Armoriale dei comuni della provincia di Cuneo

Questa pagina contiene le armi (stemmi e blasonature) dei comuni della provincia di Cuneo.

A – LModifica

Stemma Comune e blasonatura Gonfalone e/o bandiera
Acceglio

D.P.R. del 9 dicembre 1955

Gonfalone:

drappo partito di bianco e di azzurro…

Aisone

Di verde, alla sbarra d'argento, attraversata da un campanile azzurro, fondato in punta e sovrastato da un'alta cuspide dello stesso colore, munita di una crocetta nera. Ornamenti esteriori da Comune

Gonfalone:

drappo di bianco…

  Alba

D'argento alla croce piana di rosso, accantonata dalle lettere latine maiuscole A L B A; timbrato dalla corona di Conte

Decreto del 18 settembre 1936

Gonfalone:

Drappo di rosso...

D.P.R. del 12 settembre 2003

Bandiera:

Drappo di bianco alla croce di rosso…

Albaretto della Torre
Alto

Inquartato di argento e di rosso a quattro lettere maiuscole di nero: nel PRIMO, la lettera A; nel SECONDO, la lettera L; nel TERZO, la lettera T; nel QUARTO, la lettera O. Ornamenti esteriori da Comune

D.P.R. del 3 novembre 2009

Gonfalone:

Drappo di bianco con la bordatura di rosso…

D.P.R. del 3 novembre 2009

  Argentera

D'argento alla banda di verde, al piccone di nero attraversante posto in palo.

Arguello

D’azzurro, all’imbarcazione a vela con la prua a sinistra, fornita di tre alberi con la vela quadra, l’albero e la vela centrale più grandi, il tutto d’argento. Ornamenti esteriori da Comune

Gonfalone:

Drappo di bianco con la bordatura di azzurro…

Concessione di stemma e gonfalone D.P.R. del 28 luglio 2016[1]

Bagnasco

D'oro, al castello di rosso, mattonato di nero, munito della torre centrale, merlato alla guelfa, il fastigio di sette, la torre di cinque, esso castello finestrato di nero di due , una nella torre, l'altra nel corpo del castello, chiuso dello stesso, fondato in punta, attraversante la sbarra diminuita, di azzurro. Ornamenti esteriori da Comune

D.P.R. del 28 settembre 2007

Gonfalone:

Drappo di azzurro…

Bagnolo Piemonte

Di rosso, alla banda e al cantone sinistro di argento; al capo di rosso alla croce d'argento brisata da un lambello d'azzurro[2]

Gonfalone:

Drappo di azzurro…

Baldissero d'Alba

Gonfalone:

Drappo di bianco…

Barbaresco
Barge

D'argento alla croce piana di rosso. Ornamenti esteriori da Comune

D.P.C.M. dell'11 settembre 1931

Gonfalone:

Drappo di rosso…

Barolo

D'azzurro alla banda di rosso, caricata di due pali del campo, accompagnata in capo da tre stelle d'argento male ordinate e in punta da un leone dello stesso, armato e linguato di rosso.

Bastia Mondovì

Gonfalone:

D.P.C.M. del 3 giugno 1986

Battifollo

D'oro alle due faci di rosso, infiammate al naturale, poste in banda e in sbarra, decussate in punta, la face in sbarra attraversante. Ornamenti esteriori da Comune

Gonfalone:

Drappo di rosso...

Beinette
Bellino

Di azzurro, alla volpe d'oro, ferma sulla pianura di verde, accompagnata dalla lettera maiuscola B, d'argento, posta nel punto d'onore. Ornamenti esteriori da Comune

Gonfalone:

Drappo di bianco con la bordatura di azzurro…

D.P.R. del 14 febbraio 2008

Belvedere Langhe

Gonfalone:

drappo di azzurro…

Bene Vagienna

Gonfalone:

drappo di bianco bordato di rosso…


Stemma con scudo sannitico
Benevello

Di rosso a cinque verghette d'argento, caricato di un giglio d'azzurro

Bergolo
Bernezzo

Inquartato: il primo ed il quarto d'oro, al leone rampante di rosso rivoltato, il secondo d'argento, al leone del secondo; nel terzo d'oro al leone di rosso; sul tutto una croce d'argento posta in campo rosso

Gonfalone:

Drappo partito di rosso e di giallo caricato dell'arma

Bonvicino
Borgo San Dalmazzo

D'azzurro, al San Dalmazzo, visto di tre quarti, con la testa in maestà, con il viso, avambracci, mani, ginocchio, parte della gamba, di carnagione, con lo stivaletto di cuoio al naturale, con la daga di argento al fianco, con l'elmo di argento ornato dal pennacchio di rosso, con la corazza di argento, caricata dalla croce mauriziana d'oro, con breve tunica di azzurro, con il mantello di rosso, calcante il cavallo baio al naturale, imbrigliato e gualdrappato di nero, passante sulla campagna d'oro, gli arti del cavallo attraversanti, il Santo tenente con la mano destra l'asta posta in banda, di nero, con il gagliardetto bifido di argento, caricato dalla crocetta greca di rosso, sventolante a sinistra, e con la mano sinistra la briglia del cavallo. Sotto lo scudo, su lista bifida e svolazzante d'oro, il motto, in lettere maiuscole di nero, DEO DUCE VICTOR ERIS. Ornamenti esteriori da Città

Gonfalone:

drappo di rosso…

D.P.R. del 17 ottobre 1995


Gonfalone precedente
Borgomale

Lo stemma rappresenta una collina con piante di melo

Bosia

D'azzurro a sei pioppi di verde, fustati al naturale, nodriti nella campagna diminuita di verde, sormontati dalla lettera maiuscola B, d'oro

Gonfalone:

Drappo partito di giallo e di verde riccamente ornato di ricami d'argento e caricato dello stemma con la iscrizione centrata in argento, recante la denominazione del Comune

Bossolasco

Scudo d'azzurro e tre colli di verde, dei quali quello di mezzo più alto è sormontato da una pianta di bosso al naturale; i colli sono cimati da tre stelle d'oro a cinque raggi mal ordinate, con fiume al naturale uscente a destra del colle principale e volgente verso la punta dello Scudo; il tutto posato sulla campagna di verde. Lo scudo è sormontato da corona di terzo ordine spettante ai comuni che non hanno più di 3000 abitanti ed ornato da due rami il primo di alloro ed il secondo di quercia, allacciati sotto la punta dello scudo

Gonfalone:

Drappo di bianco...


Stemma in uso
Boves

D'azzurro al bue d'oro passante su una campagna erbosa di verde. Ornamenti esteriori da Comune

D.C.G. del 21 agosto 1931

Gonfalone:

drappo di azzurro…

R.D. del 23 febbraio 1931


Stemma secondo bozzetto ufficiale
Stemma ufficiale con Capo del Littorio
Bra

D.C.G. del 4 febbraio 1935

Gonfalone:

drappo di rosso…

R.D. dell'8 marzo 1937

Briaglia

Gonfalone:

drappo di bianco…

  Briga Alta
Brondello

Brossasco

D'azzurro, inquartato: il primo ed il quarto al crescente d'argento, il secondo ed il terzo alla testa di moro con due anelletti pendenti uno dal naso e l'altro dall'orecchio

D.P.R. del 15 ottobre 1962

Gonfalone:

Drappo partito di bianco e di azzurro, riccamente ornato di ricami d'argento e caricato dallo stemma civico con l'iscrizione centrata in argento: Comune di Brossasco. Le parti di metallo ed i cordoni saranno argentati. L'asta verticale verrà ricoperta di velluto dei colori del drappo con bullette argentate poste a spirale. Nella facciata sarà rappresentato lo stemma del Comune e sul gambo inciso il nome. Cravatta e nastri ricolorati dei colori nazionali frangiati d'argento

Busca

Scudo contornato da due rami, uno di quercia ed uno di alloro e porta in alto una corona formata da un cerchio di mura sormontate da nove merli ghibellini. La parte superiore dello scudo (1/3) è occupata dalla bianca croce dei Savoia su fondo rosso mentre la parte inferiore (2/3) riporta le bande gialle e rosse dello stemma araldico dei Marchesi di Busca

Gonfalone:

Drappo partito di bianco e di giallo riccamente ornato di ricami d'argento e caricato dello stemma comunale con l'iscrizione centrata in argento: Comune di Busca. Le parti di metallo ed i cordoni sono argentati. L'asta verticale è ricoperta di velluto dei colori del drappo, alternati, con bullette argentate e poste a spirale. Cravatta e nastri tricolorati dai colori nazionali frangiati d'argento

Camerana
Camo

Altro stemma impiegato dal Comune

Canale

Gonfalone:

Drappo trinciato di azzurro e di bianco…

Canosio

Semipartito spaccato: nel primo di rosso all'aquila coronata d'argento; nel secondo d'azzurro alla torre d'argento merlata di tre pezzi, finestrata di due e aperta di nero; nel terzo scaccato di rosso e d'argento di tre file

Gonfalone:

Drappo di bianco…

D.P.R. del 30 novembre 2005

Caprauna

D'argento al castagno al naturale, fruttato d'oro di nove, nodrito sul monte di verde, sinistrato dalla capra al naturale, rampante, appoggiata al tronco con le zampe anteriori e braccante la chioma dell'albero. Ornamenti esteriori da Comune

D.P.R. del 2 marzo 1984

Gonfalone:

drappo trinciato di verde e di bianco…

Caraglio

D.C.G. del 13 luglio 1928

Gonfalone:

D.P.R. del 16 aprile 1959

Caramagna Piemonte

Gonfalone:

drappo di rosso…

Cardè

Troncato d'azzurro e d'argento, alla lettera maiuscola romana C dell'uno all'altro. Ornamenti esteriori da Comune

Gonfalone:

Drappo troncato di bianco e d'azzurro riccamente ornato di ricami d'argento e caricato dello stemma comunale con l'iscrizione centrata in argento recante la denominazione del Comune. Le parti di metallo ed i cordoli sono argentati. L'asta verticale è ricoperta di velluto dei colori del drappo, alternati, con bullette argentate poste a spirale. Nella freccia è rappresentato lo stemma del Comune e sul gambo inciso il nome. Cravatta con nastri tricolori dai colori nazionali frangiati d'argento


Stemma in forma sannitica
Carrù

Gonfalone:

drappo di bianco…

Cartignano
Casalgrasso

Di rosso, al destrocherio di carnagione, manicato al naturale, tenente una spada d'argento posta in palo, la punta in alto, accompagnato in punta, da due lettere maiuscole romane "C" d'oro, poste in fascia

Castagnito
Casteldelfino

D'argento, alla effigie di Santa Margherita, in maestà, di carnagione, capelluta di nero, vestita con la tunica di azzurro, con le braccia aperte, tenente con la mano destra la crocetta latina, posta in banda, d'oro, la Santa sostenuta in punta, attraversante il delfino d'oro, coricato in punta, rivoltato, rovesciato, la testa alzata e volta a destra, la coda inanellata e alzata. Ornamenti esteriori da Comune

Gonfalone:

Drappo troncato di giallo e di azzurro...

D.P.R. del 2 ottobre 2006

Castellar

Troncato d'azzurro e d'argento, alla lettera "C" romana maiuscola dell'uno nell'altro, attraversante la linea di partizione

Gonfalone:

Drappo troncato di bianco e di azzurro…

Castelletto Stura
Castelletto Uzzone

Sfondo azzurro con croce d'oro, il tutto attraversato da una scala d'argento posta in sbarra, ai piedi della quale sta un leone d'oro in atto di salirla. Ornamenti esteriori da Comune

Gonfalone:

Drappo di bianco...

Castellinaldo
Castellino Tanaro

Gonfalone:

drappo di azzurro…

Castelmagno
Castelnuovo di Ceva

Partito semitroncato: nel primo, d'azzurro, alle otto stelle di cinque raggi, d'oro, poste due, due, due e due; nel secondo d'oro, nel terzo di nero. Ornamenti esteriori di Comune

Castiglione Falletto
Castiglione Tinella

Di rosso al castello d'oro, murato di nero, chiuso e finestrato nelle torri di due, di nero, merlato alla ghibellina di undici, cinque merli sul fastiglio, tre e tre sulle torri, posto a destra e alzato, accompagnato dal leone d'oro, posto a sinistra e abbassato. Ornamenti esteriori da Comune

Gonfalone:

Drappo di giallo, riccamente ornato di ricami di argento e caricato dallo stemma del Comune di Castiglione Tinella con la iscrizione centrata in argento, recante la denominazione del Comune. Le parti di metallo ed i cordoni saranno argentati. L'asta verticale sarà ricoperta di velluto giallo, con bullette argentate poste a spirale. Nella freccia sarà rappresentato lo stemma del Comune e sul gambo inciso il nome. Cravata con nastri tricolorati dai colori nazionali frangiati d'argento

Castino

D.P.R. del 12 ottobre 1987

Gonfalone:

D.P.R. del 12 ottobre 1987

Cavallerleone

Di rosso, al guerriero armato di tutto punto d'argento, con la visiera dell'elmo alzata, il volto di carnagione, impugnante con la destra sollevata una spada sguainata del secondo, a cavallo di un leone illeopardito d'oro, armato di nero

Gonfalone:

Drappo di giallo riccamente ornato di ricami d'argento e caricato dallo stemma comunale con l'iscrizione centrata in argento, recante la denominazione del Comune. Le parti di metallo ed i cordoni saranno argentati. L'asta verticale sarà ricoperta di velluto giallo, con bullette argentate poste a spirale. Nella freccia sarà rappresentato lo stemma del Comune e sul gambo inciso il nome. Cravatta con nastri tricolorati dai colori nazionali frangiati d'argento

D.P.R. del 3 marzo 1998, registrato nei registri dell'Ufficio Araldico il 3 aprile 1998, Reg. anno 1998 p. 25

Cavallermaggiore

Di rosso, alla figura di S. Giorgio a cavallo, rivolto, d'argento, che trafigge un drago, d'oro

R.D. del 12 luglio 1929

Celle di Macra

Semipartito troncato: il PRIMO, di azzurro, alla casetta di argento, coperta dello stesso, chiusa di nero, fondata sulla linea di partizione; il SECONDO, di argento, al palo di rosso; il TERZO, di verde, alle due fasce ondate, di azzurro, fluttuose di argento. Ornamenti esteriori da Comune

D.P.R. del 27 febbraio 2009

Gonfalone:

Drappo di bianco con la bordatura di azzurro…

D.P.R. del 27 febbraio 2009

Centallo

D.C.G. del 19 giugno 1931

Ceresole Alba

D'azzurro all'albero di ciliegio al naturale, fruttuoso di 24 di rosso, nodrito su un monte al naturale.

Cerretto Langhe
Cervasca

D.P.R. del 22 dicembre 1979

Gonfalone:

Drappo troncato di verde e di bianco...

D.P.R. del 22 dicembre 1979

Cervere

Partito dal filetto d'oro: il PRIMO, troncato: a) di azzurro, al teschio di cervo d'oro; b) inquartato: il 1° e il 4°, di azzurro a nove rombi d'oro, accollati e appuntati, il 2° e il 3° di rosso; il SECONDO, di azzurro, alla torre di Monfalcone in Cervere, di rosso, mattonata di nero, finestrata di tre dello stesso, munita della tipica guardiola posta a destra, essa torre fondata sulla pianura di verde. Ornamenti esteriori da Comune

D.P.R. del 12 settembre 2003

Gonfalone:

Drappo di giallo con la bordatura di azzurro…

D.P.R. del 12 settembre 2003

Ceva

Fasciato [di sei pezzi] d'oro e di nero

Gonfalone:

Drappo di azzurro...

Cherasco
  Chiusa di Pesio

Gonfalone:

Drappo partito di azzurro e di bianco...

Cigliè

Inquartato: nel PRIMO e nel QUARTO, di argento, alla lettera maiuscola C gotica, di azzurro; nel SECONDO e nel TERZO, di porpora pieno. Ornamenti esteriori da Comune

D.P.R. del 22 settembre 2009

Gonfalone:

Drappo di azzurro...

D.P.R. del 22 settembre 2009

Cissone
Clavesana

Gonfalone:

drappo di azzurro…

Corneliano d'Alba

Gonfalone:

drappo di azzurro…

Cortemilia

D.P.R. dell'11 ottobre 1972

Gonfalone:

Drappo troncato di giallo e di rosso...

Cossano Belbo

Costigliole Saluzzo
Cravanzana
Crissolo

Lo stemma e il gonfalone sono quelli storicamente in uso che raffigurano una torre sovrastata da una spada con la punta rivolta verso sinistra, contenuta in una figura a forma di scudo con sfondo rosso, ornata di ramoscelli di quercia e di alloro e sovrastata da una corona

Cuneo

Troncato: sopra inquartato: nel 1° e 4° partito di Westfalia, che è: di porpora, al cavallo allegro, inalberato e rivoltato d'argento; e di Sassonia che è: fasciato d'oro e di nero di dieci pezzi, con un crancellino di ruta posto in banda, con l'innesto d'Angria in punta, d'argento, a tre puntali da fodero di spada di rosso, posti 2 – 1; nel 2° del Chiablese, che è: d'argento, seminato di plinti neri, al leone di nero, armato e lampassato di rosso, posto sopra il tutto; nel 3° d'Aosta, che è: di nero al leone d'argento, armato, lampassato ed immaschito di rosso; sul tutto di Savoia: di rosso alla croce d'argento; sotto: fasciato d'argento e di rosso. Ornamenti esteriori da Città; motto: «Ferendo» su d'una lista disposta sopra la corona ed avvolta a due palme ai lati

Lo stemma fu attribuito dal duca Emanuele Filiberto di Savoia in data 31 gennaio 1559 e riconosciuto con provvedimento del Capo del Governo in data 28 gennaio 1936

Gonfalone:

Drappo partito di bianco e di rosso…

Incongruenza tra disegno e blasonatura: il punto d'Angria porta i puntali posti 1 e 2.

Demonte

Di rosso, alla banda d'argento, caricata di tre pesci d'azzurro posti in banda sulla fascia, dalla quale nasce dalla parte superiore un monte di tre cime, d'oro, cimato di un uccello al naturale

D.C.G. del 21 novembre 1928

Gonfalone:

drappo di rosso al palo di bianco…

R.D. del 24 agosto 1928, RR.LL.PP. del 21 novembre 1928

Diano d'Alba

D.P.R. del 21 marzo 1983

Dogliani

Troncato d'argento e d'azzurro, al leone dell'un colore all'altro, tenente una dolia (brocca) da vino d'oro. Ornamenti esteriori di Comune

R.D. nº 652 del 7 giugno 1943, iscritto nel libro araldico degli enti morali, archivio centrale dello Stato, il 23 gennaio 1954

Gonfalone:

Drappo di azzurro a tre bandoni...


Versione aulica
Altra versione in uso anticamente
Dronero

Gonfalone:

drappo partito di azzurro e di giallo…

Elva
Entracque
Envie
Farigliano

D'azzurro, alle tre spighe d'oro di frumento in palo, sorrette da un destrocherio al naturale

R.D. del 16 novembre 1933

Faule

Rappresenta la particolare vegetazione di faggi un tempo presente a Faule e il paesaggio un tempo ricco di laghi (Capalla, Gaviglio) Gonfalone: Drappo d'Azzurro...

 
Feisoglio
Fossano

Riconosciuto con rescritto del Duca di Savoia del 22 giugno 1688, poi riconfermato con R.D. del 16 febbraio 1943

Stemma antico Titolo: Conte di Genola e Maddalene

fasciato di oro e di nero, collo scudetto di Savoia moderna in cuore

citato in Spreti – Vol. III pag. 242

Frabosa Soprana

D'azzurro, alla torre saracena di rosso, murata, aperta e finestrata di nero, fondata sulla pianura erbosa, col capo d'oro all'aquila di nero. Lo scudo sarà fregiato di ornamenti da Comune

R.D. del 24 giugno 1929, RR.LL.PP. del 20 novembre 1930

Gonfalone:

drappo di rosso…

Frabosa Sottana

Di rosso alla croce d'argento, accantonata nel 1° da un castello d'argento, merlato alla guelfa, torricellato di due pezzi dello stesso e nel 4° da tre pini sradicati d'oro, posti uno accanto all'altro. Ornamenti esteriori da Comune

D.P.R. del 3 settembre 1974, registrato alla Corte dei Conti il 7 settembre 1974, n.9 FO n.94

Gonfalone:

Drappo partito di bianco e di rosso...

Frassino
Gaiola

Di azzurro, al mezzo busto, fondato in punta, dell'uomo gallico, leggermente volto a destra, riguardante in maestà, di carnagione, con lunghi capelli e barba d'argento, il capo coperto dall'elmo ogivale d'oro, ornato da due alette dello stesso, bordato inferiormente di rosso, le spalle e il torace coperti dall'armatura di nero. Ornamenti esteriori da Comune

D.P.R. del 9 febbraio 1990

Gonfalone:

Drappo partito di giallo e di rosso…

Gambasca

Gonfalone:

Drappo di bianco...

Garessio

Scudo fasciato d'oro e nero di quattro pezzi; cimato dalla corona murale propria della città cioè di un cerchio di muro aperto di tre porte e due finestre semicircolari, sostenente cinque torri merlate, il tutto d'oro, le torri munite di muriccioli d'argento ciascuno con una guardiola o torricella d'oro equidistante dalle torri laterali e sporgente a piombatoio dalla metà dei muriccioli; lo scudo inoltre accostato da due rami d'olivo, fruttati al naturale, decussati sotto la punta e legati di rosso

R.D. del 25 agosto 1870

Gonfalone:

Drappo di azzurro...

Genola

Troncato: il primo, partito, il 1°, fasciato di rosso e d'oro; il 2°, di azzurro, alla banda d'argento, ripiena di rosso; il tutto con il capo d'oro, caricato dell'aquila bicipite, di nero; il secondo, partito controfasciato d'argento e di rosso. Ornamenti esteriori da Comune

D.P.R. del 12 aprile 2001

Gonfalone:

drappo di giallo…

Gorzegno
Gottasecca
Govone

Gonfalone:

drappo partito di rosso e di azzurro…

Grinzane Cavour

Un cigno bianco su sfondo blu, con la corona turrita tipica del titolo di conte e la croce tipica di Casa Savoia, contornato da un ramo di alloro e da un ramo di quercia

Guarene

D.P.C.M. del 5 luglio 1952

Gonfalone:

drappo di rosso…

Igliano
Isasca
La Morra

D'argento alla croce di porpora, accantonata nel 1º e 4º cantone da una macina dello stesso e nel 2° e 3° da una fronda di mora fogliata e fruttata al naturale. Ornamenti esteriori da Comune

D.C.G. n. 10682 del 9 agosto 1936

Gonfalone:

drappo partito di bianco e di porpora…

R.D. del 31 ottobre 1941

Lagnasco

Gonfalone:

Drappo troncato di azzurro e di giallo…

Lequio Berria

Cippo con scritto sulla parte destra in alto una M e sotto L. B., racchiuso in uno scudo tra un ramo di alloro e uno di quercia, con sopra una corona

Gonfalone:

drappo di azzurro…

Lequio Tanaro
Lesegno

Gonfalone:

Drappo di rosso al palo centrale di bianco...

Levice

Uno scudo di colore scuro attraversato da una banda chiara da sinistra verso destra; detto scudo è sormontato da una corona muraria e delimitato lateralmente da due ramoscelli, uno di alloro a sinistra e uno di quercia a destra, uniti tra di loro alla base da un nastro

Gonfalone:

drappo di rosso…

  Limone Piemonte

D'argento al limone gambuto e fogliato al naturale. Ornamenti esteriori da Comune

D.Ric. del 28 novembre 1932

Gonfalone:

drappo di verde…

Lisio

M – ZModifica

Stemma Comune e blasonatura Gonfalone e/o bandiera
Macra
Magliano Alfieri

R.D. del 30 gennaio 1910

Magliano Alpi

Di rosso, alla croce d'argento, caricata della banda diminuita di porpora, attraversante; il tutto caricato dalle tre montagne di verde, quella centrale più elevata, fondate in punta, attraversanti. Ornamenti esteriori da Comune

D.P.R. del 12 ottobre 1985

Gonfalone:

Drappo partito di bianco e di rosso…

Mango

Stemma in versione sannitica
Manta

Troncato d'azzurro e d'argento, alla lettera M gotica d'oro attraversante

Gonfalone:

drappo di azzurro…

Marene
Margarita

D.P.R. del 20 ottobre 1990

Marmora

Inquartato dal filetto di nero: il primo di rosso, alla lettera maiuscola M d'oro; il secondo di argento, all'aquila bicipite di nero, coronata dello stesso, armata di rosso; il terzo di azzurro, alla pecora d'argento, ferma sulla pianura di verde; il quarto d'argento, al leone di azzurro, lampassato, armato e immaschito di rosso. Ornamenti esteriori da Comune.

Gonfalone:

Drappo partito di bianco e di rosso…

Concessione di stemma e gonfalone D.P.R. del 7 giugno 2011[3]

Marsaglia

Gonfalone:

Drappo di azzurro...

Martiniana Po

Troncato, il PRIMO, ritroncato di rosso e di argento, alla lettera maiuscola M, attraversante, di azzurro; il SECONDO, scaccato d'oro e di nero, di tre tiri e di diciotto pezzi, con ornamenti esteriori da Comune

Gonfalone:

Drappo azzurro, riccamente ornato di ricami d'argento e caricato dallo stemma comunale con la iscrizione centrata in argento, recante la denominazione del Comune; le parti di metallo e i cordoni sono argentati; l'asta verticale è ricoperta di velluto azzurro, con bullette argentate poste a spirale; nella freccia è rappresentato lo stemma del Comune e sul gambo è inciso il nome; la cravatta è composta da nastri tricolorati dai colori nazionali frangiati d'argento

Melle

Di azzurro, ai due orsi ritti, di rosso, linguati dello stesso, sostenuti dalla campagna di verde, le zampe posteriori attraversanti. Ornamenti esteriori da Comune

D.P.R. del 22 marzo 2010

Gonfalone:

Drappo di rosso con bordatura di azzurro...

Moiola
Mombarcaro

Troncato: nel primo, di argento, alla barca a vela con lo scafo e l'albero di legno al naturale, fornita di azzurro, sostenuta dalla linea di partizione; nel secondo, di azzurro, alle due montagne con profilo triangolare e cime aguzze, fondate in punta, d'oro, la montagna posta a sinistra con il declivio in sbarra parzialmente celato dal declivio in banda della montagna posta a destra. Ornamenti esteriori da Comune

Gonfalone:

drappo partito di bianco e di azzurro…

Concessione di stemma e gonfalone D.P.R. del 27 ottobre 2015[4]

Mombasiglio

Fasciato d'oro e di nero, al giglio di giardino, di verde, fiorito di un pezzo d'argento con i pistilli d'oro, attraversante tre fasce di nero e due d'oro, nodrito in punta; al capo di azzurro, caricato dalle due montagne di verde, innevate di argento sulle vette, fondate sulla linea di partizione, la montagna posta a destra cimata dall'aquila di nero, rivoltata, sorante. Ornamenti esteriori da Comune

Gonfalone:

Drappo di giallo riccamente ornato di ricami d'argento e caricato dallo stemma comunale con la iscrizione centrata in argento, recante la denominazione del Comune. Le parti di metallo ed i cordoni saranno argentati. L'asta verticale sarà ricoperta di velluto giallo con bullette argentate poste a spirale. Nella freccia sarà rappresentato lo stemma del Comune e sul gambo inciso il nome. Cravatta con nastri tricolorati dai colori nazionali frangiati d'argento

Monastero di Vasco

Gonfalone:

Drappo partito di bianco e di verde…


Stemma nella versione sannitica
Monasterolo Casotto

Raffigura una chiesa addossata ad un monastero su cui si erge una torre bianca, contornati da due rami di agrifoglio

Incongruenza tra disegno e blasonatura: la chiesa non è addossata al monastero; non è citato lo scaccato del secondo del troncato.

Monasterolo di Savigliano
Monchiero

D'azzurro, a due monti di verde, al naturale, quello di sinistra più elevato e caricati da due fronde di alloro decussate, accostati nel canton sinistro del capo da un sole raggiante d'oro. Ornamenti esteriori da comune

D.P.R. del 1º agosto 1959

Gonfalone:

Drappo di colore azzurro, riccamente ornato di ricami d'argento e caricato dello stemma sopra descritto con l'iscrizione centrale in argento: COMUNE DI MONCHIERO. Le parti di metallo ed i cordoni saranno argentati. L'asta verticale sarà ricoperta di velluto azzurro con bullette argentate poste a spirale. Nella freccia sarà rappresentato lo stemma del Comune e sul gambo inciso il nome. Cravatta e nastri tricolorati dai colori nazionali frangiati d'argento

Mondovì

Di rosso, alla croce d'argento, attraversata in punta dalla montagna fondata in punta, di verde, unita a due altre montagne, più basse, dello stesso, fondate in punta, con i declivi in banda e in sbarra parzialmentre celati dalla montagna centrale.[5] Ornamenti esteriori da Città

Gonfalone:

Drappo di bianco…

Concessione di stemma e gonfalone D.P.R. del 19 marzo 2014[6]

Monesiglio
Monforte d'Alba

Uno scudo ovale, nel quale, su sfondo azzurro è raffigurante un piccolo monte con sovrastante un castello turrito (rosso mattone), sormontato da un elmetto o maschera in ferro d'antico guerriero con cimiero, contornato da due rami di palma annodati in basso

Montà

Una lettera emme su fondo bianco sovrastata da una corona a forma di torre con nove merli

Montaldo di Mondovì
Montaldo Roero

D'azzurro, alla ruota di sei raggi d'oro. Ornamenti esteriore da Comune

Montanera

Montelupo Albese

Di azzurro, al lupo ululante, la coda all'insù, di nero, allumato di rosso, passante sulla collina d'oro, essa collina con la cima a destra e fondata in punta; il tutto accompagnato in capo da tre stelle di otto raggi, ordinate in fascia, d'oro. Ornamenti esteriori da Comune

D.P.R. del 7 gennaio 2010

Gonfalone:

Drappo di giallo con la bordatura di azzurro…

D.P.R. del 7 gennaio 2010

Montemale di Cuneo
Monterosso Grana

Stemma nella versione sannitica
Monteu Roero

Di rosso a tre ruote d’oro

Gonfalone:

Drappo di azzurro…

Montezemolo
Monticello d'Alba
Moretta

Raffigura una pianta di gelso, attorniata da un ramoscello di alloro a destra e da uno di quercia a sinistra, sovrastato da una corona con la scritta “Comunitas Morettae – Natura perficitur arte” su sfondo azzurro

Gonfalone:

Drappo di azzurro...

Morozzo
Murazzano

Gonfalone:

drappo di azzurro…

Murello

Partito: il PRIMO, di azzurro, alla torre del maniero di Murello, di rosso, mattonata di nero, coperta di rosso, con sei finestre di nero, tre in alto, poste in fascia, due in basso e in palo a sinistra, l'ultima in basso a destra in fascia con la quinta finestra, essa torre fondata sulla pianura d'oro; il SECONDO, di rosso, alla croce di Malta d'argento. Ornamenti esteriori da Comune

Gonfalone:

Drappo di giallo…

Narzole
  Neive

Neviglie
Niella Belbo

D'oro, rabescato dello stesso, alla lettera N, di rosso, in carattere maiuscolo gotico d'oro, riccamente ornata di volute e ricami dello stesso. Ornamenti esteriori da Comune

Gonfalone:

Drappo di bianco…

Niella Tanaro

partito: il PRIMO, d'oro, alla pianta di nigella, recisa, di verde, fiorita di tre, d'azzurro; il SECONDO, di rosso, alle cinque spighe di grano impugnate, d'oro, legate di verde, accompagnate da due fasce ondate, una in capo, una in punta, d'argento. Sotto lo scudo, su lista bifida e svolazzante, d'oro, il motto, in lettere maiuscole di nero, INTER SEGETES NIGELLA. Ornamenti esteriori da Comune

Gonfalone:

Drappo di bianco…

D.P.R. del 26 giugno 2008

Novello
Nucetto
Oncino

R.D. del 18 maggio 1942

Gonfalone:

Drappo di verde...

Ormea

Ostana

Di rosso, alla daga romana d'argento, manicata d'oro, posta in palo con la punta in alto. Ornamenti esteriori da Comune

D.P.R. del 7 luglio 1966

Gonfalone:

Drappo partito di bianco e di rosso…

Paesana

Lo scudo è diviso in dodici riquadri raffiguranti, partendo da in alto a sinistra, la croce dei Cavalieri di Gerusalemme, leone rosso coronato, colomba con ramo d'ulivo, corona a quattro punte, leone coronato, leone semplice, campo azzurro, campo rosso, leone semplice, campo suddiviso in sei riquadri minori, campo color argento. In basso vi sono due fasce orizzontali una di color rosso e l'altra di color argento, sormontate al centro da una P di Paesana. Nel centro dello stemma compare un'aquila nera coronata con lo stemma di casa Savoia

Gonfalone:

Drappo di azzurro, con sul resto il tricolore italiano...

Pagno
Pamparato

Troncato nel PRIMO, di azzurro, alla colomba d'argento, volante, con la testa rivoltata, con la coda volta verso sinistra, essa colomba tenente nel becco il ramoscello di ulivo, esteso verso sinistra, di verde; nel SECONDO, di rosso, al cane di nero, rivoltato, fermo sulla pianura, diminuita, di verde, tenente in bocca la pagnotta d'oro macchiata di due di rosso. Sotto lo scudo, su lista bifida e svolazzante di azzurro, il motto, in lettere maiuscole di nero,HABENT PANEM PARATUM. Ornamenti esteriori da comune

D.P.R. del 3 marzo 1998

Gonfalone:

Drappo partito di bianco e di rosso riccamente ornato di ricami d'argento e caricato dello stemma sopra descritto con la iscrizione centrata in argento recante il nome del Comune. Le parti di metallo ed i cordoni saranno argrntati. L'asta verticale sarà ricoperta di velluto dei colori del drappo, alternati, con bullette d'argento poste a spirale. Nella freccia sarà rappresentato lo stemma del Comune e sul gambo inciso il nome. Cravatta con nastri tricolorati dei colori nazionali frangiati d'argento

Paroldo

Di azzurro, al castello d'oro, murato di nero, torricellato di tre, la torre centrale più alta e più larga, merlate alla guelfa ognuna di tre, finestrato di sei, di nero, tre finestre in fascia nel corpo del castello, tre nelle torri, esso castello chiuso di nero, fondato in punta, sormontato da tre bisanti d'oro, male ordinati. Ornamenti esteriori da Comune

D.P.R. del 28 settembre 2007

Gonfalone:

Drappo di giallo…

D.P.R. del 28 settembre 2007

Perletto

Gonfalone:

Drappo di rosso…

Perlo

Di porpora, alla perla d'argento. Ornamenti esteriori da Comune

D.P.R. del 29 luglio 2010

Gonfalone:

drappo di bianco…

Peveragno

Raffigura una pianta di pepe stilizzata, con 2 fiori alla base e il villaggio ai lati, rappresentato con fabbricati anch'essi stilizzati

Pezzolo Valle Uzzone
Pianfei

D'argento alla pianta di faggio al naturale, terrazzata di verde. Ornamenti esteriori da Comune

R.D. del 4 aprile 1929 - LL.PP. del 15 agosto 1930

Piasco
Pietraporzio
Piobesi d'Alba

Di azzurro, a tre pioppi di verde, fustati al naturale, il centrale più alto e più largo, nodriti in tre colline d'oro, fondate in punta, la centrale più alta e più larga e con i declivi intieramente visibili. Ornamenti esteriori da Comune

Gonfalone:

Drappo di giallo con la bordatura di azzurro…

Concessione di stemma e gonfalone D.P.R. del 21 settembre 2011[7]

Piozzo

Di azzurro, al leone d'oro, allumato di rosso, armato di argento; al capo di rosso, caricato di due palme di verde, decussate, la palma posta in sbarra attraversante. Sotto lo scudo, su lista bifida e svolazzante di azzurro il motto, in lettere maiuscole di nero, Plotium. Ornamenti esteriori da Comune

D.P.R. del 25 ottobre 1994

Gonfalone:

Drappo di bianco…

Pocapaglia
Polonghera

Il cimiero rappresenta l'investitura del feudo e ricorda le battaglie avvenute nei secoli XIV e XV, l'alloro è simbolo della vittoria, quella degli Acaia sui Provana, dopo sei giorni di assedio al castello, il cuore è simbolo dell'amore e dell'accordo tra gli abitanti del paese, le tre stelle sono una parte dello stemma della nobile casa d'Acaja. Il motto è “Polongheriæ Comunitas concordia nutrit amorem” tradotto in: “La comunità di Polonghera nutre l'amore nella concordia”

Pontechianale

Raffigura un ponte ad arco romanico con una cascata, il tutto racchiuso in uno scudo sormontato da una corona aurea e sottoguarnito da due rami di alloro

Pradleves
Prazzo
Priero
Priocca
Priola

D'azzurro, alla montagna fondata in punta e uscente dai fianchi, d'oro, sostenente un'aquila sorante, rivoltata, di nero, allumata di rosso. Ornamenti esteriori da Comune

Gonfalone:

drappo di giallo con la bordatura di azzurro…

Concessione di stemma e gonfalone D.P.R. del 3 dicembre 2013[8]

Prunetto

Versione sannitica
Racconigi

Di rosso, alla croce d'argento, nel mezzo un S. Giovanni Battista rosso sopra e giallo sotto; nella sinistra un agnello d'argento, alla croce nera con pannoncello, sopra la spalla destra una polla; in mano un breve con motto: Ecce Agnus Dei

R.D. del 16 novembre 1933, RR.LL.PP. del 21 febbraio 1935

Gonfalone:

drappo di azzurro…

Revello

Troncato di azzurro e di argento, alla lettera R capitale, d'oro. Ornamenti esteriori da Comune

D.P.R. del 16 giugno 1982

Gonfalone:

Drappo partito di bianco e d'azzurro riccamente ornato di ricami d'argento e caricato dello stemma comunale con l'iscrizione centrata in argento: Comune di Revello. Le parti di metallo ed i cordoni saranno argentati. L'asta verticale sarà ricoperta di velluto dei colori del drappo, alternati, con bullette argentate poste a spirale. Nella freccia sarà rappresentato lo stemma del Comune e sul gambo inciso il nome. Cravatta e nastri tricolorati dai colori nazionali frangiati d'argento

Rifreddo
Rittana
Roaschia

Scaccato di argento e di azzurro, alla ruota di otto raggi, di rosso, attraversante l'ascia e la mazza gigliata, poste in decusse, ascia e mazza gigliata con i manici di legno, al naturale, e con la lama e il giglio di acciaio, dello stesso. Sotto lo scudo, su lista bifida e svolazzante di azzurro, il motto, in lettere maiuscole di nero, Montes In Circuitu Eius. Ornamenti esteriori da Comune

D.P.R. del 30 ottobre 2008

Gonfalone:

Drappo di bianco con la bordatura di azzurro...

D.P.R. del 30 ottobre 2008

Roascio
Robilante
Roburent

D'argento, al toro di nero furioso rivolto, affrontato da un Ercole impellicciato; nel canton destro del capo un castello di rosso murato di nero, torricellato di uno. Ornamenti esteriori da Comune

Gonfalone:

Drappo partito, di bianco e di rosso, riccamente ornato di ricami d'argento e caricato dello stemma con la iscrizione centrata in argento: Comune di Roburent

Rocca Cigliè
Rocca de' Baldi

Di rosso alla croce d'argento

Decreto del 5 luglio 1954

Gonfalone:

Drappo partito di bianco e di rosso...

Roccabruna

Gonfalone:

drappo partito di bianco e di azzurro…

Roccaforte Mondovì

Gonfalone:

drappo di rosso…


Stemma come usato sul gonfalone
Roccasparvera

Gonfalone:

drappo di azzurro…

Roccavione
Rocchetta Belbo
Roddi
Roddino

Torre medioevale di colore grigio all'interno di un rettangolo di colore rosso, contornato da due rami uno di alloro e l'altro di quercia, con sopra una corona e sotto la scritta Roddino


Stemma precedentemente in uso
Rodello

Ruota dentata in corso d'acqua, racchiuso all'interno di uno scudo, contornato da due rami uno di alloro e l'altro di quercia, con sopra una corona

Gonfalone:

Drappo di bianco bordato di rosso...

Rossana

Scudo troncato d'argento e rosso, con la R romana d'oro posta a cavallo dei due campi

Ruffia

Di verde alla banda d’argento caricata di due tralci del primo, uno sull’altro nel verso della pezza. Ornamenti esteriori da Comune

D.P.R. del 22 gennaio 1955

Gonfalone:

Drappo partito di verde e di bianco...

D.P.R. del 22 gennaio 1955

Sale delle Langhe

Lettera S in alto a sinistra e lettera L in basso a destra, di colore giallo, separata da barra trasversale in visione prospettica con base superiore bianca e bordi gialli, il tutto su sfondo bianco. Lo stemma è sormontato da corona gialla e circondato sulla parte inferiore da ghirlanda di foglie di colore verde

Sale San Giovanni

Di azzurro, alla montagna di due vette, di verde, uscente dai fianchi e fondata in punta, caricata dalla chiesa d'oro, vista di fianco, unita a sinistra al campanile dello stesso, chiesa e campanile coperti di rosso, essa chiesa finestrata di tre in fascia, di nero, il campanile di una, dello stesso, entrambi fondati in punta; il tutto accompagnato in capo da tre stelle di cinque raggi, d'oro, poste una, due. Ornamenti esteriori da Comune

D.P.R. del 2 marzo 2007

Gonfalone:

Drappo partito di verde e di rosso...

D.P.R. del 2 marzo 2007

Saliceto
Salmour

Una torre sul lato sinistro, un leone rampante sul lato destro, il tutto sormontato da una corona e contornato da alloro

Incongruenza tra disegno e blasonatura: non è citato il capo di Savoia.

Gonfalone:

drappo di giallo…

Saluzzo
 Lo stesso argomento in dettaglio: Stemma di Saluzzo.

Troncato d'azzurro e d'argento alla lettera gotica S d'oro attraversante. Corona marchionale

Decreto del 9 marzo 1935

Gonfalone:

Drappo troncato d'azzurro e di bianco riccamente ornato di ricami d'oro e caricato dello stemma sopradescritto con l'iscrizione centrata in oro: Città di Saluzzo. Le parti di metallo ed i cordoni saranno dorati. L'asta verticale sarà ricoperta di velluto dei colori del drappo, alternati, con bullette dorate poste a spirale. Nella freccia sarà rappresentato lo stemma della Città e sul gambo inciso il nome. Cravatta con nastri tricolorati dai colori nazionali frangiati d'oro

Decreto del 9 marzo 1935

Sambuco
Sampeyre
San Benedetto Belbo
San Damiano Macra
San Michele Mondovì

Di azzurro, all'Arcangelo Michele, il viso, il collo, le braccia, le mani, le gambe di carnagione, vestito con la corazza d'argento, caricata dal balteo posto in banda dalla spalla destra al fianco sinistro, di rosso, con la tunica di verde, con il manto svolazzante di rosso, l'Arcangelo con le ali d'argento aperte verso il capo, con il braccio destro alzato, con la mano tenente la spada d'argento, posta in banda, con la punta all'ingiù, l'altra mano tenente la bilancia di due coppe, d'argento, con i bracci posti in sbarra, l'Arcangelo calzato di nero e sostenuto dal terreno collinoso di verde, fondato in punta, uscente dal fianco sinistro e digradante sino all'angolo destro della punta. Ornamenti esteriori da Comune

D.P.R. 7 novembre 2005

Gonfalone:

Drappo di giallo con la bordatura di azzurro…


Stemma in versione sannitica
Sanfrè

Scudo accartocciato e contornato d'oro, con croce piana in argento con dodici stelle in oro, tre in ogni parte con il motto omnibus idem

Stemma concesso da Vittorio Amedeo, duca di Savoia, Principe di Piemonte, Re di Cipro con editto del 23 marzo 1687 e consegnato alla comunità di Sanfrè, in Torino il 12 settembre 1687

Gonfalone:

drappo di azzurro…

Sanfront

Troncato d'azzurro e d'argento, alle lettere maiuscole S e F, all'antica, troncate d'oro e di azzurro, poste sulla troncatura. Ornamenti esteriori da Comune

D.P.R. del 22 settembre 1992

Gonfalone:

Drappo troncato di bianco e di azzurro riccamente ornato di ricami d'argento e caricato dello stemma comunale con l'iscrizione centrata in argento recante la denominazione del Comune. Le parti di metallo ed i cordoni saranno argentati. L'asta verticale sarà ricoperta di velluto dei colori del drappo, alternati, con bullette argentate poste a spirale. Nella freccia sarà rappresentato lo stemma del Comune e sul gambo inciso il nome. Cravatta con nastri ricolorati dai colori nazionali frangiati d'argento

Sant'Albano Stura

Gonfalone:

drappo di rosso…

Santa Vittoria d'Alba

D'argento, alla figura della Santa aureolata di oro, vestita d'azzurro, tenente nella mano destra una spada, posta in banda, e nella sinistra un castelletto di rosso, torricellato di un pezzo centrale, aperto e finestrato, e ferma su di una pianura. Ornamenti esteriori da Comune

Santo Stefano Belbo

Troncato, di sopra, d'oro all'aquila partita di nero e di rosso; di sotto di rosso al tralcio di vite con due grappoli d'uva nera e bianca e pampini al naturale. Motto: Vitis Sancti Stephani Ad Belbum Vita

R.D. del 21 agosto 1902

Santo Stefano Roero

Partito: nel primo di rosso a tre ruote di cinque raggi d'argento, poste due e una; nel secondo, d'azzurro alla torre di rosso, aperta e finestrata di nero, merlata alla ghibellina di tre. Ornamenti esteriori da Comune

D.P.R. nº 4015 dell'11 ottobre 1984

Gonfalone:

Drappo di azzurro...

Savigliano

croce rossa in campo bianco (stemma guelfo) sormontata dalla corona comitale e posta fra due rami, uno di quercia e uno di alloro riuniti con un nastro sul quale era scritto “Fidelis deo et hominibus”, fedele a Dio e agli uomini

R.D. del 1º aprile 1937

Gonfalone:

Drappo di azzurro...


Stemma precedentemente in uso
Scagnello

Gonfalone:

drappo di rosso, riccamente ornato di ricami d'argento e caricato dallo stemma sopra descritto con la iscrizione centrata in argento, recante la denominazione del Comune. Le parti di metallo ed i cordoni saranno argentati. L'asta verticale sarà ricoperta di velluto rosso, con bullette argentate poste a spirale. Nella freccia sarà rappresentato lo stemma del Comune e sul gambo inciso il nome. Cravatta con nastri tricolorati dai colori nazionali frangiati d'argento

Scarnafigi

Gonfalone:

Drappo di verde...

Serralunga d'Alba

Uno scudo comprendente un grappolo d'uva che sormonta un calice e le iniziali di Serralunga d'Alba, con la corona turrita, contornato da un ramo d'alloro e uno di quercia

Gonfalone:

Drappo di porpora...

Serravalle Langhe
Sinio

Partito: il PRIMO, di verde, alla fascia diminuita, ondata, di azzurro, accompagnata da due bisanti, uno in capo, l'altro in punta, di argento; il SECONDO, d'oro, alle cinque bande, di rosso; il tutto sotto il capo di azzurro, caricato dalla parola SINEUM, in lettere maiuscole, d'oro. Ornamenti esteriori da Comune

D.P.R. del 22 febbraio 2007

Gonfalone:

Drappo di bianco...

Somano
Sommariva del Bosco

Gonfalone:

Drappo di azzurro...

Sommariva Perno
Stroppo
Tarantasca
Torre Bormida
Torre Mondovì

Di azzurro, alla torre rettangolare, vista di spigolo, merlata alla guelfa, il lato maggiore rivolto a sinistra e merlato di quattro, il lato minore merlato di due, essa torre d'argento, murata di nero, chiusa dello stesso, finestrata di due in palo, di nero, fondata sulla bassa collina di verde, fondata in punta. Ornamenti esteriori da Comune

Gonfalone:

Drappo di bianco...

Torre San Giorgio

D'argento, al filetto in banda d'azzurro, accostato nel cantone sinistro del capo da una torre di rosso, merlata alla guelfa e in quello destro della punta dal San Giorgio armato, al naturale, piumato di rosso, sul cavallo nero, sellato di rosso, che trafigge con una lancia, impugnata con la mano sinistra, un drago di verde. Ornamenti esteriori da Comune

Gonfalone:

Drappo trinciato di bianco e di azzurro...

Torresina

Treiso

D'azzurro, alla croce diminuita, d'argento, accantonata nel primo cantone dalla foglia di vite, con il picciolo all'insù, posta in sbarra, di verde, e nel secondo cantone dal grappolo d'uva, posto in banda, di porpora, col tralcio posto in sbarra e munito di viticcio, di verde. Ornamenti esteriori da Comune

D.P.R. del 31 ottobre 1988

Gonfalone:

drappo di porpora…

D.P.R. del 31 ottobre 1988

Trezzo Tinella
Trinità

Uno scudo diviso in due parti et ne la superior parte vi siano sei basse per sbrego intermezzate delle quali tre siano bianche o vero d'argento et le altre tre turchine, o sia d'azurro et in mezzo de la parte inferiore d'oro o vero di color giallo vi sia una Colomba bianca o vero d'argento et meglio come si rimostra dipinta in questo priuillegio, et la quale Arma o sia Insegna

Decreto di Emanuele Filiberto del 15 aprile 1561

Gonfalone:

drappo di azzurro…

Valdieri

Gonfalone:

drappo di giallo…

Valgrana

Gonfalone:

drappo di azzurro…

Valloriate
Valmala

Stemma nella versione aulica
Venasca

Troncato di rosso e d'azzurro alla lettera maiuscola V d'oro, attraversante, in forma di due scettri di forme vegetali uniti in basso e divaricati

Gonfalone:

Drappo di azzurro…

Verduno

Troncato d’oro e d’azzurro all’albero fogliato di verde attraversante sul tutto. Nella bordura il motto: “SEMPER VIRENS” [Capo del Littorio]. Ornamenti esteriori da Comune

D.C.G. del 3 dicembre 1937

Vernante
Verzuolo
Vezza d'Alba

Leone rampante su fondo blu con ramo d'ulivo tra le zampe e ape, sormontato da corona turrita e circondato da fronde di alloro e di quercia

Incongruenza tra disegno e blasonatura: il leone è rivoltato, d'oro e lampassato di rosso.

Gonfalone:

drappo di azzurro…

Vicoforte

Gonfalone:

Drappo di azzurro a tre bandoni…

Vignolo

D.P.R. dell'11 ottobre 1983

Villafalletto
Villanova Mondovì
Villanova Solaro

D.P.C.M. del 1º febbraio 1936

Villar San Costanzo

R.D. del 18 maggio 1942

  Vinadio

Gonfalone:

drappo partito di rosso e di bianco…

Viola

Di argento, al castello di rosso torricellato di un pezzo centrale aperto e finestrato al campo; posto su un monte di verde al naturale. Ornamenti esteriori da comune

D.P.R. del 31 agosto 1951

Gonfalone:

Drappo di colore azzurro riccamente ornato di ricamid'argento e caricato dello stemma sopradescritto con l'iscrizione centrata in argento "Comune di Viola". Le parti in metallo ed i cordoni saranno argentati. L'asta verticale sarà ricoperta di velluto azzurro con bullette argentate poste a spirale. Nella freccia sarà rappresentato lo stemma del comune e sul gambo inciso il nome.Cravatta e nastri tricolorati dai colori nazionali frangiati d'argento

D.P.R. del 31 agosto 1951

Vottignasco

Di azzurro, alla fascia diminuita di argento, accompagnata in capo dalla lettera maiuscola C, d'oro, in punta dalla lettera maiuscola V, dello stesso. Sotto lo scudo, su lista bifida e svolazzante di azzurro, il motto, in lettere maiuscole di nero, FERVET OPUS. Ornamenti esteriori da Comune

Gonfalone:

Drappo di bianco…

Ex comuniModifica

Stemma Ex Comune e blasonatura Gonfalone
  Malpotremo (dal 1928 annesso al comune di Ceva)
Tenda (dal 1947 annesso alla Francia)

Di rosso; al capo d'oro, con la lettera maiuscola T, di nero, attraversante sul tutto

R.D. del 2 marzo 1931 e RR.LL.PP. del 15 ottobre 1931

NoteModifica

  1. ^ Emblema del Comune di Arguello, su presidenza.governo.it. URL consultato il 21 maggio 2019.
  2. ^ Lo scudo raffigura, in alto, lo stemma del Piemonte ed in basso quello dei Conti Malingri di Bagnolo Piemonte.
  3. ^ Emblema del Comune di Marmora, su presidenza.governo.it. URL consultato il 21 maggio 2019.
  4. ^ Emblema del Comune di Mombarcaro, su presidenza.governo.it. URL consultato il 21 maggio 2109.
  5. ^ Il monte verde a tre punte ricorda le tre popolazioni che diedero origine al Comune.
  6. ^ Emblema della Città di Mondovì, su presidenza.governo.it. URL consultato il 21 maggio 2019.
  7. ^ Emblema del Comune di Piobesi d’Alba, su presidenza.governo.it. URL consultato il 21 maggio 2019.
  8. ^ Emblema del Comune di Priola, su presidenza.governo.it. URL consultato il 21 maggio 2019.