Apri il menu principale
Arcidiocesi di Košice
Archidioecesis Cassoviensis
Chiesa latina
Kosice (Slovakia) - St. Elizabeth's Catedral 2.jpg
Stemma della diocesi Mappa della diocesi
Diocesi suffraganee
Rožňava, Spiš
Arcivescovo metropolita Bernard Bober
Ausiliari Marek Forgáč
Arcivescovi emeriti Alojz Tkác
Sacerdoti 480 di cui 389 secolari e 91 regolari
1.414 battezzati per sacerdote
Religiosi 104 uomini, 302 donne
Diaconi 3 permanenti
Abitanti 1.157.600
Battezzati 679.000 (58,7% del totale)
Superficie 10.430 km² in Slovacchia
Parrocchie 219
Erezione 9 agosto 1804
Rito romano
Indirizzo Hlavná ulica 28, SK-041 83 Košice, Slovenská Republika
Sito web www.ke-arcidieceza.sk
Dati dall'Annuario pontificio 2017 (ch · gc)
Chiesa cattolica in Slovacchia

L'arcidiocesi di Košice (in latino: Archidioecesis Cassoviensis) è una sede metropolitana della Chiesa cattolica in Slovacchia. Nel 2016 contava 679.000 battezzati su 1.157.600 abitanti. È retta dall'arcivescovo Bernard Bober.

Indice

TerritorioModifica

L'arcidiocesi comprende la maggior parte delle regioni di Košice e Prešov, nella Slovacchia orientale.

Sede arcivescovile è la città di Košice, dove si trova la cattedrale di Sant'Elisabetta d'Ungheria. A Prešov sorge la concattedrale di San Nicola.

Il territorio è suddiviso in 219 parrocchie.

StoriaModifica

La diocesi di Košice fu eretta il 9 agosto 1804 con la bolla In universa gregis di papa Pio VII, ricavandone il territorio dall'arcidiocesi di Eger, di cui era originariamente suffraganea.

Nel concistoro del 25 giugno 1877 in cui papa Pio IX nominava vescovo di Košice Konštantín Schuster, la sede vescovile è descritta come una delle principali città del Regno d'Ungheria, sorgente in un'amena pianura circondata da colline con vigneti. Aveva mille case con ventimila abitanti, quasi tutti cattolici. Aveva un capitolo con sette canonici, fra cui quattro dignità, ma mancavano le prebende per il teologo e il penitenziere. La cattedrale era l'unica parrocchia della città, in cui non vi erano confraternite, ma esistevano due monasteri maschili e uno femminile, c'erano due ospedali, un monte di pietà e il seminario. Nella diocesi, piuttosto vasta, si trovavano quasi duecento parrocchie.[1]

Il 2 settembre 1937 per effetto della bolla Ad ecclesiastici di papa Pio XI divenne una diocesi immediatamente soggetta alla Santa Sede. La porzione del suo territorio che cadeva sotto territorio ungherese fu eretta in amministrazione apostolica.

Il 30 dicembre 1977, quando venne creata la metropolia slovacca di Trnava, Košice ne divenne suffraganea.

Il 31 marzo 1995, con il riordino delle circoscrizioni ecclesiastiche slovacche, la diocesi è stata elevata al rango di arcidiocesi metropolitana con la bolla Pastorali quidem permoti di papa Giovanni Paolo II.

Cronotassi dei vescoviModifica

  • Andrej (André) Szabó † (20 agosto 1804 - 28 settembre 1819 deceduto)
  • Štefan (István) Čech (Csech) † (8 gennaio 1821 - 4 giugno 1831 deceduto)
  • Imrich Palugyay † (24 febbraio 1832 - 18 febbraio 1839 nominato vescovo di Nitra)
  • Anton Ocskay † (17 maggio 1838 - 11 settembre 1848 deceduto)
  • Jozef Kunszt † (20 maggio 1850 - 15 marzo 1852 nominato arcivescovo di Kalocsa)
  • Ignác Fábry † (15 marzo 1852 - 26 giugno 1867 deceduto)
  • Ján Perger † (13 marzo 1868 - 5 aprile 1876 deceduto)
  • Konštantín Schuster † (1º luglio 1877 - 17 marzo 1887 nominato vescovo di Vác)
  • Zigmund Bubics † (30 maggio 1887 - ottobre 1906 ritirato)
  • Augustín Fischer-Colbrie † (6 agosto 1906 succeduto - 17 maggio 1925 deceduto)
    • Jozef Čársky † (12 dicembre 1925 - 11 novembre 1938 nominato amministratore apostolico dei territori slovacchi delle diocesi di Košice, Rožňava e Satu Mare) (amministratore apostolico)
  • Stefan Madarász † (19 luglio 1939 - 8 agosto 1948 deceduto)
    • Jozef Čársky † (28 febbraio 1945 - 11 marzo 1962 deceduto) (amministratore apostolico)
    • Štefan Onderko (11 marzo 1962 - 1990) (vicario capitolare)
  • Alojz Tkác (14 febbraio 1990 - 4 giugno 2010 ritirato)
  • Bernard Bober, dal 4 giugno 2010

StatisticheModifica

L'arcidiocesi al termine dell'anno 2016 su una popolazione di 1.157.600 persone contava 679.000 battezzati, corrispondenti al 58,7% del totale.

anno popolazione sacerdoti diaconi religiosi parrocchie
battezzati totale % numero secolari regolari battezzati per sacerdote uomini donne
1948 292.681 570.430 51,3 277 240 37 1.056 54 490 166
1969 549.158 785.949 69,9 203 203 2.705 174
1980 605.300 887.000 68,2 250 250 2.421 181
1990 740.611 998.053 74,2 231 231 3.206 181
1999 612.642 1.050.639 58,3 345 285 60 1.775 2 129 348 202
2000 616.343 1.066.127 57,8 359 303 56 1.716 2 102 239 203
2001 608.260 1.045.146 58,2 384 319 65 1.584 2 134 366 203
2002 676.333 1.118.295 60,5 396 333 63 1.707 2 127 371 204
2003 678.174 1.120.136 60,5 403 342 61 1.682 2 120 349 206
2004 678.174 1.118.295 60,6 404 348 56 1.678 2 116 340 207
2006 678.170 1.111.132 61,0 447 382 65 1.517 3 99 364 210
2013 677.000 1.153.505 58,7 479 394 85 1.413 3 107 328 216
2016 679.000 1.157.600 58,7 480 389 91 1.414 3 104 302 219

NoteModifica

  1. ^ (LA) Ex Actibus Consistorialibus, ASS 10 (1877), p. 216

BibliografiaModifica

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Diocesi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di diocesi