Aria: The Opera Album

album di Andrea Bocelli del 1998
Aria: The Opera Album
ArtistaAndrea Bocelli
Tipo albumStudio
Pubblicazione1998
Durata52:45
GenereOpera lirica
EtichettaPhilips Records
Certificazioni
Dischi d'oroAustria Austria[1]
(Vendite: 25.000+)

Francia Francia[2]
(Vendite: 100.000+) Germania Germania[3]
(Vendite: 250.000+) Norvegia Norvegia[4]
(Vendite: 25.000+) Polonia Polonia[5]
(Vendite: 50.000+) Svizzera Svizzera[6]
(Vendite: 25.000+)

Dischi di platinoBelgio Belgio[7]
(Vendite 50.000+)

Canada Canada[8]
(Vendite 100.000+) Stati Uniti Stati Uniti[9]
(Vendite 1.000.000+)

Andrea Bocelli - cronologia
Album precedente
(1997)
Album successivo
(1999)

Aria: The Opera Album è il quarto album di Andrea Bocelli realizzato in studio e pubblicato nel 1998.

L'album raggiunge la quinta posizione in Austria, Svizzera, Francia e Belgio (nelle Fiandre ed in Vallonia dove rimane in classifica 29 settimane), la sesta in Germania (rimanendo in classifica 19 settimane), la nona nei Paesi Bassi (rimanendo in classifica 21 settimane) e la decima in Finlandia e Norvegia. Il tenore ricevette l'ECHO Klassik, con "Best selling classical album" nel 1998.[10] L'album ha venduto oltre 3,5 milioni di copie nel mondo.

TracceModifica

  1. Questa o quella, dal Rigoletto di Verdi
  2. Che gelida manina, da La bohème di Puccini
  3. Recondita armonia, dalla Tosca di Puccini
  4. E lucevan le stelle, dalla Tosca di Puccini
  5. Addio, fiorito asil, dalla Madama Butterfly di Puccini
  6. Come un bel dì di maggio, dall'Andrea Chénier di Giordano
  7. A te, o cara, da I puritani di Bellini
  8. Di rigori armato il seno, da Der Rosenkavalier di Strauss
  9. Amor ti vieta, da Fedora di Giordano
  10. Ch'ella mì creda libero, da La fanciulla del West di Puccini
  11. Cielo e mar!, da La Gioconda di Ponchielli
  12. La dolcissima effigie, da Adriana Lecouvreur di Cilea
  13. Musetta!... Testa adorata, da La bohème di Leoncavallo
  14. Tombe degli avi miei - Fra poco a me ricovero, da Lucia di Lammermoor di Donizetti
  15. Pourquoi me réveiller, da Werther di Massenet
  16. La fleur que tu m'avais jetée, da Carmen di Bizet
  17. Pour mon âme, da La fille du régiment di Donizetti

Con l'Orchestra del Maggio Musicale Fiorentino diretta da Gianandrea Noseda.

ClassificheModifica

NoteModifica

  1. ^ (DE) GOLD & PLATIN, IFPI. URL consultato il 5 gennaio 2020.
  2. ^ (FR) LES CERTIFICATIONS, Snep. URL consultato il 5 gennaio 2020.
  3. ^ (DE) GOLD-/PLATIN-DATENBANK, BVMI. URL consultato il 5 gennaio 2020.
  4. ^ (NO) Bocelli, IFPI. URL consultato il 5 gennaio 2020.
  5. ^ (PL) Bestseller 1999, ZPAV. URL consultato il 5 gennaio 2020.
  6. ^ (DE) Awards, Swiss chart. URL consultato il 5 gennaio 2020.
  7. ^ (NL) GOUD EN PLATINA - ALBUMS 1999, ultratop.be. URL consultato il 5 gennaio 2020.
  8. ^ (EN) Gold/Platinum, Music Canada. URL consultato il 5 gennaio 2020.
  9. ^ (EN) Gold/Platinum, RIAA. URL consultato il 5 gennaio 2020.
  10. ^ Chronicle 1998, bocelli.de. URL consultato il 20 gennaio 2008.
  11. ^ a b c d e f g h i j k (NL) Andrea Bocelli - Aria, dutch charts. URL consultato il 5 gennaio 2020.
  12. ^ a b Gli album più venduti del 1998, Hit Parade Italia. URL consultato il 5 gennaio 2020.
  13. ^ (EN) Andrea Bocelli, Official Chart. URL consultato il 5 gennaio 2020.
  14. ^ (EN) Andrea Bocelli, Billboard. URL consultato il 5 gennaio 2020.
  15. ^ (HU) Lista 29/1998, Mahasz. URL consultato il 5 gennaio 2020.
  16. ^ (DE) JAHRESHITPARADE 1998, Austrian Charts. URL consultato il 6 gennaio 2020.
  17. ^ (NL) jaaroverzichten 1998, Ultratop. URL consultato il 5 gennaio 2020.
  18. ^ (FR) Rapport annual 1998, Ultratop. URL consultato il 5 gennaio 2020.
  19. ^ (EN) European top 100 1998 (PDF), Music & Media (Pag.8). URL consultato il 6 gennaio 2020.
  20. ^ (DE) TOP 100 ALBUM-JAHRESCHARTS, OFFIZIELLE DEUTSCHE CHARTS. URL consultato il 5 gennaio 2020.
  21. ^ (NO) Topp 40 Album Russetid 1998, VG-lista. URL consultato il 30 gennaio 2020 (archiviato dall'url originale il 20 settembre 2017).
  22. ^ (NL) JAAROVERZICHTEN - ALBUM 1998, Dutch Charts. URL consultato il 5 gennaio 2020.

Collegamenti esterniModifica

  Portale Musica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di musica