Apri il menu principale

Il laser a ioni di argon è un laser a ioni il cui mezzo attivo è costituito da ioni di argon e kripton.

La lunghezza d'onda del fascio emesso può variare da 500 nm a 1 000 nm (visibile-IR), con potenze raggiungibili di poche decine di watt, che lo rendono adatto principalmente per applicazioni in ambito medicale.

Il principio di funzionamento dello ion laser consiste nell'appliacare una differenza di potenziale alla cella contenente l'Argo formando così ioni Ar+. In questo modo però è possibile che gli ioni possano andare a scaricarsi sul catodo quindi per evitarlo la cella viene rivestita da un magnete che confina gli ioni Ar+ al centro. L'inversione di popolazione a questo punto avviene fra Ar+ e Ar.

BibliografiaModifica

  • Peter Atkins, Julio De Paula, Chimica Fisica, 4ª ed., Bologna, Zanichelli, settembre 2004, ISBN 88-08-09649-1.

Voci correlateModifica