Arcipelago dei Chonos

Arcipelago dei Chonos
Chile-Chonos Archipelago.jpg
Geografia fisica
LocalizzazioneOceano Pacifico
Coordinate45°08′S 73°57′W / 45.133333°S 73.95°W-45.133333; -73.95Coordinate: 45°08′S 73°57′W / 45.133333°S 73.95°W-45.133333; -73.95
Superficie12 000 km²
Geografia politica
StatoCile Cile
RegioneRegione di Aysén
Provinciadi Aisén
Comunedi Aisén, Cisnes e Guaitecas
Demografia
Abitanti1473 (2012[1])
Cartografia
Mappa di localizzazione: Cile
Arcipelago dei Chonos
Arcipelago dei Chonos
voci di isole del Cile presenti su Wikipedia

L'Arcipelago dei Chonos[2] (in spagnolo: Archipiélago de los Chonos[3]) è un arcipelago del Cile meridionale, nell'oceano Pacifico. Appartiene alla regione di Aysén e alla provincia di Aisén; le isole sono amministrate dai comuni di Aisén, Cisnes e Guaitecas.

GeografiaModifica

L'arcipelago dei Chonos è formato da 45 isole maggiori e da circa 1000 piccole isole, per una superficie totale di circa 12 000 km²[3]. Si estende da nord a sud per circa 120 miglia e con una larghezza media (est-ovest) di circa 30/40 miglia. Il profondo canale Moraleda separa l'arcipelago dalla terraferma cilena e dall'isola Magdalena (a est); a nord il golfo del Corcovado lo separa dall'arcipelago di Chiloé. A ovest si affaccia sull'oceano Pacifico. A sud dell'arcipelago si trova la penisola di Taitao.

L'unico centro abitato di tutto l'arcipelago dei Chonos è Melinka[3], situato sull'isola di Ascensión, nel sottogruppo dell'arcipelago Guaitecas. la cui popolazione contava 1473 abitanti al censimento del 2012[1].

Numerosi sono i canali che separano le isole, i maggiori sono: Tuamapu (che separa a nord le isole Guaitecas), King, Ninualac, Darwin, Pulluche e Chacabuco.

Le isole maggioriModifica

Settore nord:

Settore centrale:

Settore meridionale:

NoteModifica

  1. ^ a b (ES) Censo de Población 2012 (PDF), su cooperativa.cl, p. 87. URL consultato il 12 luglio 2018.
  2. ^ Nuovissimo Atlante Geografico Mondiale, TCI, 2002
  3. ^ a b c Chonos, Archipiélago de los, su treccani.it. URL consultato il 12 luglio 2018.
  4. ^ Level, su islands.unep.ch. URL consultato il 23 luglio 2018.
  5. ^ Izaza, su islands.unep.ch. URL consultato il 23 luglio 2018.
  6. ^ Chaffers, su islands.unep.ch. URL consultato il 23 luglio 2018.
  7. ^ Rojas, su islands.unep.ch. URL consultato il 23 luglio 2018.
  8. ^ Tahuenahuec, su islands.unep.ch. URL consultato il 23 luglio 2018.
  9. ^ Stokes, su islands.unep.ch. URL consultato il 23 luglio 2018.
  10. ^ Rowlett, su islands.unep.ch. URL consultato il 23 luglio 2018.
  11. ^ James, su islands.unep.ch. URL consultato il 23 luglio 2018.
  12. ^ Teresa, su islands.unep.ch. URL consultato il 23 luglio 2018.
  13. ^ Cuptana, su islands.unep.ch. URL consultato il 23 luglio 2018.
  14. ^ (EN) S.G. Haberlea, K.D. Bennett, Postglacial formation and dynamics of NorthPatagonian Rainforest in the Chonos Archipelago, Southern Chile, in Quaternary Science Reviews, nº 23, Elsevier, 2004, p. 2435. URL consultato il 24 luglio 2018.
  15. ^ Tránsito, su islands.unep.ch. URL consultato il 23 luglio 2018.
  16. ^ Dring, su islands.unep.ch. URL consultato il 23 luglio 2018.
  17. ^ Victoria, su islands.unep.ch. URL consultato il 23 luglio 2018.
  18. ^ Isquiliac, su islands.unep.ch. URL consultato il 23 luglio 2018.
  19. ^ Luz, su islands.unep.ch. URL consultato il 23 luglio 2018.
  20. ^ Traiguen, su islands.unep.ch. URL consultato il 23 luglio 2018.
  21. ^ Rivero, su islands.unep.ch. URL consultato il 23 luglio 2018.
  22. ^ Clemente, su islands.unep.ch. URL consultato il 23 luglio 2018.
  23. ^ Salas, su islands.unep.ch. URL consultato il 23 luglio 2018.
  24. ^ Fitz Roy, su islands.unep.ch. URL consultato il 23 luglio 2018.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN248767329