Apri il menu principale

Theta Boötis

stella nella costellazione di Boote
(Reindirizzamento da Asellus Primus)
Theta Boötis
Theta Boötis
Boötes IAU.svg
Classificazionebianco-gialla nella sequenza principale
Classe spettraleF7V C ~
Distanza dal Sole48 anni luce
CostellazioneBoote
Redshift-10,90 ± 0,90
Coordinate
(all'epoca J2000.0)
Ascensione retta14h 25m 11,7964s
Declinazione+51° 51′ 02,677″
Lat. galattica+59,6526°
Long. galattica093,8321°
Dati fisici
Raggio medio1,58 R
Massa
1,40 M
Acceleraz. di gravità in superficie4,19 logg
Temperatura
superficiale
6456,54 K (media)
Metallicità89% del Sole
Dati osservativi
Magnitudine app.4,1
Magnitudine ass.3,28
Parallasse68,63 ± 0,56 mas
Moto proprioAR: -236,06 ± 0,56 mas/anno
Dec: -399,08 ± 0,49 mas/anno
Velocità radiale-10,9 ± 0,9 km/s
Nomenclature alternative
Asellus Primus, 23 Boötis, NSV 6669, 2EUVE J1425+51.8, LSPM J1425+5151, RX J1425.2+5151, EUVE J1425+51.8, LTT 14245, 1RXS J142511.9+515109, FK5 531, 2MASS J14251181+5151029, SAO 29137, GC 19467, N30 3272, AG +52 986, GCRV 8428, NLTT 37312, ASCC 259809, PLX 3274, TD1 17485, BD +52 1804A, GJ 549 A, PMC 90-93 379, TYC 3478-1332-1, BD +52 1804, HD 126660, PPM 34508, UBV 12655, CCDM J14252+5151A, HIC 70497, RBS 1388, UBV M 20184, Ci 20 858, HIP 70497, 2RE J1425+515, USNO -B1.0 1418-00270509, CSI +52 1804 1, HR 5404, 2RE J142513+515126, uvby98 100126660, CSV 101448, IDS 14218+5219 A, RE J142514+515056, [ZEH2003] RX J1425.1+5151 1, 2E 1423.4+5204, IRAS 14234+5204, RE J1425+515, 2E 3265, IRC +50238, ROT 2074, 1ES 1423+52.0, JP11 2511, RX J1425.1+5151

Coordinate: Carta celeste 14h 25m 11.7964s, +51° 51′ 02.677″

Theta Boötis (θ Boo / θ Boötis, Asellus Primus) è una stella bianco-gialla nella sequenza principale di magnitudine 4,1 situata nella costellazione di Boote. Dista 48 anni luce dal sistema solare.

OsservazioneModifica

Si tratta di una stella situata nell'emisfero celeste boreale. La sua posizione è fortemente boreale e ciò comporta che la stella sia osservabile prevalentemente dall'emisfero nord, dove si presenta circumpolare anche da gran parte delle regioni temperate; dall'emisfero sud la sua visibilità è invece limitata alle regioni temperate inferiori e alla fascia tropicale. Essendo di magnitudine 4,1, la si può osservare anche dai piccoli centri urbani senza difficoltà, sebbene un cielo non eccessivamente inquinato sia maggiormente indicato per la sua individuazione.

Il periodo migliore per la sua osservazione nel cielo serale ricade nei mesi compresi fra fine marzo e agosto; nell'emisfero nord è visibile anche verso l'inizio dell'autunno, grazie alla declinazione boreale della stella, mentre nell'emisfero sud può essere osservata limitatamente durante i mesi tardo-autunnali australi.

Caratteristiche fisicheModifica

La stella è una bianco-gialla nella sequenza principale; possiede una magnitudine assoluta di 3,28 e la sua velocità radiale positiva indica che la stella si sta allontanando dal sistema solare.

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Stelle: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di stelle e costellazioni