Apri il menu principale
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Anatra alibianche
White-winged.wood.duck.arp.jpg
Asarcornis scutulata
Stato di conservazione
Status iucn3.1 EN it.svg
In pericolo
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Aves
Ordine Anseriformes
Famiglia Anatidae
Sottofamiglia Anatinae
Tribù Aythyini
Genere Asarcornis
Specie A. scutulata
Nomenclatura binomiale
Asarcornis scutulata
(Salomon Müller, 1842)

L'Anatra alibianche (Asarcornis scutulata, Müller 1842) è un uccello facente parte della famiglia delle Anatidae, si tratta dell'unica specie del genere Asarcornis.

Indice

SistematicaModifica

Tradizionalmente considerata come parente dell'anatra muschiata (Cairina moschata), alcuni autori la annoveravano anche nel genere Cairina. Tuttavia le analisi del DNA mitocondriale e l'analisi biogeografica della loro distribuzione contraddicano quest'ipotesi. Così, è più logico l'inserimento di questa specie in un genere monotipo piuttosto che avvicinarlo all'anatra muschiata. In compenso vi è una relazione più vicina con le anatre tuffatrici.

DescrizioneModifica

Distribuzione e PopolazioneModifica

Storicamente, l'anatra alibianche era in gran parte presente nel nord-est dell'India ed in Bangladesh, e nel sud-est asiatico, di Giava e di Sumatra. Tuttavia, nel 2002, la popolazione totale di quest'uccelli non superava quota 800, con 200 esemplari distribuiti nel Laos, Thailandia, Vietnam e Cambogia, 150 a Sumatra, in particolare in Way Kambas National Park e 450 distribuiti tra l'India, il Bangladesh e la Birmania.

HabitatModifica

Abita le foreste umide, paludi, stagnani e corsi d'acqua a flusso lento; solitamente vive in pianure (sotto i 200 m di altidutine) dove trova l'habitat ottimale, ma può spingersi in zone unide fino a 1.400 m di quota. Anche se essenzialmente stazionaria, alcuni esemplari possono compiere modesti spostamenti in caso vi siano periodi secchi che riducono i livelli di acqua e la disponibilità di cibo.

MinacceModifica

Il declino di questa specie è da attribuire in gran parte al disboscamento diffuso delle pianure, unito al drenaggio delle zone acquitrinose. Le piccole, popolazioni spezzettate risultanti sono vulnerabili a causa della perdita di variabilità genetica, della dispersione, della caccia, della raccolta delle uova e degli anatroccoli per alimento.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Uccelli: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di uccelli