Arcidiocesi di Malta
Archidioecesis Melitensis o Melevitana
Chiesa latina
Malta Mdina BW 2011-10-05 12-41-38.JPG
Mappa della diocesi
Diocesi suffraganee
Gozo
Arcivescovo metropolita Charles Jude Scicluna
Vicario generale Joe Galea Curmi
Arcivescovi emeriti Paul Cremona, O.P.
Sacerdoti 621 di cui 278 secolari e 343 regolari
611 battezzati per sacerdote
Religiosi 439 uomini, 882 donne
Abitanti 413.000
Battezzati 380.000 (92,0% del totale)
Superficie 246 km² a Malta
Parrocchie 70
Erezione I secolo
Rito romano
Cattedrale San Paolo
Concattedrali San Giovanni Battista
Indirizzo P.O. Box 29, Valletta VLT 16, Malta
Sito web maltadiocese.org
Dati dall'Annuario pontificio 2014 (ch · gc)
Chiesa cattolica a Malta

L'arcidiocesi di Malta (in latino: Archidioecesis Melitensis o Melevitana) è una sede metropolitana della Chiesa cattolica a Malta. Nel 2004 contava 337.800 battezzati su 354.900 abitanti. È retta dall'arcivescovo Charles Jude Scicluna.

Indice

TerritorioModifica

L'arcidiocesi comprende l'isola di Malta.

Sede arcivescovile è la città di Medina, dove si trova la cattedrale di San Paolo (Katidral Metropolitan ta' San Pawl). A La Valletta si trova la concattedrale di San Giovanni Battista (Kon-Katidral ta' San Ġwann).

Il territorio è suddiviso in 64 parrocchie.

StoriaModifica

La comunità cristiana di Malta fu fondata da san Paolo, che vi fece naufragio nel suo viaggio da prigioniero verso Roma, come raccontano gli Atti degli Apostoli.[1] Secondo la tradizione, san Publio, menzionato anch'egli negli Atti degli Apostoli, fu il suo primo vescovo, e dopo aver retto la Chiesa maltese per trentun anni si trasferì nell'anno 90 alla sede di Atene, dove fu martirizzato nel 112. Sebbene un elenco completo di vescovi dai giorni di san Paolo a Costantino sia stato redatto, la sua autenticità è più che dubbia: Malta, infatti, rimase disabitata per quasi due secoli dopo la conquista araba e l'espulsione della popolazione romano-bizantina, senza alcuna possibilità di continuità.[2]

Il 3 marzo 1797 con la bolla Memores Nos di papa Pio VI ai vescovi di Malta fu concesso il titolo arcivescovile di Rodi; l'arcidiocesi di Rodi sarà ripristinata il 28 marzo 1928.

La cattedrale dell'arcidiocesi di Malta è la cattedrale di Medina. La concattedrale di San Giovanni si trova a La Valletta. Quest'ultima era originalmente la chiesa conventuale dell'Ordine dei Cavalieri Ospedalieri di San Giovanni e diventò concattedrale nel 1820 quando il vescovo di Malta, che risiedeva a Medina, ebbe l'autorizzazione di utilizzarla come sede alternativa.

Nel 1817 la diocesi di Malta entrò a far parte della provincia ecclesiastica dell'arcidiocesi di Palermo, ma nel 1844 fu dichiarata immediatamente soggetta alla Santa Sede.

Il 22 settembre 1864 cedette una porzione del suo territorio a vantaggio dell'erezione della diocesi di Gozo.

La diocesi di Malta è stata elevata al rango di arcidiocesi metropolitana il 1º gennaio 1944 con la bolla Melitensem Ecclesiam di papa Pio XII.

Cronotassi dei vescoviModifica

  • San Publio † (69 - 90 trasferitosi ad Atene)
  • ...
  • Giuliano † (553)
  • Lucillo † (592 - 599)
  • Traiano † (603)
  • ...
  • Giovanni I † (1167 - 1169)
  • Giovanni II † (1211 - 1224 - ?)
  • Ruggerio di Cefalù † (1251)
  • Domenico † (8 maggio 1253 - ?)
  • Giacomo di Mileto ? † (27 maggio 1259 - ?)
  • Marino di Sorrento † (1267)
  • Johannes Normandus † (1268)
  • Andrea Bancherini, O.P. † (circa 1270 - ?)
  • Jacobus da Malta, O.F.M. † (1272 o circa 1284 - 1299 deceduto)
  • Niccolò † (21 gennaio 1304 - ? deceduto)
  • Alduino † (1330 - ? deceduto)
  • Enrico da Cefalù, O.F.M. † (10 gennaio 1334 - ? deceduto)
  • Niccolò Boneti † (27 novembre 1342 - ? deceduto)
  • Ogerio † (27 ottobre 1343 - ? deceduto)
  • Giacomo † (7 giugno 1346 - ? deceduto)
  • Ilario Corrado, O.P. † (15 giugno 1356 - ? deceduto)
  • Antonio, O.F.M. † (19 agosto 1370 - ? deceduto)
  • Corrado † (3 settembre 1371 - ? deceduto)
  • Antonio de Vulponno, O.S.B. † (15 ottobre 1375 - novembre 1392 deceduto)
  • Mauro Cali † (4 luglio 1393 - 1408 nominato vescovo di Catania)
  • Andrea de Pace, O.F.M. † (1408 - 1409 nominato vescovo di Catania)
  • Antonio † (29 luglio 1409 - ?)
  • Andrea, O.P. † (4 luglio 1414 - ?)
  • Giovanni Ximenes, O.F.M. † (16 marzo 1418 - ? deceduto)
  • Mauro de Albraynio † (21 agosto 1420 - ? dimesso)
  • Senatore De Mello Di Noto † (13 febbraio 1432 - ? deceduto)
  • Jaime † (21 dicembre 1445 - ? deceduto)
  • Antonio de Alagona † (21 giugno 1447 - ? dimesso)
  • Giovanni Paternò, O.S.B. † (8 gennaio 1479 - 6 luglio 1489 nominato arcivescovo di Palermo)
  • Paolo Della Cavalleria † (10 febbraio 1491 - 30 marzo 1495 nominato vescovo di Cefalù)
  • Giacomo Vualguera † (30 marzo 1495 - 5 maggio 1501 deceduto)
  • Antonio Corsetto † (20 dicembre 1501 - settembre 1503 deceduto)
    • Juan de Castro † (20 marzo 1506 - 29 settembre 1506 deceduto) (amministratore apostolico)
  • Bandinello Sauli † (5 ottobre 1506 - 1509 nominato vescovo di Gerace)
  • Bernardino da Bologna † (5 ottobre 1506 - 23 gennaio 1512 nominato arcivescovo di Messina)
  • Juan Pujades † (21 gennaio 1512 - 1512 deceduto)
  • Juan de Sepúlveda † (14 luglio 1514 - 1516 dimesso)
  • Bernardino Cateniano † (9 aprile 1516 - 23 maggio 1516 dimesso)
  • Tommaso Bosio, O.S.Io.Hier. † (20 marzo 1538 - 15 agosto 1539 deceduto)
  • Domingo Cubels, O.S.Io.Hier. † (10 dicembre 1540 - 22 novembre 1566 deceduto)
  • Martín Rojas de Portalrubio, O.S.Io.Hier. † (5 novembre 1572 - 19 marzo 1577 deceduto)
  • Tomás Gargal, O.S.Io.Hier. † (11 agosto 1578 - 10 giugno 1614 deceduto)
  • Baldassarre Caglieres, O.S.Io.Hier. † (18 maggio 1615 - 4 agosto 1633 deceduto)
  • Miguel Juan Balaguer Camarasa, O.S.Io.Hier. † (12 febbraio 1635 - 5 dicembre 1663 deceduto)
  • Lucas Buenos † (15 dicembre 1666 - 7 settembre 1668 deceduto)
  • Lorenzo Astiria, O.S.Io.Hier. † (16 giugno 1670 - gennaio 1677 deceduto)
  • Miguel Jerónimo de Molina y Aragonés, O.S.Io.Hier. † (18 aprile 1678 - 25 maggio 1682 nominato vescovo di Lérida)
  • Davide Cocco Palmeri, O.S.Io.Hier. † (15 maggio 1684 - 19 settembre 1711 deceduto)
  • Joaquín Cánaves, O.S. † (30 agosto 1713 - 3 giugno 1721 deceduto)
  • Gaspare Gori Mancini, O.S.Io.Hier. † (1º giugno 1722 - luglio 1727 deceduto)
  • Paul Alpheran de Bussan, O.S.Io.Hier. † (8 marzo 1728 - 20 aprile 1757 deceduto)
  • Bartolomé Rull, O.S.Io.Hier. † (19 dicembre 1757 - 19 febbraio 1769 deceduto)
  • Giovanni Carmelo Pellerani, O.S.Io.Hier. † (28 maggio 1770 - 18 marzo 1780 dimesso)
  • Vincenzo Labini, O.S.Io.Hier. † (19 giugno 1780 - 30 aprile 1807 deceduto)
  • Ferdinando Mattei † (18 settembre 1807 - 14 luglio 1829 deceduto)
  • Francesco Saverio Caruana † (28 febbraio 1831 - 17 novembre 1847 deceduto)
  • Publio Maria Sant † (novembre 1847 succeduto - 3 dicembre 1857 dimesso)
  • Gaetano Pace-Forno, O.S.A. † (3 dicembre 1857 succeduto - 22 luglio 1874 deceduto)
  • Carmelo Scicluna † (15 marzo 1875 - 12 luglio 1888 deceduto)
  • Pietro Pace † (10 febbraio 1889 - 29 luglio 1914 deceduto)
  • Mauro Caruana † (22 gennaio 1915 - 17 dicembre 1943 deceduto)
  • Michael Gonzi † (17 dicembre 1943 succeduto - 30 novembre 1976 ritirato)
  • Joseph Mercieca † (29 novembre 1976 - 2 dicembre 2006 ritirato)
  • Paul Cremona, O.P. (2 dicembre 2006 - 18 ottobre 2014 dimesso)
  • Charles Jude Scicluna, dal 27 febbraio 2015

StatisticheModifica

L'arcidiocesi al termine dell'anno 2013 su una popolazione di 413.000 persone, contava 380.000 battezzati, corrispondenti al 92,0% del totale.

anno popolazione sacerdoti diaconi religiosi parrocchie
battezzati totale % numero secolari regolari battezzati per sacerdote uomini donne
1950 278.000 280.000 99,3 786 402 384 353 670 1.135 50
1970 280.000 294.000 95,2 879 417 462 318 727 1.736 57
1980 288.600 304.400 94,8 881 443 438 327 601 1.470 64
1990 321.000 325.000 98,8 811 369 442 395 560 1.254 64
1999 320.000 340.000 94,1 751 340 411 426 512 1.271 63
2000 330.000 350.000 94,3 776 370 406 425 505 1.236 64
2001 335.000 350.000 95,7 740 329 411 452 504 1.010 64
2002 337.000 353.000 95,5 755 321 434 446 529 966 64
2003 337.500 354.000 95,3 747 316 431 451 523 965 64
2004 337.800 354.900 95,2 736 312 424 458 497 939 64
2013 380.000 413.000 92,0 621 278 343 611 439 882 70

NoteModifica

  1. ^ Atti 27-28.
  2. ^ Yosanne Vella, Wettinger has been vindicated, but why do historians still disagree?, Malta Today, 7 July 2015

FontiModifica

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

  Portale Diocesi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di diocesi