Artur Jusupov

scacchista russo
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando l'omonimo calciatore russo, vedi Artur Rimovič Jusupov.

Artur Maiakovič Jusupov (in russo: Артур Маякович Юсупов?; Mosca, 13 febbraio 1960) è uno scacchista russo, sovietico fino al 1992, Grande maestro.

Artur Maiakovič Jusupov

Imparò a giocare a scacchi all'età di sei anni e frequentò il Palazzo dei giovani pionieri di Mosca. Sotto la guida del Maestro Internazionale Mark Dvoretskij nel 1977 vinse a Innsbruck il campionato del mondo juniores e l'anno successivo ottenne all'età di 18 anni il titolo di Grande Maestro.

Raggiunse il massimo rating Elo in luglio 1995, con 2680 punti.

Jusupov partecipò diverse volte alle selezioni per il campionato del mondo di scacchi, raggiungendo tre volte la semifinale del torneo dei candidati (nel 1986 fu eliminato da Andrej Sokolov, nel 1989 da Anatolij Karpov e nel 1992 da Jan Timman).

Partecipò a dieci olimpiadi degli scacchi, cinque volte con l'Unione Sovietica e cinque con la Germania, ottenendo il risultato complessivo di +37 =64 –6 (64,5 %). Vinse cinque ori e un argento di squadra e un oro e un argento individuali.

Tra i principali risultati di torneo:

Jusupov è considerato il massimo esperto mondiale della difesa russa e scrisse nel 1999 un libro su tale apertura.

Nel 1991 si trasferì in Germania e vive da allora in tale paese. In collaborazione con il suo maestro ed amico Dvoretskij, aprì negli anni novanta una scuola di scacchi che formò giocatori come Peter Svidler, Aleksej Aleksandrov, Sergey Movsesyan e Vadim Zvjagincev.[1]

NoteModifica

  1. ^ (EN) GM Artur Yusupov, su icanj.net. URL consultato il 13 marzo 2021.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN40034209 · ISNI (EN0000 0000 4372 4456 · LCCN (ENn95041352 · GND (DE112616208 · BNF (FRcb17019695p (data) · WorldCat Identities (ENlccn-n95041352