Arcidiocesi di Tlalnepantla

arcidiocesi della Chiesa cattolica in Messico
Arcidiocesi di Tlalnepantla
Archidioecesis Tlalnepantlana
Chiesa latina
Catedral de Corpus Christi.JPG
Regione ecclesiastica Metro-Circundante
Mappa della diocesi
Diocesi suffraganee
Cuautitlán, Ecatepec, Izcalli, Netzahualcóyotl, Teotihuacan, Texcoco, Valle de Chalco
Arcivescovo metropolita José Antonio Fernández Hurtado
Ausiliari Efraín Mendoza Cruz,
Jorge Cuapio Bautista
Sacerdoti 359 di cui 262 secolari e 97 regolari
5.730 battezzati per sacerdote
Religiosi 137 uomini, 309 donne
Diaconi 10 permanenti
Abitanti 2.390.950
Battezzati 2.057.157 (86,0% del totale)
Superficie 682 km² in Messico
Parrocchie 203
Erezione 13 gennaio 1964
Rito romano
Indirizzo Calle Mariano Escobedo 77, esq. con Rayón, 54000 Tlalnepantla, Méx., México
Sito web www.tierradeenmedio.org.mx
Dati dall'Annuario pontificio 2018 (ch · gc)
Chiesa cattolica in Messico

L'arcidiocesi di Tlalnepantla (in latino: Archidioecesis Tlalnepantlana) è una sede metropolitana della Chiesa cattolica in Messico appartenente alla regione ecclesiastica Metro-Circundante. Nel 2017 contava 2.057.157 battezzati su 2.390.950 abitanti. È retta dall'arcivescovo José Antonio Fernández Hurtado.

TerritorioModifica

 
I municipi dell'arcidiocesi.

L'arcidiocesi comprende 6 comuni dello stato messicano di Messico: Tlalnepantla de Baz, Atizapán de Zaragoza, Naucalpan de Juárez, Huixquilucan de Degollado, Isidro Fabela e Jilotzingo.

Sede arcivescovile è la città di Tlalnepantla de Baz, dove si trova la cattedrale del Corpus Domini.

Il territorio è suddiviso in 203 parrocchie.

StoriaModifica

La diocesi di Tlalnepantla fu eretta il 13 gennaio 1964 con la bolla Aliam ex aliis di papa Paolo VI, ricavandone il territorio dalla diocesi di Texcoco e dall'arcidiocesi di Città del Messico. Di quest'ultima era originariamente sede suffraganea.

Il 14 giugno 1967, con la lettera apostolica Invictum Christi, papa Paolo VI ha proclamato San Filippo di Gesù patrono principale della diocesi.[1]

Il 5 febbraio 1979 cedette una porzione del suo territorio a vantaggio dell'erezione della diocesi di Cuautitlán.

Il 17 giugno 1989 è stata elevata al rango di arcidiocesi metropolitana con la bolla Quoniam ut plane di papa Giovanni Paolo II.

Il 3 settembre 1991, con la lettera apostolica Quandoquidem duos, papa Giovanni Paolo II ha confermato la Beata Maria Vergine, venerata con il titolo di Nuestra Señora de los Remedios, patrona dell'arcidiocesi.[2]

Il 28 giugno 1995 ha ceduto un'altra porzione di territorio a vantaggio dell'erezione della diocesi di Ecatepec.

Cronotassi dei vescoviModifica

StatisticheModifica

L'arcidiocesi nel 2017 su una popolazione di 2.390.950 persone contava 2.057.157 battezzati, corrispondenti all'86,0% del totale.

anno popolazione sacerdoti diaconi religiosi parrocchie
battezzati totale % numero secolari regolari battezzati per sacerdote uomini donne
1966 670.520 681.400 98,4 148 84 64 4.530 154 229 38
1970 1.080.000 1.100.000 98,2 226 172 54 4.778 159 355 128
1976 2.685.000 2.750.000 97,6 374 280 94 7.179 7 186 480 208
1980 3.140.000 3.250.000 96,6 293 192 101 10.716 12 227 550 220
1990 3.433.000 3.769.000 91,1 257 198 59 13.357 4 123 227 153
1999 3.082.003 3.312.163 93,1 283 215 68 10.890 7 134 267 124
2000 3.119.079 3.341.265 93,4 293 220 73 10.645 8 139 291 134
2001 3.119.204 4.753.807 65,6 303 230 73 10.294 8 141 314 140
2002 3.207.022 3.480.000 92,2 333 255 78 9.630 8 138 355 193
2003 3.494.077 3.982.000 87,7 353 258 95 9.898 9 172 372 192
2004 2.864.699 3.264.734 87,7 373 263 110 7.680 11 162 420 192
2010 3.184.000 3.980.000 80,0 342 266 76 9.309 11 136 296 200
2014 1.984.400 2.322.091 85,5 304 261 43 6.527 11 137 255 203
2017 2.057.157 2.390.950 86,0 359 262 97 5.730 10 137 309 203

NoteModifica

  1. ^ (LA) Lettera apostolica Invictum Christi, AAS 60 (1968), pp. 191-192.
  2. ^ (LA) Lettera apostolica Quandoquidem duos, AAS 84 (1992), pp. 7-8.

BibliografiaModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Diocesi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di diocesi