Apri il menu principale
Sant'Asella di Roma

Vergine

 
NascitaRoma, 334
MorteRoma, 405
Venerata daChiesa cattolica
Ricorrenza6 dicembre

Asella (Roma, 334Roma, 405) è stata una religiosa romana, venerata come santa dalle Chiese cristiane.

Indice

AgiografiaModifica

In latino asella ha il significato di asinella e, come nome di persona, sta ad indicare la pazienza e la laboriosità, in omaggio alla docilità dell'asinello.

Secondo la tradizione fin dalla tenera età Asella decise di consacrarsi a Dio e fu tra le vergini consacrate guidate da San Girolamo che, al momento della sua partenza da Roma, le scrisse affinché lo ricordasse e pregasse per il viaggio in mare che doveva intraprendere.

CultoModifica

Le sue reliquie si venerano in un simulacro di pasta di cera custodito nella chiesa di San Siro e San Sepolcro, chiesa sussidiaria della Parrocchia di Sant'Abbondio in Cremona.

La memoria liturgica è il 6 dicembre. Dal Martirologio Romano:

«A Roma, commemorazione di santa Asella, vergine, che, come scrive san Girolamo, trascorse la sua vita tra digiuni e preghiere fino ad avanzata vecchiaia.»

BibliografiaModifica

Collegamenti esterniModifica