Apri il menu principale
Arnaldo Tamayo Méndez
Arnaldo Tamayo Berlim 2018.jpg
Cosmonauta dell'Intercosmos
NazionalitàCuba Cuba
StatusRitirato
Data di nascita29 gennaio 1942
Selezione1978
Primo lancio18 settembre 1980
Altre attivitàPilota
Tempo nello spazio7d 20h 43m
Missioni
Data ritirosettembre 1980

Arnaldo Tamayo Méndez (Guantánamo, 29 gennaio 1942) è un cosmonauta cubano.

È stato il primo latinoamericano a viaggiare nello spazio e il primo astronauta cubano di colore. Nel 1978 fu selezionato per integrarsi al Programma Intercosmos e fu trasferito alla Villa Stellare in Unione Sovietica per completare il suo addestramento. Il 18 settembre 1980 alle 15:11, la navicella Sojuz 38 decollò dal Cosmodromo di Baikonur in Kazakistan con a bordo l'ingegnere sovietico Jurij V. Romanenko e Arnaldo Tamayo verso il complesso orbitale Saljut 6, dove furono realizzati per una settimana una serie di esperimenti scientifici riguardo la chimica organica, la medicina, la biologia e la tecnologia. Il programma d'indagine e degli esperimenti della missione fu preparato dall'Accademia Nazionale delle Scienze di Cuba e comprendeva la coltivazione dei primi monocristalli organici in microgravità utilizzando il purissimo zucchero di canna cubano.

Oggi è brigadiere generale e capo del Dipartimento degli affari esteri del Ministero delle Forze Armate Rivoluzionarie di Cuba.

OnorificenzeModifica

Onorificenze cubaneModifica

  Eroe di Cuba
— 26 settembre 1980
  Ordine Nazionale della Baia dei Porci

Onorificenze straniereModifica

  Ordine dell'Amicizia (Russia)
«Per il suo contributo allo sviluppo delle relazioni russo-cubane»
— 20 gennaio 2011
  Medaglia per i contributi alla conquista dello spazio (Russia)
«Per il suo contributo nel campo della ricerca, dello sviluppo e dell'utilizzo dello spazio esterno e per i tanti anni di lavoro diligente per attività pubbliche»
— 12 aprile 2011
  Eroe dell'Unione Sovietica (Unione Sovietica)
— 26 settembre 1980
  Ordine di Lenin (Unione Sovietica)
— 26 settembre 1980

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN309564003 · LCCN (ENno2014069444 · WorldCat Identities (ENno2014-069444