Apri il menu principale

Armoriale dei comuni della provincia di Varese

lista di un progetto Wikimedia

Questa pagina contiene le armi (stemmi e blasonature) dei comuni della provincia di Varese.

Stemma Comune e blasonatura Gonfalone e bandiera
Agra

D'azzurro, alla pecora d'argento coricata e rivoltata, sotto un albero nodrito, il tutto fondato su una striscia di campagna nascente da uno specchio d'acqua ondato, il tutto al naturale. Ornamenti esteriori da Comune.

R.D. 10 aprile 1930[1]

Gonfalone:

Drappo di verde...

D.P.R. 16 luglio 1985[1]

Albizzate

Partito, di rosso e d'argento, al castello aperto del campo, murato di nero, torricellato di due pezzi, esse torri finestrate di tre, 2 e 1, del campo, e merlate alla ghibellina di due, esso castello privo di merlature, accompagnato in capo da una stella, raggiata di sei, il tutto dell'uno nell'altro, esso castello fondato su un ristretto di campagna di verde. Al capo d'oro, all'aquila spiegata di nera, poggiante sulla partizione, linguata di rosso e coronata all'antica del campo. Ornamenti esteriori da Comune.

(immagine non conforme alle regole araldiche dello Stato italiano)

Angera

D’oro, al biscione visconteo di sette spire, di azzurro, ingollante il putto di carnagione, capelluto di nero, allumato di azzurro, con le braccia aperte, esso biscione sormontato dalla corona all’antica di cinque punte visibili, di argento.

D.P.R. del 5 agosto 1991

Gonfalone:

Drappo di azzurro riccamente ornato di ricami d’oro e caricato dallo stemma sopra descritto con la iscrizione centrata in oro, recante la denominazione della Città. Le parti di metallo ed i cordoni sono dorati. L’asta verticale sarà ricoperta di velluto azzurro con bullette dorate poste a spirale. Nella freccia sarà rappresentato lo stemma della Città e sul gambo inciso il nome. Cravatta con nastri tricolorati dai colori nazionali frangiati d’oro

D.P.R. del 5 agosto 1991

Bandiera:

drappo partito di azzurro e di rosso, caricato dallo stemma civico di cui al D.P.R. 5 agosto 1991. L’asta sarà ornata dalla cravatta con nastri tricolorati dai colori nazionali.

D.P.R. del 23 febbraio 2016

Arcisate

D'oro, al mastio di rosso, murato di nero, chiuso e privo di finestre, torricellato di due pezzi laterali, la torre a sinistra più alta e finestrata di uno di nero, quella destra più bassa e finestrata di due, una sull'altra, di nero, esso castello merlato di sei, ciascuna di torre di tre, alla ghibellina, il tutto fondato su una campagna erbosa di verde. Ornamenti esteriori da Comune.

R.D. 10 marzo 1930

Arsago Seprio

Partito: nel primo di rosso, all'ara d'argento, su cui sono incise le lettere capitali romane, di nero: "MER" e "CUR", su due righe, una sopra l'altra, l'ara sostenente l'aquila d'argento, col volo abbassato, rivoltata; nel secondo, d'azzurro al battistero ottagonale di Arsago Seprio, d'argento, aperto e murato in nero, in due corpi, coperto di pietra naturale ciascun corpo, sormontato dalla piccola croce d'argento; il tutto fondato sulla campagna di verde. Ornamenti esteriori da Comune.

Gonfalone:

Drappo di rosso riccamente ornato di ricami d'argento e caricato dello stemma sopra descritto con l'iscrizione centrata in argento: COMUNE DI ARSAGO SEPRIO. Le parti metalliche ed i cordoni saranno argentati. L'asta verticale sarà ricoperta di velluto dai colori rosso e giallo, alternati, con bullette argentate poste a spirale. Cravatta e nastri tricolorati dai colori nazionali frangiati d'argento.

Azzate

Campo di cielo, al castello di rosso, murato di nero, aperto del secondo, torricellato di cinque pezzi, una centrale, più grande, due laterali e due arretrate, uscenti dal fastigio, esso castello e le torri merlate di tre, e accostato a destra da un gelso ed a sinistra da spighe di frumento, il tutto fondato su una pianura erbosa di verde, il tutto al naturale. Ornamenti esteriori da Comune.

Azzio

D.P.C.M. 16 marzo 1985

Barasso

Semipartito troncato: nel primo, d'azzurro, all'albero nodrito al naturale; nel secondo, d'argento, alla ruota di mulino d'oro, raggiata di otto; nel terzo, di rosso, al compasso aperto, accompagnato da due stelle, il tutto d'oro. Sotto lo scudo è posta una lista bifida svolazzante di rosso caricata col motto a caratteri capitali di nero: «AEQUITATE ET IUSTITIA (Equità e giustizia)». Ornamenti esteriori da Comune.

D.P.R. 21 dicembre 1989

Significato: l'albero è caratterizzante la natura stessa del territorio comunale, coperto da boschi di piante di alto fusto; la ruota di mulino rappresenta gli antichi mulini esistenti nella frazione Molina; il compasso rende onore a due cittadini contraddistintisi in opere di architettura civile, gli architetti Emilio Alemagna e Cornelio Bregonzio; le due stelle sono a ricordare due insigni personaggi storici: S. Nicone da Barasso e lo storico Giacomo da Barasso.

Gonfalone:

Drappo di bianco...

Bardello

Gonfalone:

Drappo di giallo bordato di rosso…

Bedero Valcuvia
Besano

Troncato: nel primo, d'argento, alla stella di sei raggi d'oro; nel secondo di rosso, alle due sbarre d'oro, al capo ridotto d'oro, caricato dalle due sbarre d'azzurro; il tutto sotto il capo d'azzurro, merlato alla guelfa all'ingiù di tre pezzi, esso capo posto sotto altro capo ridotto di rosso. Ornamenti esteriori da Comune.

D.P.R. 2 ottobre 1995

Gonfalone:

Drappo partito di azzurro e di giallo…

Besnate

D'oro al Biscione visconteo, ondeggiante in palo, ingollante per metà un putto ignudo, posto in fascia e in maestà, con le braccia aperte, il tutto al naturale, accompagnato in capo da due imprese, ciascuna formata di tre anelli di rosso, intrecciati e male ordinati, poste in fascia. Ornamenti esteriori da Comune.

D.P.R. 25 agosto 1953

Gonfalone:

Drappo partito di rosso e di giallo, riccamente ornato di ricami d'argento e caricato dello stemma comunale. Le parti metalliche ed i cordoni saranno argentati. L'asta verticale sarà ricoperta di velluto dai colori rosso e giallo, alternati, con bullette argentate poste a spirale. Cravatta e nastri tricolorati dai colori nazionali frangiati d'argento.

D.P.R. 25 agosto 1953

Besozzo

D.P.R. 26 febbraio 1957

Gonfalone:

Drappo partito di rosso e d'azzurro, riccamente ornato di ricami d'argento e caricato dello stemma con l'iscrizione centrata in argento: COMUNE DI BESOZZO.

D.P.R. 2 febbraio 1957

Biandronno

D'azzurro, al castello d'argento, murato di nero, torricellato di due pezzi laterali, esso castello aperto e finestrato di tre, poste in fascia, del campo, ciascuna torre finestrata di una del campo, il fastigio merlato di cinque, ciascuna torre di tre, il castello accompagnato in capo da due stelle d'argento raggiate di sei, il tutto fondato su una striscia di campagna al naturale nascente da uno specchio d'acqua ondato d'azzurro e d'argento. Ornamenti esteriori da Comune.

D.P.C.M. del 10 luglio 1962

Gonfalone:

Drappo partito, di bianco e d'azzurro, riccamente ornato di ricami d'argento e caricato dello stemma sopra descritto con l'iscrizione centrata in argento: COMUNE DI BIANDRONNO. Le parti metalliche ed i cordoni saranno argentati. L'asta verticale sarà ricoperta di velluto dai colori bianco e azzurro, alternati, con bullette argentate poste a spirale. Cravatta e nastri tricolorati dai colori nazionali frangiati d'argento.

D.P.C.M. 10 luglio 1962

Bisuschio

D'azzurro, a tre aquile spiegate, coronate all'antica, ben disposte, e accompagnate in punta dalla scritta a caratteri capitali: "BISVSTUM", il tutto d'oro. Ornamenti esteriori da Comune.

Gonfalone:

Drappo partito di azzurro e di giallo…

Bodio Lomnago

Inquartato: nel primo, d'argento, alla croce di rosso; nel secondo, di rosso, al leone d'oro, lampassato del campo; nel terzo di rosso, al bue furioso, rivoltato d'oro; nel quarto, d'azzurro, alla torre d'argento, murata di nero, finestrata di due, in palo, dello stesso, merlata di cinque alla ghibellina, fondata sulla pianura di verde. Ornamenti esteriori da Comune.

D.P.R. 1º agosto 1995

Gonfalone:

Drappo di bianco con tre gigli di azzurro posti in basso, ordinati in fascia, riccamente ornato di argento e caricato dello stemma sopra descritto con l'iscrizione centrata in argento, recante la denominazione del Comune: COMUNE DI BODIO LOMNAGO. Le parti di metallo ed i cordoni saranno argentati. L'asta verticale ricoperta di velluto dei colori del drappo alternati, con bullette di argentate poste a spirale. Nella freccia sarà rappresentato lo stemma del Comune e sul gambo inciso il nome. Cravatta con nastri tricolorati dai colori nazionali frangiati d'argento.

Brebbia

D.P.C.M. 4 aprile 1985

Bregano
Brenta

Di verde alle tre api d'oro ben ordinate. Ornamenti esteriori da Comune.

Gonfalone:

Drappo partito di giallo e di verde...

Brezzo di Bedero

D'argento, al monte di verde, caricato da tre alberi nodriti, dell'ultimo, accompagnati in capo da due stelle raggiate di sei d'azzurro, alla campagna ondosa dello stesso. Ornamenti esteriori da Comune.

Gonfalone:

Drappo partito verde e bianco...

Brinzio

D'oro, a due castagni di verde, fruttati del campo, nodriti sulla pianura di verde, con due sfondi montuosi, il primo, più vicino, costituito dalla catena delle Prealpi Varesine e Valcuviane, di verde, il secondo dalla catena del Monte Rosa, d'argento. Ornamenti esteriori da Comune.

D.P.C.M. Nº 1597 del 20 marzo 1984

Gonfalone:

Drappo troncato di verde e di giallo riccamente ornato di ricami d'argento e caricato dello stemma sopra descritto con l'iscrizione centrata in argento: COMUNE DI BRINZIO...

D.P.C.M. Nº 1597 del 20 marzo 1984


Flag of Brinzio.JPG
Brissago-Valtravaglia

D'argento, al castello di rosso, murato di nero, aperto e finestrato del campo, torricellato di due pezzi, accollato ad un albero sradicato al naturale, accostato da due cani levrieri controrampanti. Ornamenti esteriori da Comune.

R.D. 18 giugno 1931

Gonfalone:

Drappo di verde riccamente ornato di ricami d'argento e caricato dallo stemma comunale con l'iscrizione centrata in argento, recante la denominazione del Comune...

D.P.R. 11 dicembre 1997

Brunello

Un guscio di noce sormontato da una corona merlata. Sul guscio di noce si staglia una capinera che poggia le zampe sopra una pergamena che avvolge il guscio dal basso verso l'alto, da sinistra a destra, recante la scritta: BRUNELLUM ASPICITE. (descrizione non araldica)

(immagine non conforme alle regole araldiche dello Stato italiano)

Art. 3 dello statuto comunale, approvato dal consiglio comunale con delibera 25 del 9 luglio 2001

Brusimpiano

R.D. 19 novembre 1931

Gonfalone:

D.P.R. 18 luglio 1980

Buguggiate

D'azzurro, a tre spighe d'oro, sostenute da un monte all'italiana di un colle di verde, nascente da uno specchio d'acqua, ondato d'argento, ciascuna spiga sormontata da tre stelle raggiate di sei d'oro. Ornamenti esteriori da Comune.

D.P.R. 20 novembre 1964

Gonfalone:

Drappo partito di giallo e d'azzurro, riccamente ornato di ricami d'argento e caricato dello stemma comunale, con l'iscrizione centrata in argento: COMUNE DI BUGUGGIATE...

CoA Città di Busto Arsizio.svg Busto Arsizio

Troncato di rosso e d'argento, a due lettere maiuscole B dell'uno nell'altro, alla fiamma di rosso nascente dalla punta dello scudo. Ornamenti esteriori da Città.

R. D. 4 novembre 1930

Gonfalone:

Drappo di colore azzurro riccamente ornato di ricami d'oro, caricato dello stemma civico con l'iscrizione centrata in oro: "CITTA' DI BUSTO ARSIZIO". Le parti di metallo e i nastri sono dorati. L'asta verticale è ricoperta di velluto azzurro con bullette dorate poste a spirale. Nella freccia è rappresentato lo stemma della Città e sul gambo inciso il nome. Cravatta e nastri tricolorati dai colori nazionali frangiati d'oro.

R. D. 2 dicembre 1937

Concessione del titolo di Città con R.D.L. 30 ottobre 1864

Cadegliano Viconago-Stemma.svg Cadegliano Viconago

D'azzurro, alla spada d'argento, guarnita d'oro posta in sbarra con la punta all'insù. Ornamenti esteriori da Comune.

Gonfalone:

Drappo partito di bianco e d'azzurro...

Cadrezzate

Gonfalone:

Drappo di bordeaux...

Cairate

Scaccato di rosso e d'argento. Il tutto abbassato al capo d'azzurro alla stella raggiata di sei d'oro. Ornamenti esteriori da Comune.

Cantello

D'azzurro, all'ara votiva romana di pietra, gradinata di due, sormontata da due spade d'argento guarnite d'oro, decussate. Ornamenti esteriori da Comune.

Gonfalone:

Drappo partito di giallo e d'azzurro caricato dell'arma sopra descritta e ornato di ricchi fregi d'argento. Nella parte alta reca l'iscrizione centrata in oro: COMUNE DI CANTELLO...

Caravate

Partito d'azzurro e d'argento, al grappolo d'uva di rosso, pampinato di due di verde attraversante, accompagnato da tre api dal volo spiegato d'oro, mal ordinate, poste una in capo e due in punta. Ornamenti esteriori da Comune.

Gonfalone:

Drappo partito d'argento e d'azzurro...

Cardano al Campo

D'oro, al castello di rosso aperto e finestrato del campo, torricellato di tre pezzi merlati di tre alla ghibellina, il centrale murato di nero nella parte superiore, e sormontato da un'aquila al naturale coronata, dal volo spiegato; il tutto su una campagna di verde caricata da tre tende d'argento banderuolate di rosso, disposto in fascia. Ornamenti esteriori da [Città].

D.P.R. 24 maggio 1963

Gonfalone:

Drappo bianco riccamente ornato di ricami [d'oro] e caricato dello stemma sopra descritto con la iscrizione centrata in [oro]: [CITTA'] DI CARDANO AL CAMPO.

D.P.R. 24 maggio 1963

Concessione del tiolo di Città con D.P.R. 18 luglio 2012.

Carnago

Palato di otto pezzi, d'oro e di rosso; al capo d'oro, caricato dell'aquila di nero, linguata d'azzurro. Ornamenti esteriori da Comune.

Gonfalone:

Drappo di azzurro riccamente ornato di ricami d'argento e caricato dello stemma con l'iscrizione centrata in argento, recante la denominazione del Comune...

Caronno Pertusella

Semipartito, troncato: nel primo d'azzurro al Biscione visconteo, ondeggiante in palo, coronato all'antica d'oro, ingollante per metà un putto ignudo, posto in fascia e in maestà, il tutto al naturale; nel secondo d'argento alla croce di rosso; nel terzo d'azzurro alla biga romana d'argento, il tutto alla fascia di rosso sulla partizione. Ornamenti esteriori da Comune.

R.D. 25 febbraio 1934

Gonfalone:

Drappo troncato d'azzurro e di rosso...

Caronno Varesino

D'argento, sbarrato d'azzurro, caricato nel cantone destro del capo del Biscione visconteo, ondeggiante in palo, coronato all'antica d'oro, ingollante per metà un putto ignudo, posto in fascia e in maestà, con le braccia aperte, il tutto al naturale; nel cantone sinistro della punta, del leone d'azzurro tenente sulla zampa un castello di rosso murato di nero. Ornamenti esteriori da Comune.

D. Lgt. 22 settembre 1945

Gonfalone:

D. Lgt. 22 settembre 1945

Casale Litta-Stemma.svg Casale Litta

Partito: nel primo, d'azzurro al colle boscoso al naturale, sormontato da una torre di rosso, merlata alla ghibellina, mattonata di nero aperta e finestrata del campo; nel secondo, scaccato d'oro e di nero. Ornamenti esteriori da Comune.

R.D. 19 luglio 1941

Gonfalone:

Drappo partito di giallo e d'azzurro...

D.P.R. 2 marzo 1984

Casalzuigno

Semipartito troncato: nel primo d'oro alla cotta d'armi di acciaio; nel secondo d'azzurro alla porta d'argento, chiusa circondata da bugno e inserita nel muro fortificato, al naturale, merlato di sei alla ghibellina, sostenenti l'aquila coronata d'oro; nel terzo di rosso a due pannocchie di mais d'argento, poste in decusse, gambute e fogliate di verde. Ornamenti esteriori da Comune.

D.P.C.M. 22 marzo 1984

Gonfalone:

Drappo troncato di rosso e d’azzurro riccamente ornato di ricami d’argento e caricato dello stemma sopra descritto con la iscrizione centrata in argento: Comune di Casalzuigno. Le parti di metallo ed i cordoni saranno argentati. L’asta verticale sarà ricoperta di velluto dei colori del drappo alternati, con bullette argentate poste a spirale. Nella freccia sarà rappresentato lo Stemma del Comune e sul gambo inciso il nome. Cravatta con nastri tricolorati dai colori nazionali frangiati d’argento

D.P.C.M. 22 marzo 1984

Casciago
Casorate Sempione

D'oro alla strada di ciottoli rettangolari al naturale, in banda, accompagnata in capo dal cavallo morello, galoppante, e in punta dal pino silvestre al naturale; al capo di rosso, caricato dalla corona comitale d'oro. Ornamenti esteriori da Comune.

D.P.R. 16 dicembre 1983

Gonfalone:

Drappo troncato di giallo e di rosso riccamente ornato di ricami d'argento e caricato dello stemma comunale con l'iscrizione centrata in argento: COMUNE DI CASORATE SEMPIONE. Le parti di metallo ed i cordoni saranno argentati. L'asta verticale sarà ricoperta di velluto dei colori del drappo alternati con bullette argentate poste a spirale. Nella freccia sarà rappresentato lo stemma del Comune e sul gambo inciso il nome. Cravatta con nastri tricolorati dai colori nazionali frangiati d'argento.

Cassano Magnago-Stemma.svg Cassano Magnago

Di rosso, alla croce d'argento, caricata nel centro dal Biscione visconteo al naturale, ondeggiante in palo, coronato all'antica d'oro, ingollante per metà un putto ignudo di carnagione, posto in fascia e in maestà, con le braccia aperte, accostato nel braccio destro della croce dalla lettera maiuscola C ed in quello sinistro dalla lettera M, entrambi di nero; la croce accontonata nel primo e nel secondo quartiere di una rosa d'argento a cinque foglie. Ornamenti esteriori da Città.

Gonfalone:

Drappo partito di bianco e verde...

Concessione del titolo di Città con D.P.R. 18 luglio 2012

Cassano Valcuvia

Partito: nel primo, d'argento, al Biscione visconteo d'azzurro, ondeggiante in palo, coronato all'antica d'oro, ingollante per metà un putto ignudo di carnagione, crinito di nero, posto in fascia e in maestà, con le braccia aperte; nel secondo, di rosso, all'arco d'argento, murato di nero, fondato su una campagna di verde. Ornamenti esteriori da Comune.

Castellanza

Gonfalone:

Drappo partito di rosso e di bianco...

Castello Cabiaglio

Partito d'argento e di rosso, al castello torricellato di due, dell'uno all'altro; esso castello, murato di nero, aperto e finestrato di quattro in fascia, del campo, le torricelle merlate ognuna di tre alla guelfa, la torricella di destra cimata dall'asta di nero, banderuolata a sinistra, di azzurro, al leone passante, d'argento. Ornamenti esteriori da Comune.

D.P.R. 29 marzo 1912

Gonfalone:

Drappo partito di rosso e di bianco…

Castelseprio

Fasciato e controfasciato di rosso e d'argento di sei pezzi, alla bordura d'azzurro. Ornamenti esteriori da Comune.

Gonfalone:

Drappo partito di bianco e di rosso, riccamente ornato di ricami d'argento e caricato dello stemma sopra descritto con l'iscrizione centrata in argento: COMUNE DI CASTELSEPRIO. Le parti metalliche ed i cordoni saranno argentati. L'asta verticale sarà ricoperta di velluto dei colori del drappo, alternati, con bullette argentate poste a spirale. Nella freccia sarà rappresentato lo stemma del Comune e sul gambo inciso il nome. Cravatta e nastri tricolorati dai colori nazionali frangiati d'argento.

Stemma e Gonfalone concessi con D.P.R. 18 maggio 1972, registrato alla Corte dei Conti il 15 giugno 1972, Reg. n° 9 Presidenza Fo. n° 197, trascritto nel Registro araldico dell'Archivio centrale di Stato il 26 giugno 1972, trascritto nei Registri dell'Ufficio araldico il 7 luglio 1972, Reg. anno 1972, pag. 1.

Castelveccana
Castiglione Olona

D'argento, al leone sostenente con la branca anteriore destra un castello, il tutto di rosso, esso castello aperto del campo, torricellato di due pezzi laterali, finestrati di uno del campo e merlati di tre, il fastigio privo di merlatura, esso leone fondato su una campagna di verde. Ornamenti esteriori da Città.

D.P.R. 21 dicembre 1978

Concessione del titolo di Città con D.P.R. 4 gennaio 1974

Gonfalone:

Drappo partito di bianco e di rosso...

D.P.R. 21 dicembre 1978

Castronno

D'argento, al monte all'italiana di un colle di verde, fondato in punta, accompagnato in capo da tre stelle raggiate di sei d'azzurro, mal ordinate. Ornamenti esteriori da Comune.

Gonfalone:

Drappo partito d'azzurro e di bianco...

Stemma e Gonfalone concessi con D.P.R. 15 settembre 1988

Cavaria con Premezzo

D'argento, al monte all'italiana di tre colli di verde, fondato in punta, alla burella d'azzurro, accompagnato in capo da tre stelle raggiate di sei dello stesso, mal ordinate. Ornamenti esteriori da Comune.

D.P.R. 24 agosto 1954

Gonfalone:

Drappo partito d'azzurro e di bianco...

Cazzago Brabbia

Troncato: nel primo d'azzurro a tre pesci al naturale, rivoltati e mal ordinati; nel secondo, d'oro, all'albero nodrito su una campagna, il tutto al naturale. Ornamenti esteriori da Comune.

D.P.R. 9 febbraio 1990

Gonfalone:

D.P.R. 9 febbraio 1990

Cislago

D'azzurro, al castello trapezoidale di rosso, murato, aperto e finestrato nel corpo di tre, poste in fascia, di nero, torricellato di due pezzi, finestrati di uno dello stesso e merlati di due alla ghibellina, il fastigio privo di merlatura, alla mitra al naturale posta tra le torri, esso castello fondato su una campagna di verde. Ornamenti esteriori da Comune.

Cittiglio

Montagne stilizzate sopra una fascia colore argento su fondo azzurro

(descrizione non araldica)

Clivio

Partito semitroncato: nel primo, di rosso, ai tre pugnali d'argento, guarniti d'oro, con la punta all'insù, posti in palo, uno accanto all'altro; nel secondo, di azzurro, alla piccola chiesa d'argento, murata di nero, coperta di rosso, vista di tre quarti, con la facciata a sinistra, chiusa di nero, finestrata di quattro, dello stesso, una finestra sopra la porta, tre nel fianco, essa piccola chiesa munita a destra del campanile d'argento, murato di nero, coperto di rosso, cimato dalla crocetta di nero, e fondata sulla pianura di verde; nel terzo, d'oro, alla montagna di verde, fondata in punta. Ornamenti esteriori da Comune.

D.P.R. 21 novembre 1995

Gonfalone:

Drappo partito d'azzurro e di rosso, riccamente ornato di ricami d'argento e caricato dallo stemma civico con la iscrizione centrata in argento, recante la denominazione del Comune: COMUNE DI CLIVIO. Le parti di metallo ed i cordoni saranno argentati. L'asta verticale sarà ricoperta di velluto dei colori del drappo, alternati, con bullette argentate poste a spirale. Nella freccia sarà rappresentato lo stemma del Comune e sul gambo inciso il nome. Cravatta con nastri tricolorati dai colori nazionali frangiati d'argento.

Cocquio-Trevisago
Comabbio
Comerio

Troncato: nel primo d'argento a due alberi di gelso nodriti su campagna di verde fiorita, il tutto al naturale; nel secondo d'azzurro all'ape d'oro dal volo spiegato. Ornamenti esteriori da Comune.

D.P.R. 16 gennaio 1961

Gonfalone:

Drappo troncato di azzurro e di bianco riccamente ornato di ricami d'argento e caricato dello stemma sopra descritto con l'iscrizione centrata in argento: COMUNE DI COMERIO. Le parti di metallo e i cordoni saranno argentati. L'asta verticale sarà ricoperta di velluto dai colori del drappo, alternati, con bullette argentate poste a spirale. Nella freccia sarà rappresentato lo stemma del Comune e sul gambo inciso il nome. Cravatta e nastri tricolorati dai colori nazionali frangiati d'argento.

Cremenaga
Crosio della Valle
Cuasso al Monte

Palato d'argento e di rosso, al castello dell'ultimo, murato, aperto, torricellato di un pezzo, il tutto dello stesso; esso castello merlato di sei, la torre di tre; accompagnato da nove stelle d'oro, poste sei in capo, due ai lati e una in punta. Ornamenti esteriori da Comune.

Cugliate-Fabiasco

Partito di rosso e d'argento, alle due torri dell'uno nell'altro, murate, aperte e finestrate con finestrella tonda, il tutto di nero; esse torri merlate di quattro e fondate in punte; il tutto al capo d'azzurro, caricato da due stelle raggiate di otto, d'oro. Ornamenti esteriori da Comune.

D.P.R. 24 aprile 1997

Gonfalone:

Drappo troncato di rosso e d'azzurro, riccamente ornato di ricami d'argento e caricato dallo stemma sopra descritto con la iscrizione centrata in argento, recante la denominazione del Comune...

Cunardo

Un castello a tre torri in colore rosso su campo color oro

(descrizione non araldica)

Curiglia con Monteviasco
Cuveglio

Gonfalone:

Drappo partito di rosso e di verde...

Cuvio

Gonfalone:

Drappo di rosso...

Daverio

D'azzurro, alla torre d'argento in prospettiva, murata di nero, aperta e finestrata sulla facciata sinistra del campo, la facciata destra finestrata di uno parimenti del campo, merlata di tre, fondata su campagna di verde ed accostata in capo da due api d'oro dal volo spiegato. Ornamenti esteriori da Comune.

D.P.R. 29 maggio 1963

Gonfalone:

Drappo partito di giallo e d'azzurro...

Dumenza

D'argento, alla torre di rosso, murata di nero, aperta e finestrata di tre, 2 e 1, del campo, merlata alla ghibellina di quattro, fondata su una pianura di verde, accostata da due panche di pietra, al naturale. Ornamenti esteriori da Comune.

D.P.R. 26 maggio 1984[1]

Duno

Troncato, nel primo d'oro, alla pianta di Ipomea violacea (Ipomoea violacea L.), fiorita di due, al naturale; nel secondo, palato di rosso e d'argento, al castello trapezoidale d'azzurro, aperto e murato di nero, torricellato di due pezzi laterali, dello stesso, finestrate ciascuna di uno di nero, il fastigio e le torri merlati di tre. Ornamenti esteriori da Comune.

D.P.R. 21 dicembre 1989

Fagnano Olona

Partito d'argento, al filetto d'azzurro; nel primo, al Biscione visconteo d'azzurro, ondeggiante in palo, ingollante per metà un putto ignudo di carnagione, posto in fascia e in maestà, crinito di nero, con le braccia aperte; nel secondo, alla croce di rosso. Sotto lo scudo è posta una lista bifida svolazzante d'azzurro caricata col motto a caratteri capitali d'oro: «A BON FIN». Ornamenti esteriori da Comune.

Gonfalone:

Drappo di azzurro caricato dello stemma con la iscrizione centrata: COMUNE DI FAGNANO OLONA...

Ferno

Campo di cielo ad un tronco d'albero ardente, radicato nella pianura erbosa, il tutto al naturale. Ornamenti esteriori da Comune.

D.C.G. del 9 giugno 1937

Gonfalone:

Drappo partito di rosso e di azzurro...

D.P.R. del 10 gennaio 1985

Ferrera di Varese

Di verde, allo scudetto ancile d'azzurro alla bordatura d'argento, caricato dal giglio dello stesso colore; al capo d'azzurro, alla fascia ondata d'argento. Ornamenti esteriori da Comune.

D.P.R. 11 settembre 1996

Gonfalone:

Drappo di bianco bordato d'azzurro...

Gallarate

Troncato d'argento e di rosso ai due galli dell'uno nell'altro. Ornamenti esteriori da [Città].

D.C.G. 21 febbraio 1933 (trascritto nei registri della Consulta araldica il 25 febbraio 1923). Il testo del Decreto di concessione, forse per una svista, non tenne in considerazione il Decreto luogotenenziale 19 dicembre 1860 a firma di S.A.S. il principe Eugenio di Savoia-Carignano, Luogotenente Generale di S.M. nei Regii Stati di re Vittorio Emanuele II, che elevava Gallarate al rango di Città, e dunque fu concesso l'uso dello stemma civico con "ornamenti esteriori di Comune", svista che fu sanata solo molti decenni dopo, con D.P.C.M. 30 agosto 1952 (trascritto nei registri dell'Ufficio araldico il 3 settembre 1952).

Gonfalone:

Drappo di bianco nel recto e di rosso nel verso, riccamente ornato di ricami d'oro e caricato sul bianco dello stemma civico, con l'iscrizione centrata in oro: CITTÀ DI GALLARATE. Le parti di metallo ed i cordoni saranno dorati. L'asta verticale sarà ricoperta di velluto bianco con bullette dorate poste a spirale. Nella freccia sarà rappresentato lo stemma della Città e sul gambo inciso il nome. Cravatta e nastri tricolorati dai colori nazionali frangiati d'oro.

D.P.R. 19 settembre 1952 (registrato alla Corte dei Conti il 27 dicembre 1952, Reg. nº 71- Presidenza, Fog. nº 272, trascritto nel Registro araldico dell'Archivio centrale di Stato in Roma il 3 marzo 1953).

Galliate Lombardo

Inquartato: nel primo, d'azzurro, all'olmo sradicato, al naturale; nel secondo, d'oro, alla torre al naturale, murata, aperta e finestrata di due, in fascia, di nero, merlata di cinque, fondata su una collina, al naturale; nel terzo, d'argento alla campagna ondosa fluttuante, al naturale; nel terzo, di rosso, all'albero sradicato, al naturale. Ornamenti esteriori da Comune. D.P.C.M. 13 luglio 1969

Gonfalone:

Drappo partito di bianco e d'azzurro...

Gavirate

Partito: al primo di rosso alla spada d'argento guarnita d'oro posta in palo; nel secondo d'azzurro a tre bisanti d'oro posti in fascia. Ornamenti esteriori da Comune.

R.D. 11 maggio 1936 RR. LL. PP. 25 novembre 1937

Gonfalone:

Drappo di colore azzurro riccamente ornato di ricami d'argento, caricato dello stemma comunale, con l'iscrizione centrata in argento: COMUNE DI GAVIRATE. Le parti di metallo ed i nastri sono argentati, l'asta verticale ricoperta di velluto azzurro con bullette argentate poste a spirale. Nella freccia è rappresentato lo stemma del comune e sul gambo inciso il nome, cravatta e nastri dai colori nazionali frangiati d'argento.

Gazzada Schianno

Inquartato d'oro e d'azzurro, al leone di rosso, attraversante. Ornamenti esteriori da Comune.

D.P.R. 29 agosto 2014

Gonfalone:

Drappo di rosso...

Gemonio
Gerenzano

Inquartato, d'oro e di rosso alla lettera capitale G dell'uno all'altra, posta in cuore. Ornamenti esteriori da Comune.

D.P.R. 22 novembre 1971

Germignaga

Ponte a due campate su tratto di fiume con sullo sfondo monti e cipressi il tutto sormontato da cigno bianco in campo rosso

(descrizione non araldica)

Golasecca

D'azzurro, alla fascia dentata d'argento e di nero, all'urna preistorica golasecchiana al naturale, posta in punta. Ornamenti esteriori da Comune.

Gorla Maggiore
Gorla Minore
Gornate Olona
Grantola

Troncato: il primo d'azzurro alla chiesa al naturale addestrata al campanile, tegolata di rosso e terrazzata di verde; il secondo d'argento, al grappolo d'uva nera pampinato. Ornamenti esteriori da Comune.

Inarzo

Troncato: nel primo, di azzurro, ai due fiori di ninfea, ordinati in fascia, di argento; alla bordatura diminuita, d'oro; nel secondo, d'azzurro, alla chiesa di argento, coperta di rosso, con la facciata posta a sinistra, chiusa di nero con porta a sesto acuto, munita in facciata di piccolo rosone, dello stesso, e nel fianco di cinque finestrelle a sesto acuto, ordinate in fascia, di nero, essa chiesa cimata dalla crocetta dello stesso, dotata di campanile a guisa di torre, unito all'abside della chiesa, d'argento, merlato di cinque alla guelfa, finestrato di nero, con finestra a sesto acuto, il tutto fondato sulla pianura di verde. Ornamenti esteriori da Comune.

D.P.R. 17 aprile 1990

Gonfalone:

Drappo di bianco...

Induno Olona

Troncato: nel primo, di rosso, al capriolo d'argento, accompagnato in capo da due rose araldiche dell'ultimo poste in fascia, e in punta da uno scudetto quadrato del secondo alla croce del primo passante; nel secondo, d'argento, al capriolo di rosso, accompagnato in capo da due rose araldiche dell'ultimo poste in fascia, e in punta da uno scudetto quadrato del secondo al fiore di margherita fogliato di 12 del primo. Ornamenti esteriori da Comune.

D.P.C.M. 7 gennaio 1956

Gonfalone:

Drappo partito di bianco e di rosso...

Ispra

Campo di cielo, alla chiesetta addestrata da un campanile, l'una e l'altro fondati su delle rocce uscenti da uno specchio d'acqua, il tutto al naturale; sullo sfondo due monti di verde. Ornamenti esteriori da Comune.

D.P.R. 12 gennaio 1954

Gonfalone:

Drappo d'azzurro...

Jerago con Orago

Di rosso al castello d'argento, merlato alla guelfa, torricellato di tre pezzi, il mediano più alto, murato, aperto e finestrato di nero, fondato sulla pianura di verde, caricato di una fiamma di rosso nascente dalla pianura ed accompagnato in capo da una corona all'antica posta fra due rose araldiche, il tutto d'oro. Ornamenti esteriori da Comune.

Gonfalone:

Drappo di colore bianco a due pali, di rosso nascenti dai fianchi, riccamente ornato di ricami d'argento e caricato dello stemma sopra descritto con l'iscrizione centrata in argento: COMUNE DI JERAGO CON ORAGO...

D.P.R. 20 agosto 1959

Lavena Ponte Tresa

D'azzurro, al castello d'argento, aperto e murato di nero, torricellato di un pezzo laterale a sinistra, la torre finestrata di due, 1 e 1, in palo, dell'ultimo, il corpo privo di finestre e merlato di quattro, la torre di tre, il castello fondato sulla roccia trapezoidale, al naturale, alla campagna di verde. Ornamenti esteriori da Comune.

Laveno-Mombello-Stemma.svg Laveno-Mombello

Troncato: al primo d'oro all'aquila di nero, col volo abbassato, coronata dello stesso, appoggiata su un capitello, tenente tra gli artigli un fascio di fulmini, caricata in cuore da uno scudetto d'argento con una corona d'oro all'antica e sormontata da una stella d'argento (Laveno); al secondo di rosso, all'aquila d'oro coronata dello stesso (Mombello). Ornamenti esteriori da Comune.

Gonfalone:

Drappo di colore azzurro riccamente ornato di ricami d'argento e caricato dello stemma sopradescritto con l'iscrizione centrata in argento: COMUNE DI LAVENO MOMBELLO...

D.C.G. 22 maggio 1933

Leggiuno
Lonate Ceppino

D'azzurro, al tronco d'albero reciso, uscente dalla punta, accompagnato in capo dal crescente d'argento.Ornamenti esteriori da Comune.

Gonfalone:

Drappo di bianco...

Lonate Pozzolo

Troncato: il primo, d'argento, alla vera da pozzo, di rosso, mattonata di nero, attraversante la pianura di verde; il secondo, di rosso, alle tre mezzelune montanti, bene ordinate, di argento. Ornamenti esteriori da Comune.

D.P.R. 8 giugno 2007

Gonfalone:

Drappo partito di bianco e di rosso...

Lozza
Luino

D'azzurro al castello d'argento su terrazzo di verde, merlato alla guelfa, sinistrato da un cigno pure d'argento, chiuso di nero, torricellato di due pezzi finestrati del campo: il tutto abbassato ad un capo d'oro, caricato da un'aquila di nero coronata dello stesso. Ornamenti esteriori di Città.

Gonfalone:

Drappo di bianco...

Concessione del titolo di Città con D.P.R. 10 marzo 1969

Luvinate
Maccagno con Pino e Veddasca

Combinazione provvisoria degli stemmi dei tre preesistenti comuni.

(immagine non conforme alle regole araldiche dello Stato italiano)

Malgesso

Partito: nel primo, d'azzurro alla spada d'argento guarnita d'oro; nel secondo, d'argento al gelso al naturale, terrazzato di verde. Ornamenti esteriori da Comune.

D.P.R. 26 giugno 2008

Gonfalone:

Drappo partito di verde e di azzurro, caricato dell'arma sopra descritta, sormontata dalla scritta Comune di Malgesso, e ornato di ricchi fregi d'argento...

Malnate

Campo di cielo caricato di tre stelle d'argento a cinque punte; al ponte murato tra due pendii boscosi, dominati dal Monte Rosa, al naturale. Ornamenti esteriori da Comune.

R.D. 16 maggio 1940

Gonfalone:

Drappo di colore azzurro riccamente ornato di ricami d'argento e caricato dello stemma sopra descritto con l'iscrizione centrale in argento: COMUNE DI MALNATE. Le parti di metallo ed i cordoni saranno argentati. L'asta verticale sarà ricoperta di velluto azzurro con bullette argentate poste a spirale. Nella freccia sarà rappresentato lo stemma del comune e sul gambo inciso il nome. Cravatta e nastri tricolorati dai colori nazionali frangiati d'argento.

R.D. 16 maggio 1940

Malnate ha ottenuto il titolo di Città nel 2016.

Marchirolo

Un leone sormontato da un'aquila. Motto: NIL DIFFICILE VOLENTI.

(descrizione non araldica)

(immagine non conforme alle regole araldiche dello Stato italiano)

Marnate

Gonfalone:

Drappo partito di colore bianco e rosso...

Marzio

D'azzurro, allo scoiattolo seduto, d'oro, allumato di rosso, con le zampe anteriori unite alla bocca, sostenuto dalla pianura di verde. Ornamenti esteriori da Comune.

D.P.R. 11 maggio 2009

Gonfalone:

Drappo di giallo con la bordatura d'azzurro...

Masciago Primo
Mercallo

Troncato, semipartito: nel primo, d'azzurro, a due spighe di grano d'oro, impugnate e legate di rosso; nel secondo, di rosso, alla lettera capitale M d'oro; nel terzo, trinciato, d'oro e di rosso. Ornamenti esteriori da Comune.

Gonfalone:

Drappo partito di rosso e d'azzurro...

Mesenzana

Interzato in palo: nel primo, di rosso, alla banda dello stesso scalinata d'argento ai bordi, carica di un cane del secondo, con la testa rivolta, coronato d'oro, corrente nel senso della banda; nel secondo, d'argento a tre monti di verde, sul mediano più elevato poggia una lama di accetta manicata di legno, alla banda alzata di rosso; nel terzo, di rosso, al levriero rampante, collarinato d'argento. Ornamenti esteriori da Comune.

D.P.R. 16 ottobre 1956

Gonfalone:

Drappo partito di bianco e di rosso…

Montegrino Valtravaglia
Monvalle

Troncato: nel primo, d'azzurro a tre monti di verde, moventi dalla partizione, sormontati da tre anelli intrecciati e gemmati d'oro; nel secondo fasciato, ondato d'argento d'azzurro. Ornamenti esteriori da Comune.

R.D. 29 novembre 1928

Gonfalone:

Drappo troncato di giallo e d'azzurro, riccamente ornato di ricami d'argento e caricato dallo stemma comunale con l'iscrizione centrata in argento, recante la denominazione del comune. Le parti di metallo ed i cordoni saranno argentati.

D.P.R. 22 aprile 1998

Morazzone

D'argento, alla testa di moro, al naturale, attortigliata di rosso, accompagnata nei cantoni del capo da due stelle di otto raggi, dello stesso; al capo cucito d'oro, caricato dall'aquila di nero, coronata dello stesso, linguata di rosso. Ornamenti esteriori da Comune.

D.P.R. 11 maggio 2009

Gonfalone:

Drappo partito di giallo e di nero...

Bandiera:

Drappo di bianco con il capo di giallo; il campo alla testa di moro, al naturale, attortigliata di rosso, accompagnata nei cantoni superiori da due stelle di otto raggi, dello stesso; il capo caricato dall'aquila di nero, coronata dello stesso, linguata di rosso. L'asta sarà ricoperta alternativamente di velluto giallo e nero, con bullette argentate poste a spirale; sarà ornata dalla cravatta con nastri tricolorati dai colori nazionali.

Disegno dello stemma errato ! Il moro è attorcigliato di rosso e non d'argento.

Mornago

D'azzurro, allo scaglione d'argento, accompagnato in punta dalla testa di moro dello bendata sugli occhi dello stesso e crinita di nero. Ornamenti esteriori da Comune.

Oggiona con Santo Stefano

Partito: nel primo di rosso, al castello d'argento, torricellato ai lati di due, murato e aperto di nero, il frastigio merlato di sei, esse torri finestrate di uno di nero e merlate di tre; nel secondo, d'azzurro, alla bilancia d'oro. Ornamenti esteriori da Comune.

D.P.R. 22 gennaio 1970

Olgiate Olona

D'azzurro, al cardo al naturale, fondato su una campagna di verde caricata di una fascia ondata d'argento. Ornamenti esteriori da Comune.

Gonfalone:

Drappo di colore azzurro riccamente ornato di ricami d'argento e caricato dello stemma sopra descritto con l'iscrizione in argento: COMUNE DI OLGIATE OLONA. Le parti di metallo ed i cordoni saranno argentati. L'asta verticale sarà ricoperta di velluto azzurro con bullette argentate poste a spirale. Nella freccia sarà rappresentato lo stemma del Comune e sul gambo inciso il nome. Cravatta e nastri tricolorati dai colori nazionali frangiati di argento.

D.P.R. 22 febbraio 1951

Origgio

Partito, nel primo d’oro alla testa barbuta di un vecchio frate cistercense posta di profilo; nel secondo, d’azzurro, a tre anelli d’oro intrecciati; il tutto abbassato ad un capo d’argento, caricato di una croce di rosso. Ornamenti esteriori da Comune.

Gonfalone:

Drappo partito, d’azzurro e di giallo riccamente ornato di ricami d’argento e caricato dello stemma sopra descritto con la iscrizione centrata in argento: COMUNE DI ORIGGIO. Le parti di metallo ed i cordoni saranno argentati. L’asta verticale sarà ricoperta di velluto dei colori del drappo con bullette argentate poste a spirale. Nella freccia sarà rappresentato lo stemma del Comune e sul gambo inciso il nome. Cravatta e nastri tricolorati dai colori nazionali frangiati d’argento.

D.P.R. 19 maggio 1965. Registrato alla Corte dei Conti il 16 luglio 1965, Reg. n. 4 – Presidenza f. 392. Trascritto nei registri dell’Ufficio Araldico il 21 luglio 1965. Reg. anno 1965, pag. 10. Trascritto nel Registro Araldico dell’Archivio Centrale dello Stato il 2 settembre 1965.

Orino

Un fortilizio in campo bianco e verde

(descrizione non araldica)

Osmate

Inquartato: nel primo, di rosso, alla stella di otto raggi, d'oro: nel secondo, contro-inquartato: nel I e nel IV, d'argento; nel II, di rosso; nel III, d'azzurro; nel terzo, contro-inquartato: nel I e nel IV, d'argento; nel II, d'azzurro; nel III, di rosso; nel quarto, di rosso, alle tre spighe di grano, d'oro, impugnate, legate d'azzurro. Ornamenti esteriori da Comune.

Gonfalone:

Drappo d'azzurro...

D.P.R. 21 ottobre 1989

Porto Ceresio

Troncato: il primo di rosso alla barca del lago Ceresio navigante, al naturale; il secondo d'azzurro fasciato da tre nebulose d'argento e caricato da un cigno al naturale. Ornamenti esteriori da Comune.

Gonfalone:

Drappo interzato in fascia, di azzurro, di bianco e di rosso riccamente ornato di ricami d'argento e caricato dello stemma sopra descritto con la iscrizione centrata in argento: COMUNE DI PORTO CERESIO. Le parti di metallo ed i cordoni saranno argentati. L'asta verticale sarà ricoperta di velluto dai colori del drappo, alternati, con bullette argentate poste a spirale. Nella freccia sarà rappresentato lo stemma del Comune e sul gambo inciso il nome. Cravatta e nastri tricolorati dai colori nazionali frangiati d'argento.

Porto Valtravaglia

D'azzurro alla caravella navigante a vele spiegate sul lago; sullo sfondo i monti che circondano il lago stesso; il tutto al naturale. Ornamenti esteriori da Comune.

D.P.R. 10 aprile 1954

Rancio Valcuvia
Ranco

Troncato: nel primo, d'azzurro al tralcio di vite fruttato di un grappolo d'uva nera sinistrata da un pampino di verde ed accollato ad un paletto fondato su terrazzo dell'ultimo; nel secondo, d'argento ondato d'azzurro al pesce natante al naturale. Ornamenti esteriori di Comune.

Gonfalone:

Drappo troncato di bianco e di azzurro...

Saltrio

D. P. R. 14 gennaio 1976

Samarate

Partito, nel primo d'argento alla croce di rosso; nel secondo, di nero, al Biscione visconteo d'argento, ondeggiante in palo, ingollante per metà un putto ignudo di carnagione, crinito del campo, posto in fascia e in maestà, con le braccia aperte. Ornamenti esteriori di Città.

Gonfalone:

Drappo di colore bianco riccamente ornato di ricami d’oro e caricato dello stemma sopra descritto con l’iscrizione centrata in oro "CITTA’ DI SAMARATE". Le parti di metallo ed i nastri saranno dorati. L’asta verticale sarà di ottone. Cravatta e nastri tricolorati dai colori nazionali e frangiati d’oro

Sangiano

Troncato: nel primo di rosso, al covone di spighe d'oro, legato d'azzurro; nel secondo d'oro, alla montagna al naturale di verde cimata di una croce del calvario di rosso. Ornamenti esteriori da Comune.

Gonfalone:

Drappo troncato di giallo e di rosso…



Stemma precedentemente in uso
Saronno

D'argento, caricato da un castello di rosso mattonato in nero con la porta centrale aperta e con due torri laterali finestrate, merlate alla guelfa e sormontate da un disco nero posto tra le due torri. Ornamenti esteriori da [Città].

D.C.G. 10 novembre 1932

Gonfalone:

Drappo di bianco, riccamente ornato di ricami d'oro e caricato dallo stemma civico con la iscrizione centrata in oro, recante la denominazione della Città. Le parti di metallo ed i cordoni saranno dorati. L'asta verticale sarà ricoperta di velluto bianco, con bullette dorate poste a spirale. Nella freccia sarà rappresentato lo stemma del Città e sul gambo inciso il nome. Cravatta con nastri tricolorati dai colori nazionali frangiati d'oro.

D.P.R. 28 settembre 2007

Bandiera:

Drappo d'azzurro, alla losanga di bianco appuntata ai lembi, caricata dal castello di rosso e dal disco di nero come descritti nel Decreto del Capo del Governo 10 novembre 1932. L'asta verticale sarà ornata dalla cravatta con nastri tricolorati dai colori nazionali.

D.P.R. 28 settembre 2007

Concessione del titolo di Città con D.P.R. 15 ottobre 1960


Sesto Calende

D'azzurro, al compasso aperto sovrastante un dado, il tutto d'oro. Ornamenti esteriori da Città.

Gonfalone:

Drappo di bianco bordato di azzurro...

Concessione del titolo di Città con D.P.R. 28 aprile 2011

Solbiate Arno

Troncato da un fiume al naturale scorrente in fascia di azzurro: nel primo, d'oro a tre scaglioni d'azzurro; nel secondo, di rosso alla torre con base a piramide tronca merlata di due alla ghibellina, sormontata da una stella a cinque raggi e accostata da due gigli il tutto d'oro, terrazzata di verde, con sullo sfondo una catena innevata di montagne. Ornamenti esteriori da Comune.

Gonfalone:

Drappo d'azzurro...

Solbiate Olona

D'azzurro, troncato da una fascia ondata d'argento; il primo al leone di rosso, uscente dalla troncatura, coronato d'oro; il secondo alla ruota dentata d'oro accostata da due fusi dello stesso. Ornamenti esteriori da Comune.

-Corona di Città errata!-

Gonfalone:

Drappo partito, d'azzurro e di giallo, riccamente ornato di ricami d'argento e caricato dello stemma sopra descritto con la iscrizione centrata in argento: COMUNE DI SOLBIATE OLONA. Le parti di metallo ed i cordoni saranno argentati. L'asta verticale sarà ricoperta di velluto dei colori del drappo, alternati, con bullette argentate poste a spirale. Nella freccia sarà rappresentato lo stemma del Comune e sul gambo inciso il nome. Cravatte e nastri tricolorati dai colori nazionali frangiati d'argento.

D.P.R. 27 aprile 1964

Somma Lombardo

D'azzurro, a tre leoni rampanti disposti in fascia: il primo ed il terzo d'oro, il secondo di rosso, tutti linguati dell'ultimo. Sotto lo scudo è posta una lista bifida svolazzante d'argento caricata col motto a caratteri capitali di nero: «SUMMA SIDERA CELSA PETIT (Somma tende verso le più alte stelle)». Ornamenti esteriori da Città.

D.P.R. 27 giugno 1962

Gonfalone:

Drappo di bianco...

D.P.R. 27 giugno 1962

Bandiera:

Drappo interzato in fascia di rosso di giallo e di rosso, in rapporto 1,2,1

Sumirago

D'argento, a cinque colline di verde, ciascuna cimata da una torre d'azzurro, murata, aperta e finestrata di uno di nero, accompagnato in capo dalla ruota di mulino al naturale. Ornamenti esteriori da Comune.

Taino

Partito: nel primo, di rosso al liocorno d'argento, ritto, collarinato di una corona d'oro all'antica; nel secondo, d'argento al sorbo al naturale, fruttato d'oro e radicato nella pianura erbosa. Ornamenti esteriori da Comune.

D.P.C.M. 2 marzo 1954

Gonfalone:

Drappo partito di rosso e di bianco...

Ternate
Tradate

Troncato, semipartito dalla fascia d'oro sulla partizione carica delle lettere a carattere capitale d'oro "J" e "T" (Jacopino da Tradate): nel primo, d'azzurro, a due colline di verde, sostenenti ciascuna una pianta di vite, fruttate di grappoli di uva nera e pampinate di verde (di Abbiate Guazzone); nel secondo, di rosso, allo scudetto d'oro, carico dell'aquila di nero, al volo abbassato; nel terzo, d'argento al Biscione visconteo, ondeggiante in palo, ingollante per metà un putto ignudo, crinito di nero, posto in fascia e in maestà, con le braccia aperte, il tutto al naturale (di Tradate). Ornamenti esteriori da Città.

Gonfalone:

Drappo partito di bianco e di rosso...

Concessione del titolo di Città con D.P.R. 28 gennaio 1958

Travedona-Monate
Tronzano Lago Maggiore

Partito: nel primo, d'argento alla torre d'azzurro, merlata alla guelfa di tre (visibili un merlo e mezzo), movente dalla partizione, fondata sulla pianura d'azzurro, caricata dalla sbarra abbassata di rosso; nel secondo, d'azzurro al leone d'argento coronato all'antica d'oro. Ornamenti esteriori da Comune.

D.P.R. 15 luglio 1983

Gonfalone:

Drappo partito d'azzurro e di bianco...

Uboldo

Semitroncato partito: nel primo, d'azzurro, alla lettera maiuscola "U", d'oro; nel secondo, di rosso, al crivello d'oro; nel terzo, d'argento, alla torre di due palchi, di rosso, mattonata di nero, merlata alla guelfa, il palco inferiore di quattro, il superiore di tre, chiusa di nero, finestrata di due, dello stesso, una finestra ogni palco, fondata sulla campagna di verde. Ornamenti esteriori da Comune.

D.P.C.M. 25 ottobre 1994, trascritto nel Registro Araldico dell'Archivio Centrale dello Stato in data 22 novembre 1994.

Gonfalone:

Drappo partito di bianco e di azzurro...

Valganna

D'azzurro, al campanile di rosso, murato di nero, coperto di rosso, munito in alto della trifora, del campo, a due terzi di altezza della bifora, d'argento, in basso della finestrella, dello stesso, esso campanile sormontato dalla crocetta scorciata, d'oro, fondato sulla pianura di verde, attraversante il monte di tre cime, d'argento, la cima centrale celata dal campanile, esso monte fondato sulla pianura e caricato da quattro abeti, di verde, fustati al naturale, due a destra, due a sinistra del campanile, nodriti nella pianura. Ornamenti esteriori da Comune.

D.P.R. 16 gennaio 1995

Gonfalone:

Drappo troncato di verde e di giallo, riccamente ornato di ricami di argento e caricato dallo stemma sopra descritto con la iscrizione centrata in argento, recante la denominazione del Comune.

Varano Borghi

D'argento alla banda d'azzurro caricata da una ruota d'oro dentata di otto, accompagnata da due torri quadrate di rosso chiuse e murate di nero, merlate alla guelfa di tre. Ornamenti esteriori da Comune.

D.P.R. 29 gennaio 1982

Gonfalone:

Drappo partito di rosso e d'azzurro riccamente ornato di ricami d'argento e caricato dello stemma comunale con la iscrizione centrata in argento: COMUNE DI VARANO BORGHI. Le parti di metallo ed i cordoni saranno argentati. L'asta verticale sarà ricoperta di velluto dei colori del drappo, alternati, con bullette argentate poste a spirale. Nella freccia sarà rappresentato lo stemma del Comune e sul gambo inciso il nome. Cravatta e nastri tricolorati dai colori nazionali frangiati d'argento.



Stemma con il Capo Littorio
Varese

Troncato: nel primo di rosso al palo d'argento; nel secondo d'argento pieno. L'arma accollata ad un cartoccio d'oro, timbrata da una corona marchionale. Cimiero: San Vittore, patrono della Città, nascente dalla corona, portante nella destra un'asta imbandierata d'argento caricata da una crocetta di rosso, sventolante a sinistra, e nella sinistra la palma del martirio, il tutto al naturale.

R.D. 17 giugno 1941

Gonfalone:

Drappo di bianco con losanghe di rosso, caricate con fregi in oro; ai quattro lati delle losanghe stelle oro a quattro punte in campo rosso. Il campo bianco è caricato dello stemma comunale, contornato di festoni dorati, di vari ornamenti in oro ed argento, di gruppi decorativi con frutta; sotto lo stemma, in basso, due draghi contrapposti in oro. Nella parte alta reca l'iscrizione centrata in oro: COMUNE DI VARESE.

R. D. 28 aprile 1941

Concessione del titolo di Città (Regia) con Risoluzione I. R. 14 giugno 1816



Gonfalone precedentemente in uso
Flag of Varese.jpg
Vedano Olona
Venegono Inferiore

Semipartito troncato: nel primo, di verde, alle tre castagne, male ordinate, d'oro; nel secondo, di azzurro, alla sbarra ondata, di argento; nel terzo di rosso, al castello d'oro, murato di nero, le due torri di inusitata larghezza, merlate ciascuna alla guelfa di quattro, il fastigio privo di merli, esso castello finestrato di quattro finestre di nero, due nelle torri, due nel corpo del castello, queste ultime ordinate in palo con le prime, fondato sulla collina verde, questa fondata in punta. Sotto lo scudo, su lista bifida e svolazzante d'argento il motto in lettere maiuscole di nero: «VENUS PULCRITUDINIS DEA». Ornamenti esteriori da Comune.

Gonfalone:

Drappo partito di azzurro e di bianco...

Venegono Superiore

D'oro alla figura di San Giorgio atterrante il drago, galoppante sulla pianura, accompagnata, a sinistra, da un tralcio di vite coi pampini e due grappoli, il tutto al naturale; il San Giorgio rivoltato, il tralcio uscente in banda dal lembo sinistro dello scudo. Ornamenti esteriori da Comune.

(immagine non conforme alle regole araldiche dello Stato italiano)

Gonfalone:

Drappo di azzurro...

Vergiate
Viggiù
Vizzola Ticino

Partito: nel primo, inquartato di rosso e d'argento, al capo d'oro all'aquila spiegata di nero, coronata all'antica del campo; nel secondo, d'azzurro, alla torre di due palchi di rosso, murata, aperta e finestrata di uno da una finestra romboidale di nero, il primo palco merlato alla ghibellina di cinque, il secondo privo di merlature, la torre fondata su una campagna d'oro. Ornamenti esteriori da Comune.

Ex comuniModifica

Stemma Ex Comune e blasonatura Gonfalone
Arcumeggia (dal 1927 unito al comune di Casalzuigno)
Bizzozero (dal 1927 soppresso e annesso al comune di Varese)

Partito, d’azzurro e d’oro, al castello sostenente sulle due torri due cicogne affrontate, il tutto dell’uno all’altro

Maccagno (dal 2014 soppresso per la costituzione del comune di Maccagno con Pino e Veddasca)
Pino sulla Sponda del Lago Maggiore (dal 2014 soppresso per la costituzione del comune di Maccagno con Pino e Veddasca)

Scudo: accartocciato d'argento al pino, fiancheggiato da due leoni controrampanti, tutto al naturale

Veddasca (dal 2014 soppresso per la costituzione del comune di Maccagno con Pino e Veddasca)

Di verde, allo scoiattolo al naturale, afferrante con le zampe anteriori la pigna al naturale, accompagnato da cinque stelle di otto raggi d'oro, poste due in capo, ordinate in fascia, tre in punta, ugualmente ordinate. Ornamenti esteriori da Comune.

Gonfalone:

Drappo di giallo riccamente ornato di ricami d'argento e caricato dallo stemma sopra descritto con la iscrizione centrata in argento, recante la denominazione del Comune.

NoteModifica

  1. ^ a b c ACS - Ufficio araldico - Fascicoli comunali, su 151.12.58.148:8080. URL consultato il 26-03-2013 (archiviato dall'url originale il 28 settembre 2013).
  Portale Araldica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di araldica