Apri il menu principale
Arne Tode
Nazionalità Germania Germania
Motociclismo IlmorX3-003.png
Carriera
Carriera in Supersport
Esordio 2004
Stagioni dal 2004 al 2008
Miglior risultato finale 30º
Gare disputate 8
Punti ottenuti 30
Carriera nel Motomondiale
Esordio 2010 in Moto2
Miglior risultato finale 36º
Gare disputate 10
Punti ottenuti 2
 

Arne Tode (Bergen auf Rügen, 30 giugno 1985) è un pilota motociclistico tedesco.

Indice

CarrieraModifica

Inizia a correre con le minimoto all'età di 10 anni. Nel 1999 vince la ADAC Junior Cup. Nel 2000 e nel 2001 corre nel campionato tedesco, prima di passare al campionato supersport nazionale, in cui otterrà la sua prima vittoria in gara nel 2005. Nel 2006 è campione di questa categoria, vincendo sette gare su otto a bordo di una Honda CBR600RR.[1] Sempre in questo periodo della sua carriera inizia le sue prime presenze in competizioni internazionali, partecipando a tre gare nel campionato mondiale Supersport del 2004 come wildcard con una Yamaha YZF R6 del team Ecko Racing, realizzando anche 4 punti che gli valgono il trentasettesimo posto nella classifica piloti. Ottiene un'altra presenza come wildcard anche l'anno successivo con la Honda CBR 600RR del team Van Zon Honda, anche in questa stagione riesce ad ottenere 5 punti che gli consentono di classificarsi in trentunesima posizione nel mondiale.

Nel 2007 passa come pilota titolare in Superstock 1000 FIM Cup con la Honda CBR1000RR del team Racing Dirk Van Mol, ottiene un sesto posto come miglior risultato in gara classificandosi 14º nel mondiale piloti con 34 punti. Nella stessa stagione corre le ultime due gare nel campionato mondiale Supersport con la Honda CBR600RR del team Stiggy Motorsport Honda come pilota sostitutivo, realizza punti in entrambe le prove arrivando trentesimo nella graduatoria mondiale con 13 punti.

Nel 2008 torna a correre nell'IDM Supersport (campionato tedesco Supersport) che vince con cinque vittorie su quattordici gare.[1] Sempre in questa annata corre due gare nel campionato mondiale Supersport, la prima come wildcard con la Triumph 675 del team G-LAB Racing Sport Evolution e la seconda con Honda CBR600RR del team PMS come pilota sostitutivo. Riesce ad ottenere la trentesima posizione nella classifica generale grazie all'ottavo posto ottenuto nella gara di casa al Nürburgring.

Nel 2009 passa nell'IDM Superbike (campionato tedesco Superbike), che termina 5º con 159 punti, realizzando nell'arco della stagione: 2 vittorie, 5 podi totali ed 1 pole position.

Partecipa alla Moto2 nel 2010 con una Suter MMX del Racing Team Germany. In questa stagione è costretto a saltare il GP di San Marino per una infortunio, venendo sostituito da Kazuki Watanabe per il finale di campionato. Ha ottenuto un quattordicesimo posto al Gran Premio di Gran Bretagna che gli ha fruttato gli unici 2 punti iridati.

Risultati in garaModifica

Campionato mondiale SupersportModifica

2004 Moto                     Punti Pos.
Yamaha 12 Rit Rit 4 37º
2005 Moto                         Punti Pos.
Honda 11 5 31º
2007 Moto                           Punti Pos.
Honda 7 12 13 30º
2008 Moto                           Punti Pos.
Triumph e Honda 8 Rit 8 30º
Legenda 1º posto 2º posto 3º posto A punti Senza punti Grassetto=Pole position
Corsivo=Giro più veloce
Gara non valida Non qual./Non part. Ritirato/Non class. Squalificato "-" Dato non disp.

MotomondialeModifica

2010 Classe Moto                                     Punti Pos.
Moto2 Suter 21 29 18 24 14 Rit 17 27 NE Rit 23 Inf 2 36º
Legenda 1º posto 2º posto 3º posto A punti Senza punti Grassetto=Pole position
Corsivo=Giro più veloce
Gara non valida Non qual./Non part. Ritirato/Non class. Squalificato "-" Dato non disp.
Fonte dei dati: motogp.com, racingmemo.free.fr, autosport.com, jumpingjack.nl, pilotegpmoto.com.

NoteModifica

  1. ^ a b (DE) Björn Reichert, Albo d'oro del campionato Tedesco, su motorrad-autogrammkarten.de.

Collegamenti esterniModifica