000 385.000 98,2 30 18 12 12.600 30
1966 235.800 263.000 89,7 43 22 21 5.483 21 75 21
1970 305.000 330.000 92,4 48 22 26 6.354 28 96 27
1976 373.000 406.665 91,7 51 23 28 7.313 37 108 34
1980 243.000 269.762 90,1 31 18 13 7.838 3 14 51 27
1990 300.000 320.000 93,8 22 14 8 13.636 9 70 16
1999 380.000 405.000 93,8 28 17 11 13.571 11 63 23
2000 460.750 475.000 97,0 29 18 11 15.887 11 70 23
2001 487.000 500.000 97,4 35 21 14 13.914 14 70 23
2002 487.000 500.000 97,4 34 20 14 14.323 14 67 24
2003 490.000 503.000 97,4 32 19 13 15.312 13 69 24
2004 500.000 516.000 96,9 35 22 13 14.285 13 66 24
2006 547.000 570.000 96,0 32 19 13 17.093 2 13 53 25
2013 589.000 621.000 94,8 42 33 9 14.023 2 10 56 23
2016 614.306 646.744 95,0 40 32 8 15.357 2 8 53 25
2019 622.000 654.000 95,1 35 29 6 17.771 1 11 42 27

NoteModifica

  1. ^ Konrad Eubel, Hierarchia catholica, vol. VI, p. 232.
  2. ^ Dal sito web della diocesi di Ciudad Guayana.
  3. ^ AAS 45 (1953), p. 300.
  4. ^ AAS 80 (1988), pp. 1035-1036.

BibliografiaModifica

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Diocesi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di diocesi