Apri il menu principale
Armée de l'air du Sénégal
Senegalese Air Force
Arma aerea del Senegal
Descrizione generale
Attiva1º aprile 1961 – oggi
NazioneSenegal Senegal
Servizioaeronautica militare
Comandanti
Chef d'état-major général des arméesMamadou Mansour Seck
Simboli
CoccardaRoundel of Senegal.svg
Distintivo di codaFlag of Senegal.svg
Voci su forze aeree presenti su Wikipedia

L'Armée de l'air du Sénégal, nota anche con la sigla AlAS, tradotto dalla lingua francese Arma aerea del Senegal ed internazionalmente nota con la dizione in lingua inglese Senegalese Air Force e con la sigla SAF, è l'attuale aeronautica militare del Senegal e parte integrante, assieme ad esercito e marina, delle forze armate del Senegal.

L'arma aerea venne istituita ufficialmente il 1º aprile 1961 ed il suo quartier generale si trova attualmente ad Ouakam, nei pressi della capitale Dakar, sul lato opposto dell'Aeroporto di Dakar-Léopold Sedar Senghor.[1] La forza aerea ha il compito di difendere lo spazio aereo del Senegal, proteggere le aree aeroportuali, supportare le altre forze armate senegalesi, espletare missioni medevac e svolgere servizio di pattugliamento marittimo.[1] Le risorse finanziarie restano un costante problema per l'Armée de l'air du Sénégal ed il crescente costo del combustibile limita il numero di ore di volo disponibili.[1]

Indice

Aeromobili in usoModifica

Aeromobile Origine Tipo Versione
(denominazione locale)
In servizio
(2018)[2]
Note Immagine
Aerei da combattimento
Aero L-39 Albatros   Rep. Ceca aereo da attacco leggero
aereo da addestramento
L-39NG 0 Il 4 aprile 2018 la Aero Vodochody Aerospace ha annunciato che sono stati ordinati 4 aerei della nuova variante L-39NG, che saranno in grado di svolgere sia compiti di attacco leggero che di addestramento, e che il contratto coprirà anche la formazione per piloti e addetti alla manutenzione, ricambi, attrezzature di supporto a terra e servizi di supporto logistico.[3][4][5][2]
Aerei da addestramento
Aérospatiale Epsilon   Francia Aereo da addestramento TB30 6[2]
KAI KT-1 Woongbi   Corea del Sud Aereo da addestramento KT-1 0 4 ordinati a luglio 2016, che saranno consegnati entro 30 mesi.[6][2][7]
Aerei da trasporto
CASA CN-235   Spagna aereo da trasporto CN-235
CN-235-220
1[2]
0
Ulteriori 2 CN-235-220 sono stati ordinati alla PTDI indonesiana a novembre 2018.[8]
Fokker F27   Paesi Bassi Aereo da trasporto F27 1[2]
Elicotteri
Eurocopter AS355   Francia Elicottero utility AS 355F1 1[2]
Bell 206   Stati Uniti elicottero utility B206 2[2]
Sud-Aviation SA 316 Alouette III   Francia Elicottero utility SE3160 1[2]
Mil Mi-2   Russia
  Polonia
elicottero leggero utility Mi-2 2[2]
Mil Mi-8   Russia elicottero multiruolo Mi-8
Mi-17
2[2]
Mil Mi-24   Russia Elicottero d'attacco Mi-24V 5[2][9] 3 esemplari ex slovacchi, aggiornati in Polonia.[9]

NoteModifica

  1. ^ a b c Force Report: Senegalese Air Force, Air Forces Monthly magazine, November 2008 issue, pp. 48-50.
  2. ^ a b c d e f g h i j k l (EN) World Air Force 2019 (PDF), su Flightglobal.com, p. 27. URL consultato l'11 gennaio 2019.
  3. ^ "SENEGAL ORDERS L-39NG ATTACK JETS" Archiviato il 6 aprile 2018 in Internet Archive., su janes.com, 5 aprile 2018, URL consultato il 6 aprile 2018.
  4. ^ "AERO L-39NG PER LE FORZE AEREE DEL SENEGAL", su janes.com, 7 aprile 2018, URL consultato il 10 aprile 2018.
  5. ^ "Ordinati i primi quattro Aero L-39NG" - "Aeronautica & Difesa" N. 379 - 05/2018 pag. 20
  6. ^ "SENEGAL BUYS KT-1 TRAINERS FROM SOUTH KOREA", su defenceweb.co.za, 25 luglio 2016, URL consultato il 6 aprile 2018.
  7. ^ "KAI TO SUPPLY KT-1 BASIC TRAINING AIRCRAFTS TO SENEGALESE AIR FORCE", su defence-blog.com, 21 luglio 2016, URL consultato il 6 aprile 2018.
  8. ^ "PTDI VENDE CUATRO AVIONES CN-235-220 A SENEGAL Y COSTA DE MARFIL", su infodefensa.com, 17 novembre 2018, URL consultato il 17 novembre 2018.
  9. ^ a b "SENEGAL RECEIVES TWO MORE REFURBED MI-24s" Archiviato il 4 dicembre 2017 in Internet Archive., su janes.com, 4 dicembre 2017, URL consultato il 4 dicembre 2017.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàLCCN (ENno2016160295 · WorldCat Identities (ENno2016-160295