Aree naturali protette della Toscana

1leftarrow blue.svgVoce principale: Toscana.

Il sistema delle aree naturali protette della Toscana copre quasi il 10% del territorio regionale, per una superficie totale di 227.000 ettari. Ne fanno parte 3 parchi nazionali, 3 parchi regionali, 2 parchi provinciali, 36 riserve naturali statali, 37 riserve naturali regionali e 52 aree naturali protette di interesse locale [1][2][3].

Parchi nazionaliModifica

Parchi regionaliModifica

 
Cala di Forno, nel Parco naturale della Maremma

Parchi provincialiModifica

Riserve stataliModifica

 
Il Lago di Burano nei pressi di Capalbio (GR)

Riserve provincialiModifica

Aree naturali protette di interesse locale[4]Modifica

Aree marine protetteModifica

Zone umideModifica

Altre aree protetteModifica

non incluse nell'EUAP

Rete Natura 2000Modifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Siti di interesse comunitario della Toscana e Zone di protezione speciale della Toscana.

Sono inoltre presenti nella regione "siti di rilevante importanza in ambito CEE riferiti alla regione biogeografica mediterranea" o "siti di interesse comunitario" (SIC). Le località, definite siti di importanza comunitaria (SIC), sono state proposte sulla base del Decreto 25/3/2005, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana n. 157 dell'8 luglio 2005 e predisposto dal Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare ai sensi della direttiva CEE[5].

NoteModifica

  1. ^ Elenco ufficiale delle aree protette (EUAP) Archiviato il 4 giugno 2015 in Wikiwix. 5º Aggiornamento approvato con Delibera della Conferenza Stato Regioni del 24 luglio 2003 e pubblicato nel Supplemento ordinario n. 144 alla Gazzetta Ufficiale n. 205 del 4 settembre 2003.
  2. ^ Regione Toscana - Parchi e aree protette Archiviato il 6 novembre 2009 in Internet Archive.
  3. ^ Regione Toscana - Lista Aree Naturali Protette di Interesse Locale[collegamento interrotto]
  4. ^ Elenco aggiornato delle ANPIL sul sito della Regione Toscana[collegamento interrotto]
  5. ^ direttiva 92/43/CEE Archiviato il 30 settembre 2007 in Internet Archive. Decreto 25 marzo 2005 Archiviato il 21 maggio 2006 in Internet Archive.

Collegamenti esterniModifica